martedí, 29 novembre 2022

LASER

Pietro Corbucci si riconferma Campione Italiano Master nella classe Laser

Pietro Corbucci della Società Canottieri Garda Salò si riconferma Campione italiano Master nella classe Laser Standard, categoria Apprendista.
Nel Golfo di Mondello (PA) dal 2 al 4 ottobre sono scesi in acqua 53 imbarcazioni con a bordo atleti over 35, per il Campionato Italiano Master Laser organizzato dal Club Canottieri Roggero di Lauria e dal Circolo della Vela Sicilia.

“Nella prima giornata abbiamo fatto tre prove con poco-medio vento e, anche se non sono le mie condizioni ideali, sono rimasto nei primi cinque della classifica. Sabato, a causa 30/35 nodi di scirocco, non ci sono state regate, mentre domenica abbiamo fatto una sola prova, che ho scartato. Sono molto soddisfatto per come ho condotto la regata, anche se devo ancora migliorare nelle partenze”, commenta Corbucci.

Alla 16^ edizione del trofeo internazionale Wagner Cup, che si è svolto a Torbole (TN) dall’1 al 3 ottobre e valevole anche per il Campionato Italiano classe Dragoni, un altro socio della Canottieri Garda, Simone Dondelli, ha conquistato il terzo posto nella classifica italiana e il 7° posto assoluto in quella internazionale, a bordo di Galatea II. Questo meraviglioso Dragone in legno è stato protagonista dell'Olimpiade di Helsinki del 1952 e ora appartiene all’armatore Giuseppe La Scala, in equipaggio con Simone Dondelli e Roberto Benedetti.

Un altro portacolori della Canottieri Garda, Mauro Spagnoli, già campione italiano nelle classi italiano nelle classi Asso99 e Protagonist, ha conquistato il primo posto al Campionato Italiano Ufo22, che si è svolto ad Acquafresca (VR) dal 25 al 27 settembre scorsi, a bordo di La carica dei 101.

Laser Standard
Il Laser è stato creato con l’idea di permettere ai velisti di andare in acqua in modo semplice e veloce, grazie allo scafo leggero (59 kg) e alla facilità di trasporto.
Il Laser è una barca One design nel vero senso della parola, l’associazione di classe ha infatti regole precise in modo che ogni Laser nel mondo sia identico. Questo significa che le regate sono vinte per l’abilità del timoniere e non per l’equipaggiamento.
La semplicità e la monotipia delle barche permette di avere regate emozionanti in grado di sviluppare negli atleti la capacità di regatare. Il Laser Standard è singolo maschile ed il Laser Radial è singolo femminile e entrambi sono discipline olimpiche.


06/10/2020 17:42:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Campionato invernale di Roma, giornata spettacolare per l'altura

Battaglia serrata nel raggruppamento ORC Regata 2 fra Jolie Brise e Pestifera. In IRC mantengono la vetta della classifica Maia e Lysithea rispettivamente nei Crociera 1 e Crociera 2. Fra i minialtura è "Se po fa'" a tagliare prima il traguardo

Route du Rhum: penalizzato Roland Jourdain, la vittoria nella categoria Rhum Multi va a Loïc Escoffier

Nella barca di Jourdain la piombatura è risultata rotta ai controlli post regata e la conseguente penalità di 90' ha regalato la vittoria a Loïc Escoffier

Roma: Genova The Grand Finale presentato al ministro Abodi

Alla presentazione presso il Salone d’Onore del Coni hanno partecipato le più importanti autorità istituzionali e sportive

Ambrogio Beccaria ci racconta la sua Route du Rhum

Impresa straordinaria di Beccaria che al suo esordio alla Route du Rhum e alla sua prima regata su “Alla Grande – Pirelli” ha conquistato il 2° posto in Class40 attraversando l’Atlantico in 14 giorni 7 ore 23 minuti

Buona la seconda al Campionato Autunnale della Laguna di Lignano Sabbiadoro

Dopo l'annullamento del primo appuntamento del 33° Campionato Autunnale della Laguna per condizioni meteo-marine avverse, la seconda domenica in programma non ha deluso le aspettative

Hyères, Europeo ILCA 6/7: Chiavarini sesto e Benini Floriani quindicesima

ILCA 6 e ILCA 7 salutano la rassegna continentale transalpina con tanti spunti positivi e un appuntamento in territorio italiano per la prossima stagione dove il campionato si disputerà ad Andora

Come liberare in sicurezza una tartaruga

Animali marini catturati nella rete: da oggi esiste un protocollo operativo su come trattarli per liberarli limitando i danni

Giancarlo Pedote analizza la sua Route du Rhum

"Sono soddisfatto della seconda parte della regata, durante la navigazione di bolina. Avevo una buona velocità e nonostante il ritardo sono riuscito a raggiungere il gruppo"

Ma che bel Giro d'Italia hanno fatto Cecilia Zorzi e Aina Bauza!

Unico team completamente femminile in regata, Cecilia e Aina hanno lasciato il passo solo al mostro sacro Pietro D'Alì, che di Giri d'Italia ne ha macinati parecchi ai suoi tempi

Route du Rhum... e anche Alberto Bona porta a casa un bel risultato!

Giovedì 24 novembre, alle ore 15 e 34 minuti e 50 secondi ora locale (20:34:50 ora di Roma), Alberto Bona sul Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di Pointe-à-Pitre della dodicesima edizione della Route du Rhum all'ottavo posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci