martedí, 17 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

press    aziende    este 24    regate    windsurf    vele d'epoca    roma giraglia    circoli velici    gc32    j24    cico 2019    attualità    melges 20    fiv   

FARR 40

Enfant Terrible-Adria Ferries d'argento in overall, a Claudia Rossi il mondiale Corinthian

enfant terrible adria ferries argento in overall claudia rossi il mondiale corinthian
redazione

Non sono bastati ieri gli ottimi risultati di giornata a portare sul tetto del mondo l'equipaggio di Enfant Terrible-Adria Ferries (1-2-1-2 oggi) che, dopo un sabato difficile caratterizzato da piazzamenti a metà classifica, ha ritrovato il passo e centrato le prime due vittorie della serie al Rolex Farr 40 World Championship.
L'equipaggio di Plenty (7-4-5-1) ha mostrato prestazioni meno consistenti, tanto che, all'inizio dell'ultima prova di giornata, il margine di vantaggio su Enfant Terrible-Adria Ferries si era ridotto a soli due punti: mettendo a segno l'unica vittoria della giornata, tuttavia, l'equipaggio americano guidato da Alex Roepers è riuscito a guadagnare per la terza volta il titolo iridato della Classe Farr 40. Ad assistere l'armatore americano nelle scelte tattiche, Terry Hutchinson, che grazie a questa vittoria si proclama per la quinta volta campione del mondo Farr 40. 
" Abbiamo semplicemente ricordato a tutti che Enfant Terrible non molla mai: solo ieri sera Plenty sembrava  imprendibile. Notte tempo abbiamo ricaricato le batterie, fatto tabula rasa delle delusioni patite e trovato stimoli ed energia per tornare a volare alto - ha commentato Alberto Rossi a margine della premiazione svolta presso la clubhouse dello Yacht Club Costa Smeralda.
La soddisfazione più grande per la famiglia Rossi arriva però dalla giovanissima Claudia, impegnata al timone di Pazza Idea dell'armatore Pierluigi Bresciani. Dopo un testa a testa con l'australiana Zen, l'ultima prova odierna ha portato Pazza Idea sul tetto del mondo in categoria Corinthian.
"Non ho ancora realizzato che siamo diventati campioni del mondo Corinthian, in una barca così grande, con cui ho ancora poca esperienza: è un'emozione indescrivibile. Sicuramente devo ringraziare il mio equipaggio, in particolare l'armatore Pierluigi Bresciani per avermi dato questa possibilità che ci ha portato al successo. Poi, come sempre, mio padre: incrociare con lui è una sensazione unica, se oggi avesse raggiunto quel successo che invece è solo stato sfiorato sarebbe stato il coronamento di un doppio sogno per tutta la famiglia - ha spiegato un'emozionata Claudia Rossi, già due volte campionessa europea J/70.
Nel ranking generale, a seguire Plenty ed Enfant Terrible-Adria Ferries sono stati, nell'ordine, Flash Gordon, Pazza Idea, Zen (2° Corinthian), Asterisk, Struntje Light e MP30+10 (3° Corinthian).
Tra poco meno di due mesi la famiglia Rossi si sfiderà nuovamente in un campionato mondiale: allora sarà in palio il titolo di Audi J/70 World Championship. La battaglia si preannuncia più agguerrita che mai, con già centosettantacinque imbarcazioni in entry list.
A Porto Cervo, a bordo di Enfant Terrible-Adria Ferries, portacolori del Circolo Canottieri Aniene, hanno regatato Alberto Rossi (owner-driver), Vasco Vascotto (tattico), Andrea Caracci (navigatore), Alberto Bolzan (randista), Claudio Celon (trimmer), Nicholas Dal Ferro (trimmer), Jaro Furlani (pit),  Carlo Zermini (freestyler), Marco Carpinello (albero) e Alberto Fantini (prodiere-comandante). A seguire l'attività del team è stato il coach Marco Capitani, sail designer per conto di North Sails.

Rolex Farr 40 World Championship, dopo nove prove:
1. Plenty, 24
2. Enfant Terrible-Adria Ferries, 27
3. Fash Gordon, 30
4. Pazza Idea (c), 42
5. Zen (c), 48
6. Asterisk, 49
7. Struntje Light, 51
8. MP30+10 (c), 54


17/07/2017 10:20:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Voce del Mare, un film di Fabio Dipinto sul rapporto tra l’uomo e il mare

La Voce del Mare - da un’idea di Marco Simeoni, regia di Fabio Dipinto è un film documentario (Italia, 83’) che intende raccontare, da diverse angolazioni e punti di vista, le emozioni universali e il rapporto che l’uomo ha instaurato con il mare

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Melges 20: il titolo europeo va a Brontolo di Filippo Pacinotti

Un risultato conquistato con pieno merito e con una prova di anticipo dopo una battaglia durissima con il campione uscente (e numero 1 della ranking mondiale) Russian Bogatyrs di Igor Rytov a cui va la medaglia d’argento

Alinghi primo leader della GC32 Riva Cup

Nelle cinque prove odierne, corse con un'Ora dagli 8 ai 13 nodi, il team svizzero non si è mai piazzato peggio di terzo e, ha concluso in testa con quattro punti di vantaggio sugli austriaci di Red Bull Sailing Team

Friuli: menzione alla Triennale per i sentieri multimediali della Grande Guerra

I sentieri multimediali della Grande Guerra ricevono una menzione alla Triennale di Milano per il City Brand&Tourism Landscape Award

Europeo Melges 20: il leader è Nika di Vladimir Prosikhin

In vetta alla graduatoria generale c'è il veterano russo Nika di Vladimir Prosikhin con lo statunitense Morgan Reeser alla tattica. Al secondo posto il connazionale e detentore del titolo europeo Russian Bogatyrs di Igor Rytov

La Fiv premia le "sue" medaglie olimpiche

Alessandra Sensini:"Le medaglie sono tanta fatica e sacrificio, allenamento intenso per tutto il quadriennio"

Malcesine: Brontolo di Filippo Pacinotti al comando nell'Europeo Melges 20

Il day 2 del Campionato Europeo Melges 20 di Malcesine è una giornata da incorniciare per l'equipaggio di Brontolo Racing guidato dall'armatore anconetano Filippo Pacinotti

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Concluso sul Garda il CICO 2019

Gli atleti delle dieci classi olimpiche riprenderanno adesso il loro cammino versoTokyo 2020, che passerà prima dalla conquista della qualifica per la nazione laddove manca, e del tanto ambito posto in squadra

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci