martedí, 26 maggio 2020

MINI TRANSAT

Mini Transat: il vincitore, François Jambou, impressionato da Ambrogio Beccaria

mini transat il vincitore fran 231 ois jambou impressionato da ambrogio beccaria
Roberto Imbastaro

Alle 17:00 UTC di giovedì, François Jambou ha vinto nella categoria proto completando la seconda tappa del Mini-Transat La Boulangère a Le Marin (Martinica) dopo 12 giorni, 2 ore, 27 minuti e 7 secondi di gara. Il 35enne francese ha preso il controllo della flotta dopo due giorni di regata e non ha mai lasciato la posizione da quel momento in poi. François è il campione assoluto di questa 22a edizione. Ecco le sue primissime reazioni al suo arrivo in banchina, permeate come sempre di modestia ma anche di emozione.

"Tanti sacrifici oggi sembrano avere un senso. Mi sento molto commosso e non riesco a capire quello che ho raggiunto. Ho fatto un sacco di sacrifici che sembrano avere senso con questa vittoria. Tutta la mia vita è stata incentrata su questo, per arrivare fino a questo punto. Non ho avuto uno stipendio da un anno e mezzo perché ho smesso di lavorare. Non sono stato neanche molto con mio figlio di 3 anni ultimamente. La mia compagna mi è stata sempre vicino e la ringrazio per questo, perché senza di lei non sarei mai stato in grado di farlo. Questa vittoria cambierà la mia vita. Ci sarà un prima e un dopo".

 

Conservare la barca

"Ero in una modalità in cui era importante non rompere la barca. Avevo il piede sul freno all'inizio. Forse gli altri volevano andare troppo forte troppo presto e hanno rotto. Ero davvero in modalità velocità media. Ci sono state molte volte in cui avrei potuto spingere la barca più forte, ma non appena ha iniziato a sbattere, non appena c'era uno strano rumore sulla barca, ho calmato un po' la situazione, tenendo d'occhio la classifica. Non avevo voglia di correre pericoli , non è nella mia natura. Sul GPS, quando vedi che ci sono ancora 1.500 miglia da percorrere, non vuoi farle sotto la supervisione di una giuria. Siamo marinai prima di tutto e soprattutto velisti".

 

Una vela fantastica

"Le condizioni erano divertenti e sempre sottovento. Ho sollevato il mio spinnaker all'inizio e l'ho semplicemente ammainato qui. Ho fatto solo 1 miglio di bolina. E’ stata una vela fantastica. La barca ha planato tutto il tempo. C'erano dei paesaggi marini superbi, il sole con tramonti mozzafiato...... non si poteva desiderare di meglio. Mentalmente è stato più complicato e ho trovato difficile gestire lo stress della competizione. E' un'esperienza infernale. Mi sento come se avessi fatto un'enorme quantità di progressi e avessi una buona conoscenza di un sacco di cose e anche questo è gratificante. Non potevo pretendere di avere la certezza della vittoria, perché c'erano dei marinai fantastici, delle barche favolose e nella prima tappa sono stato un po' sfortunato alla fine".

 

Un po' di fortuna

"Dovevi entrare in partita fin dall'inizio, il che non è stato facile, visto che subito siamo stati raggiunti da una forte brezza. Ero appena dietro Marie Gendron quando ha rotto la sua barca e ho visto altri che hanno rotto. Hai bisogno di un po' di fortuna dalla tua parte perché possono succedere a tutti noi cose idiote: l'oggetto in cui ti colpiscie il salto di vento che non è previsto. Ci possono essere un mucchio di problemi e questo è lo stesso per tutti".

 

La Mini-Transat, la corsa della mia vita

"La Mini-Transat è la corsa della mia vita. Non ho mai sognato di fare la Route du Rhum o il Vendée Globe. Ho iniziato a navigare relativamente tardi, intorno ai 16 anni. Per me, la Mini-Transat è stata la regata più alla portata e ho pensato che un giorno avrei potuto accedervi. Vincere questa gara è semplicemente straordinario".

 

Impressionato da Ambrogio Beccaria

"Un marinaio che mi ha colpito è Ambrogio. Penso che sia il miglior marinaio che abbia mai visto. È impressionante. Tentare di conquistare il primo posto con le barche di produzione come se fossero i migliori prototipi, è stato il fatto più eclatante della regata. Sono rimasto completamente sorpreso. Inevitabilmente, quando il vento ha alleggerito un po', sono riuscito a fare bene la mia fuga con la mia barca più potente e leggera, ma comunque c'è uno standard magnifico nella Mini e questo fa bene alla classe ed è un bene per lo sport".

 


15/11/2019 20:52:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Regione Sardegna: la nautica contro il Passaporto Sanitario

Gli operatori del comparto nautico e i charter denunciano un forte calo delle prenotazioni per l'incertezza normativa causata degli annunci del presidente Solinas sul Passaporto Sanitario

Marina Cala de’ Medici ottiene per la 10ª volta il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu Approdi

Il vessillo spetta alle località turistiche balneari che rispettano determinati criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio

Velista dell’Anno FIV 2019: premiazione online giovedì 28 maggio 2020 dalle 18.15

Superata la prima fase dura della pandemia, l’organizzazione dell’evento ha deciso di rompere gli indugi e ufficializzare i vincitori del Velista dell’Anno FIV 2019

Maxi Yacht a Venezia: i protagonisti in diretta Facebook

La diretta di giovedì 21 alle ore 21.15, organizzata dallo YC Venezia e dal CV Portodimare, vedrà la partecipazione di grandi nomi della vela che hanno gareggiato in molte edizioni dell’unica regata al mondo che si corre in un circuito cittadino

Mitek da Ravenna lancia i fuoribordo elettrici dai 2 ai 3 mila euro

La via romagnola alla nautica sostenibile. Protagonista Alfonso Peduto e il suo socio Giovanni Parise che in questi giorni lanciano i loro motori a partire da poco più di 2000 euro

1000 Vele per Garibaldi: un arrivederci al 2021

Rinuncia forzata all'edizione 2020 della 1000 Vele per Garibaldi, regata legata alle manifestazioni del Comune di La Maddalena dedicate all'eroe dei due Mondi

La FIV lancia il suo progetto di scuola vela "Ritrova la bussola"

La Federazione Italiana Vela presenta il progetto sulla stagione delle Scuole Vela FIV 2020. Oltre 750 Circoli Velici in tutta Italia si preparano: "La cosa giusta da fare questa estate!"

Navigazione e turismo nautico necessitano di frontiere aperte

Confindustria nautica ha incontrato in una videoconferenza organizzata da Ebi (european boating industry), l'ambasciatore permanente aggiunto d'italia presso l'ue a bruxelles

Canarie: ulteriori sperimentazioni OMT per turismo sicuro

Mentre in Italia regna l'incertezza sulle procedure soprattutto in Sardegna, le Canarie già collaborano con l'OMT come laboratorio globale per il turismo sicuro e convalideranno i propri protocolli di sicurezza sanitaria estesi a tutti i servizi turistici

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci