sabato, 15 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    mini 6.50    youth america's cup    cambusa    circoli velici    rs feva    persico 69f    trasporto marittimo    fiv    porti   

LASER

In 230 al Porto Turistico di Roma per quattro giorni regate dell'Italia Cup Laser

in 230 al porto turistico di roma per quattro giorni regate dell italia cup laser
redazione

Quattro splendide giornate hanno caratterizzato le regate della quinta tappa dell'Italia Cup Laser, valida per l'assegnazione del titolo italiano Laser 4.7 maschile e femminile Over 16 e Laser Radial Over 19. Ben 230 gli equipaggi che hanno animato da giovedì scorso a domenica il Porto Turistico di Roma che si è confermato la location ideale per eventi sportivi velici di carattere nazionale e internazionale. L'evento, organizzato dal Tognazzi Marine Village ASD con la Federazione Italiana Vela, il supporto dell'Associazione Italiana Classi Laser, la LNI di Ostia, il Nauticlub Castelfusano, il Circolo velico Villaggio Tognazzi e il CS Yacht Club ha visto ben 110 giovanissimi della classe Laser 4,7, 90 della classe Laser Radial e 30 della classe olimpica Laser Standard. Il Laser, una delle imbarcazioni più diffuse al mondo, si caratterizza per la sua monotipia (barche tutte uguali) e la possibilità di montare una vela a scelta fra tre di dimensioni diverse, dalla piccola Laser 4.7, per i più giovani, all'intermedia Radal che è classe olimpica femminile fino alla vela di 7,8 metri quadrati per la versione olimpica maschile Laser Standard. Due i campi di regata posizionati davanti al lungomare Duca degli Abruzzi e ben visibili da terra hanno permesso a chiunque di seguire le regate dirette dal PRO Domenico Guidotti, dal presidente del Comitato di Regata Gianluca Fantini e da Bruno Tamburini che con il suo gruppo di giudici ha gestito l'arbitraggio in acqua e a terra. Un'organizzazione che ha funzionato perfettamente, grazie anche alla base logistica del Porto Turistico di Roma che ha offerto ampi spazi a terra e servizi adeguati alle necessità dei numerosi partecipanti. Il primo giorno il vento ha fatto soffrire un po' i regatanti: una leggera brezza da sud arrivata nel tardo pomeriggio ha ritardato le procedure di partenza, ma dal secondo giorno la brezza tipica della costa tirrenica non ha tradito le aspettative, regalando delle splendide prove.
Il titolo italiano Laser 4.7 maschile Over 16 è andato al veneziano Sebastiano Majer che si è aggiudicato anche il bronzo nella classifica overall di categoria. Ad aggiudicarsi il gradino più alto nella classifica Overall è stato Sebastian Tul (Circolo della vela Muggia), seguito dal cagliaritano Lorenzo Micheli. Entrambi sono saliti sul podio anche per la classifica Under 16 che ha visto sul terzo gradino Marco Gambelli di Senigallia. Nella categoria Laser 4.7 fra le ragazze ha dominato Alina Iuorio del Circolo Velico Portocivitanova, che si è aggiudicata la vittoria di tappa assoluta e Under 16. La classifica Overall vede Sofia Paradisi  del Circolo Nautico Sambenedettese in seconda posizione, davanti alla napoletana Gloria Deuringer. 
Nella categoria Laser Radial il titolo italiano Overall è andato ad Andrea Crisi del Circolo Nautico Cannigione, mentre l'argento l'ha conquistato il siciliano Carlo Sbacchi, seguito da Matjia Succhi del Circolo Vela Muggia. La classifica Overall è la medesima che ha assegnato il titolo nazionale, mentre fra gli Under 17 a dominare è stato Alessandro Maravalle del Circolo della Vela Bari e negli Under 19 a tagliare per primo il traguardo è stato Filippo Guerra del Fraglia Vela Malcesine. In acqua anche gli Over 35 con Alessio Marinelli del Circolo Velico Portocivitanova che è salito sul gradino più alto del podio. 
La classe olimpica Laser Standard, con trenta equipaggi al via, il gardesano Dimitri Peroni ha vinto la tappa di Ostia con un discreto vantaggio su Giacomo Musone (Circolo Nautico Rimini). Il romano Lorenzo Dattilo (Circolo Canottieri Aniene) ha chiuso con il bronzo nella categoria Overall, mentre Dario Maurizi del Tognazzi Marine Village si è aggiudicato l'oro nella categoria Over 35. La classifica Under 21 ha visto dominare Rodolfo Silvestrini della LNI Porto San Giorgio, mentre fra i giovani della classe olimpica il migliore è stato il salernitano Flavio Ardimento. L'evento, che si è svolto con il patrocinio della Regione Lazio, del CONI Lazio e con il supporto del Comune di Roma, Hotel Isola Sacra, Camping Capitol Roma, è stato un importante test per gli atleti che prenderanno parte ai prossimi Campionati giovanili a Reggio Calabria e ai Campionati italiani classi Olimpiche in programma a metà settembre sul Garda. Il circuito Italia Cup si conclude a Napoli dall'8 all'11 novembre.
"E' stata una regata davvero interessante - ha detto il segretario delle Classi Laser, Gianni Galli - con una buona partecipazione. Le condizioni meteo tipiche di questa zona non hanno tradito e hanno permesso di disputare regolarmente il programma delle regate. Le regate di Ostia sono stati un importante momento di verifica anche per i nostri giovani che da Roma sono partiti direttamente per il Canada dove nei prossimi giorni si disputerà il Campionato mondiale giovanile Laser 4.7".

 


16/08/2019 20:30:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

MINI 6.50: Mengucci e Caparrotti raccontano la 1a tappa della SAS 6.50

Les Sables - Les Açores en Baie de Morlaix - Intervista a Domenico Caparrotti e a Giovanni Mengucci che ci raccontano il loro impatto con la corsa

Garda: due sole prove per la Persico 69F Revolution

A comandare oggi sulla sponda bresciana del Lago di Garda è stato il vento: le condizioni meteo, infatti, hanno rallentato il programma della Persico 69F Revolution.

Mini 6.50, Les Sables d'Olonne: partita la 2a tappa verso Roscoff

Domenico Caparrotti: "Per me è come stare all'Università"

La vela si ferma per la scomparsa di Carlo Rolandi, presidente onorario FIV

Carlo Rolandi è stato la storia stessa di quasi un secolo di Vela sportiva italiana. Nove Olimpiadi, Otto anni Presidente FIV, protagonista in Italia e nel mondo

Optimist: sul Garda vento leggero per la "Ora Cup Ora"

Domenica la conclusione; al comando tra i più piccoli Mattia Benamati (nella foto) e tra gli juniores il romano Alessandro Cirenei. Gaia Zinali passa in testa tra le femmine

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci