lunedí, 20 maggio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

orc    manifestazioni    kite    este 24    optimist    tre golfi    altura    cnsm    la cinquecento    rs aero    politica    assonat    star    finn    nomine    leggi e regolamenti    regate    porti    trasporto marittimo   

THE OCEAN RACE

The Ocean Race: 11th Hour Racing Team e Biotherm sul traguardo di Itajai

the ocean race 11th hour racing team biotherm sul traguardo di itajai
redazione

Come ha detto lo skipper Charlie Enright, non era il risultato che desideravano, ma è stato comunque un grande risultato. 

Enright si riferiva al terzo posto ottenuto nella Leg 3 da 11th Hour Racing Team, che ha lottato contro una serie di problemi tecnici sempre più gravi, dai primi momenti dopo la partenza a Città del Capo fino al traguardo di Itajaí. 

A un certo punto, mentre il team si avvicinava alle latitudini meridionali prima del gate con danni a entrambi i timoni (i team ne portano uno di rispetto), non era chiaro se sarebbe stato in grado di continuare, o per quanto tempo. 

Ma Enright e il suo equipaggio hanno continuato a reagire, a trovare soluzioni per le riparazioni e infine a raggiungere Itajaí nel bagliore dell'alba di mercoledì mattina. Dopo una tappa difficile, l'equipaggio è apparso estremamente felice di raggiungere terra.

"È sicuramente una sensazione di positività e di conquista, più di quanto potessi immaginare", ha dichiarato Charlie Enright. "Questa tappa è stata estenuante. È stata la prova più difficile.

"Non è andata come avremmo voluto. Ma credo che tutti i team avrebbero detto lo stesso. È stata estremamente impegnativa. Ha messo alla prova persone e barche.

"La resilienza dimostrata dal nostro gruppo è stata assolutamente eccezionale. A volte è necessario essere più forti nei momenti più difficili e sono davvero orgoglioso del nostro team".

Meno di tre ore dopo, con il sole del mattino a picco, è stato il turno di Biotherm, che ha tagliato la linea del traguardo in quarta posizione. Come avvenuto per i velisti di 11th Hour Racing Team, è stato chiaro dai sorrisi a bordo che il team si sentiva orgoglioso di aver affrontato la tappa più lunga nella storia di The Ocean Race e di essere stato all'altezza di tutte le sfide incontrate sul cammino.

"Sono soprattutto molto, molto felice", ha dichiarato lo skipper Paul Meilhat. "Siamo riusciti a portare nel sud una barca nuovissima e abbiamo dovuto affrontare molti problemi per arrivare fin qui. Naturalmente, sono anche un agonista e quindi non posso dire di essere molto contento del quarto posto. Ma so cosa abbiamo passato per arrivare fin qui e nel complesso il bilancio è molto positivo". "

Entrambe le barche hanno subito danni significativi durante la navigazione da Città del Capo, come la randa e i timoni di 11th Hour Racing Team, o il foil e la scassa di sinistra e la via d'acqua dallo scafo di Biotherm.

La corsa per essere pronti per la tappa 4 è quindi iniziata. Prima ancora che le cime d'ormeggio delle barche fossero fissate in banchina, lo shore team e i tecnici erano già saliti a bordo per dare un'occhiata a ciò che li attende. 

Le barche devono essere varate prima delle regate pro-am che si terranno a Itajaí tra due settimane. È un lavoro impegnativo.

Nella classifica generale a punti, Team Malizia ha preso il secondo posto davanti a 11th Hour Racing Team per un solo punto. Ma più della metà dei punti della regata sono ancora disponibili nelle altre tappe, man mano che le squadre proseguiranno la loro corsa verso il gran finale di giugno a Genova.

Classifica della Leg 3
1. Team Malizia -- 5 punti 
2. Team Holcim PRB -- 4 punti 
3. 11th Hour Racing Team -- 3 punti 
4. Biotherm -- 2 punti 
5. GUYOT environnement - Team Europe -- DNF -- 0 punt

Classifica overall (dopo la Leg 3)
1. Team Holcim-PRB -- 19 punti 
2. Team Malizia -- 14 punti 
3. 11th Hour Racing Team -- 13 punti 
4. Biotherm -- 10 punti 
5. GUYOT environnement - Team Europe -- 2 punti


05/04/2023 16:34:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

41° Trofeo Rosa dei Venti: vittoria per Demon X

Demon X si aggiudica il 41° Trofeo Rosa dei Venti organizzato al Villaggio del Pescatore - Duino Aurisina - dalla Società Nautica Laguna.Anywave jr vince il Trofeo Bolina Sail con l’equipaggio più giovane e con più donne a bordo

Este 24 all'Argentario per il Campionato Italiano

La Classe Este 24 è pronta per il suo 30° Campionato Italiano nelle acque dell’Argentario, a Porto Santo Stefano, dove già è stata protagonista nel week end di fine aprile in occasione della Coastal Race

Caorle: è festa grande per "La Cinquecento"

Dal 26 maggio al 1 giugno andrà in scena la 50°edizione de La Cinquecento Trofeo Pellegrini, la classicissima prova offshore sulla rotta Caorle-Sansego-Isole Tremiti-Sansego e ritorno. Tante le iniziative che coinvolgono la città

A Viareggio il VI Trofeo Seven Stars- Memorial Puosi

Appuntamento nel week end a Viareggio per un classico appuntamento voluto dalla famiglia Mugnaini e riservato alle Star e ai Finn

Porto Rotondo: al Nox Oceani gli RS Aero

RS Aero: dalla nazionale di Porto Rotondo alla regata Internazionale di Cannobio nel prossimo week end

La Rotta dei Florio la vince Quattrogatti

È Quattrogatti, il Comet 45s race di Andrea Casini, battente bandiera della Società Canottieri Palermo, ad aggiudicarsi la terza edizione del trofeo “La Rotta dei Florio”

Alla Velica Viareggina prosegue il Campionato di Primavera Star 2024

Giorgio Gallo e Alberto Mugnaini in testa dopo la seconda tappa. Enrico Chieffi con Claudio Parboni vincono le due regate di manche. Nel prossimo fine settimana a Viareggio il VI Trofeo Seven Stars- Memoria Puosi

Community della Spezia: in quattro punti un serio progetto di rilancio del porto

La Community portuale della Spezia rilancia e lo fa tracciando i quattro obiettivi strategici per i quali si impegna a lottare in stretta simbiosi con l’Autorità di Sistema Portuale e lanciando un preciso segnale: “basta parole, è il momento dei fatti”

Mondiale Nacra 17: Tita-Banti d’oro e Ugolini-Giubilei bronzo

Solo gli inglesi Gimson-Burnet si contrappongono ai due equipaggi italiani conquistando l'argento

Tre Golfi: il riscatto di Arca SGR

Dopo una battaglia senza esclusioni di colpi durata quasi 20 ore il maxi 100 italiano Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team trionfa alle Regata dei Tre Golfi conquistando in un vero e proprio fotofinish la line honours dell’edizione 2024

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci