lunedí, 22 aprile 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

ufo22    swan    class 40    niji 40    regate    melges 24    america's cup    interviste    guardia costiera    turismo    trofeo princesa sofia    cnsm    la duecento    foiling    il moro di venezia    vela paralimpica    confindustria nautica   

ARKEA ULTIM CHALLENGE

Arkea Ultim Challenge: Edmond de Rothschild è ripartito da Horta

arkea ultim challenge edmond de rothschild 232 ripartito da horta
redazione

Dopo tre giorni di attesa a Horta, nella marina principale dell'isola di Faial, il Maxi Edmond de Rothschild ha ripreso il largo sabato 24 febbraio alle 10:45 UTC, il che equivale a una sosta di circa settantotto ore. Charles Caudrelier si era inizialmente rifugiato alle Azzorre all'alba di mercoledì 21 febbraio per far passare il maltempo nell'Atlantico settentrionale durante l'avvicinamento a Brest. Sebbene si preveda che le condizioni saranno vivaci per tutte le 1.200 miglia che il leader dell'Arkea Ultim Challenge deve ancora percorrere fino al traguardo, sono ora ritenute accettabili dallo skipper di Gitana Team e dal suo Team. Si preannuncia un passaggio prudente nella coda tempestosa di una depressione, con una nuova data di arrivo a Brest stimata tra lunedì sera e martedì mattina.


VIDEO RIPARTENZA https://www.youtube.com/watch?v=mNvBzBSkX5g

La pazienza è una virtù

Essere in modalità gara mentre si è sulla terraferma è un esercizio molto più difficile di quanto possa sembrare, soprattutto a 1.200 miglia dal traguardo di una circumnavigazione del globo. Questa pausa di pochi giorni, imposta dalle previsioni meteorologiche dopo 44 giorni di navigazione e dopo aver percorso più di 27.000 miglia, è piuttosto particolare ma non inedita. I velisti di tutto il mondo, e Charles Caudrelier in primis, sanno che in questo periodo dell'anno il Golfo di Biscaglia spesso si rifiuta di essere “collaborativo”.  

Le condizioni del vento e lo stato del mare, in particolare a nord delle Azzorre e più avanti nel Golfo di Biscaglia, stanno richiedendo molto lavoro per essere decifrate, mentre il team cerca di trovare una traiettoria decente con condizioni di navigazione accettabili per il velista e il suo gigante di 32 metri, come spiega Erwan Israël (router): "Abbiamo dovuto lasciar passare un sistema di bassa pressione molto esteso che si chiama Louis, ma che la cellula di rotta qui chiama L1. Tuttavia, ciò che ci interessa più direttamente oggi è un'altra depressione (L2, ndr). Si tratta di un sistema molto meno vasto del precedente, ma ancora molto vigoroso, con 50 nodi misurati a ovest al largo della Bretagna domenica. In realtà, L2 è una vecchia depressione tropicale, creatasi nel Golfo del Messico diversi giorni fa, che ha rimbalzato lungo la costa degli Stati Uniti per poi risalire a sud di Terranova. Si è agganciata al treno di depressioni nell'Atlantico settentrionale a sud della Groenlandia e ora si sta dirigendo verso l'Europa. Nei prossimi giorni, l'obiettivo è quello di fare strada tra l'alta pressione delle Azzorre, che si sta nuovamente posizionando, e questa depressione, che ci precederà. Per questo motivo, Charles dovrà navigare in modo piuttosto prudente e lento, perché navigando nella coda del sistema dovremmo essere in grado di mantenerci abbastanza lontani da esso per evitare di cadere di nuovo in condizioni troppo forti".

Durante questa sosta di tre giorni, il Maxi Edmond de Rothschild ha naturalmente perso gran parte del suo vantaggio sugli avversari. Mercoledì mattina, al suo arrivo alle Azzorre, il leader del giro del mondo aveva un vantaggio di 2.137 miglia su Sodebo Ultim 3 e 3.130 miglia sul Maxi Banque Populaire XI. Questo sabato all'ora di pranzo, Charles Caudrelier lascerà Horta con quasi 1.500 miglia di vantaggio sul suo rivale più vicino, Thomas Coville, e oltre 2.000 miglia su Armel Le Cléac'h, che completa questo podio provvisorio. Si tratta comunque di un vantaggio confortevole, vista la distanza ancora da percorrere.

 


24/02/2024 17:12:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caorle, La Duecento: già 90 barche a 15 giorni dalla partenza

A due settimane dal via de La Duecento, gli iscritti raggiungono quota 90 imbarcazioni, un record assoluto per la regata del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle che festeggia quest’anno la 30°edizione

America's Cup: anche Ineos Britannia è bellissima!!!

Rivelata la barca che tutti i fan britannici sperano abbia la migliore possibilità di vincere la 37ª America's Cup di Louis Vuitton in 173 anni di vani tentativi

Medaglia d’Oro al Valore Atletico per gli uomini del Moro di Venezia

Mercoledì 17 aprile alle ore 12.00, presso il Centro di Preparazione Olimpica Acquacetosa a Roma l’equipaggio de Il Moro di Venezia è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valore Atletico alla presenza del Ministro dello Sport e i giovani Andrea Abodi

Gli Swan ripartono da Scarlino

ClubSwan Racing conferma le eccezionali sedi del 2024 per Swan One Design in giro per il Mediterraneo. La Rolex Swan Cup a Porto Cervo a settembre rappresenta il clou della stagione con l'atteso Swan One Design Worlds di ottobre

Alinghi Red Bull Racing: l'America's Cup è un lavoro di squadra

Alinghi Red Bull Racing ha presentato ufficialmente BoatOne, l’AC75 con il quale parteciperà alle regate di selezione per la 37ma America’s Cup. Si sono esibiti gli artisti acrobati Castellers che hanno realizzato una spettacolare torre umana

Marina Genova, dal 17 al 19 maggio 2024 il 2° Classic Boat Show

Dal 17 al 19 maggio il porto turistico internazionale Marina Genova ospiterà la seconda edizione del Classic Boat Show, il Salone dedicato alla marineria tradizionale che si svolgerà in contemporanea a Yacht & Garden

Cagliari: conclusa la 2a tappa della Coppa Italia iQFoil

Si è conclusa nel mare del Poetto di Cagliari dopo tre giornate di brezza leggera, la seconda tappa di coppa Italia organizzata dal Windsurfing Club Cagliari e dalla Fiv

Il J24, Marina di Carrara: La Superba vince la Regata Nazionale J24 - Trofeo Menchelli

Sette prove e diciotto equipaggi per la manche ben organizzata dal Club Nautico Marina di Carrara valida anche come Coppa Italia 2024 e Trofeo Fabio Apollonio. Il Circuito Nazionale J24 proseguirà nelle acque labroniche il 27 e il 28 aprile

2.4mR, Jesolo: con fatica ma la spunta Antonio Squizzato

Il campione italiano in carica Antonio Squizzato non ha avuto vita facile in acqua, incalzato dall’atleta svizzero Urs Infanger, conquistando alla fine la vittoria con quattro primi e due secondi posti

Viareggio: Bonanno e Serravalle vincono il Campionato di Flotte Star 2024

A Viareggio si è concluso dopo quattro tappe la manifestazione proposta dalla Società Velica Viareggina. Le prime due prove del Campionato di Primavera Finn sono invece state vinte da Stefano Giaconi e da Italo Bertacca

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci