venerdí, 4 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    giancarlo pedote    cantieristica    aziende    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

OPTIMIST

Optimist: conclusa a Torbole l'Halloween Cup

optimist conclusa torbole halloween cup
redazione

Con 5 regate si è conclusa sul Garda Trentino l’ottava edizione della regata Optimist "Halloween Cup", ultima manifestazione stagionale organizzata dal Circolo Vela Torbole riservata ai bambini e ragazzi dai 9 ai 15 anni. Un’edizione molto complicata dal punto di vista organizzativo, ma che il presidente Mauro Versini ha voluto a tutti i costi fare per non deludere le aspettative dei tanti ragazzini, coach, famiglie che avevano programmato questa trasferta, che per molti stranieri cade in un periodo di vacanza; la partecipazione totale si è più che dimezzata per le restrizioni che molti paesi hanno dovuto rispettare, ma le nazioni presenti sono state comunque una decina con diversi svedesi, ungheresi, polacchi, oltre naturalmente ai “soliti” tedeschi e austriaci. Grazie agli Alpini volontari che hanno installato una posizione di controllo all’ingresso del parcheggio del circolo, è stato possibile raccogliere le autocertificazioni di tutti coloro che avevano intenzione di entare al circolo (atleti, coach, genitori) misurando la febbre ogni mattina; all’interno del Circolo Vela Torbole sono sempre stati fatti rispettare distanziamenti e l'uso delle mascherine, seguendo tutti i protocolli previsti dalla Federazione Italiana Vela, per poter infine uscire in acqua e godersi in libertà le regate. “E’ andato tutto bene e i ragazzini si sono potuti divertire con belle regate, anche con vento forte; alla vigilia della manifestazione hanno tentato di scoraggiarci nell’organizzare la regata, ma seguendo le necessarie precauzioni abbiamo chiuso la stagione delle regate offrendo ai bambini e ragazzi presenti tre giorni di sport vissuto in mezzo ad una natura fantastica, accompagnati da un bel sole e un vento, che la mattina non si è certo risparmiato” - ha commentato il Presidente Versini nel saluto prima della premiazione.

 

Cinque prove dunque per entrambe le categorie juniores e cadetti con tre regate disputate sabato e due domenica in condizioni sia di vento forte della mattina, che medio e leggero: la classifica è cambiata solo nella categoria juniores nel gradino più alto del podio; tra gli juniores l’irlandese Wright, è riuscito a scartare il diciannovesimo di sabato e con un primo e secondo di domenica ha agguantato la testa della classifica finale, aggiudicandosi la vittoria; immutato secondo e terzo posto per i due fragliotti rivani Alex Demurtas e Lorenzo Ghirotti, secondo e terzo, che- insieme ai compagni di squadra Mosè Bellomi e Mattia Di Lorenzo (11° e 20°), hanno riconquistato la vittoria per club, assegnata alla società con i migliori 4 juniores della classifica generale. Nella categoria femminile vittoria di Sofia Bommartini (Fraglia Vela Malcesine), che è riuscita a recuperare grazie allo scarto, la squalifica per partenza anticipata del primo giorno, rafforzata poi dal quinto e sesto assoluti ottenuti come migliori piazzamenti. Sofia ha preceduto nel podio rispettivamente la polacca Alicja Tutkowska e la svedese Annie Hinton.

Immutate rispetto a sabato le prime tre posizioni dei più piccoli cadetti (9-10 anni): con un 3-1 finali Artur Brighenti (CN Brenzone) si è aggiudicato la vittoria davanti a Mattia Benamati (Fraglia Vela Malcesine), domenica protagonista di un primo e un sesto. Terzo posto per il rivano Leonardo Grossi (Fraglia Vela Riva). Tutto italiano il podio femminile vinto da Irene Faini (Fraglia Vela Malcesine), seconda Sofia Berteotti (Fraglia Vela Riva) e terza Giulia Piacentini (Fraglia Vela Malcesine), sesta, ottava e undicesima nella classifica generale. 

 

Le attività del Circolo Vela Torbole proseguono con gli allenamenti delle squadre Optimist e Laser, che costantemente svolgono attività non solo in acqua, ma anche di preparazione fisica.

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: problemi (risolti) per Giancarlo Pedote

La cima “furling line” che tiene il Code 0 ancorato alla barca si è rotta, la vela ha iniziato a sbattere ed era impossibile chiuderla

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe, Charlie Dalin:"Cerco il pedale del freno"

Ancora non confermato il passaggio di Kevin Escoffier su una fregata della marina francese, la Nivose, che potrebbe incontrare Yes We Cam vicino alla Crozet o alla Kerguelens

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci