sabato, 13 aprile 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    ocean globe race    barcolana    regate    ilca 4    cambusa    scuola    normative    iqfoil    ambiente    circoli velici    mini 6.50    niji 40    fincantieri    este 24   

ARKEA ULTIM CHALLENGE

Arkea Ultim Challenge: Edmond de Rothschild è ripartito da Horta

arkea ultim challenge edmond de rothschild 232 ripartito da horta
redazione

Dopo tre giorni di attesa a Horta, nella marina principale dell'isola di Faial, il Maxi Edmond de Rothschild ha ripreso il largo sabato 24 febbraio alle 10:45 UTC, il che equivale a una sosta di circa settantotto ore. Charles Caudrelier si era inizialmente rifugiato alle Azzorre all'alba di mercoledì 21 febbraio per far passare il maltempo nell'Atlantico settentrionale durante l'avvicinamento a Brest. Sebbene si preveda che le condizioni saranno vivaci per tutte le 1.200 miglia che il leader dell'Arkea Ultim Challenge deve ancora percorrere fino al traguardo, sono ora ritenute accettabili dallo skipper di Gitana Team e dal suo Team. Si preannuncia un passaggio prudente nella coda tempestosa di una depressione, con una nuova data di arrivo a Brest stimata tra lunedì sera e martedì mattina.


VIDEO RIPARTENZA https://www.youtube.com/watch?v=mNvBzBSkX5g

La pazienza è una virtù

Essere in modalità gara mentre si è sulla terraferma è un esercizio molto più difficile di quanto possa sembrare, soprattutto a 1.200 miglia dal traguardo di una circumnavigazione del globo. Questa pausa di pochi giorni, imposta dalle previsioni meteorologiche dopo 44 giorni di navigazione e dopo aver percorso più di 27.000 miglia, è piuttosto particolare ma non inedita. I velisti di tutto il mondo, e Charles Caudrelier in primis, sanno che in questo periodo dell'anno il Golfo di Biscaglia spesso si rifiuta di essere “collaborativo”.  

Le condizioni del vento e lo stato del mare, in particolare a nord delle Azzorre e più avanti nel Golfo di Biscaglia, stanno richiedendo molto lavoro per essere decifrate, mentre il team cerca di trovare una traiettoria decente con condizioni di navigazione accettabili per il velista e il suo gigante di 32 metri, come spiega Erwan Israël (router): "Abbiamo dovuto lasciar passare un sistema di bassa pressione molto esteso che si chiama Louis, ma che la cellula di rotta qui chiama L1. Tuttavia, ciò che ci interessa più direttamente oggi è un'altra depressione (L2, ndr). Si tratta di un sistema molto meno vasto del precedente, ma ancora molto vigoroso, con 50 nodi misurati a ovest al largo della Bretagna domenica. In realtà, L2 è una vecchia depressione tropicale, creatasi nel Golfo del Messico diversi giorni fa, che ha rimbalzato lungo la costa degli Stati Uniti per poi risalire a sud di Terranova. Si è agganciata al treno di depressioni nell'Atlantico settentrionale a sud della Groenlandia e ora si sta dirigendo verso l'Europa. Nei prossimi giorni, l'obiettivo è quello di fare strada tra l'alta pressione delle Azzorre, che si sta nuovamente posizionando, e questa depressione, che ci precederà. Per questo motivo, Charles dovrà navigare in modo piuttosto prudente e lento, perché navigando nella coda del sistema dovremmo essere in grado di mantenerci abbastanza lontani da esso per evitare di cadere di nuovo in condizioni troppo forti".

Durante questa sosta di tre giorni, il Maxi Edmond de Rothschild ha naturalmente perso gran parte del suo vantaggio sugli avversari. Mercoledì mattina, al suo arrivo alle Azzorre, il leader del giro del mondo aveva un vantaggio di 2.137 miglia su Sodebo Ultim 3 e 3.130 miglia sul Maxi Banque Populaire XI. Questo sabato all'ora di pranzo, Charles Caudrelier lascerà Horta con quasi 1.500 miglia di vantaggio sul suo rivale più vicino, Thomas Coville, e oltre 2.000 miglia su Armel Le Cléac'h, che completa questo podio provvisorio. Si tratta comunque di un vantaggio confortevole, vista la distanza ancora da percorrere.

 


24/02/2024 17:12:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Palermo: conclusa la decima edizione della regata "Una Vela Senza Esclusi"

Si è conclusa oggi, Domenica 7 Aprile, la decima edizione della regata velica Una Vela Senza Esclusi, tappa del Campionato Regionale Vela Paralimpica Hansa 303 organizzato dalla Lega Navale Italiana - Sezione Palermo

Caorle: terminata una combattutissima "Ottanta"

Oryx Line Honour X2, Irina Xtutti. In ORC vittoria assoluta di Demon-X X2 e Farraway Xtutti

Ocean Globe Race: Translated 9 si ritira

Si sono riaperte le crepe nello scafo riparate a seguito di un urto con un oggetto sommerso e la barca si dirige verso il Portogallo pronta, se necessario, all'abbandono della nave

Circuito Nazionale Este24, il primo acuto è di Milù4 di Andrea Pietrolucci

Dopo una serie di weekend impegnativi dal punto di vista meteorologico, la flotta degli Este24 si è ritrovata a Santa Marinella per la nuova stagione, come sempre ricca di eventi e di novità

Niji40: partono in testa Alberto Riva e Andrea Fornaro

I due italiani sono ai primi due posti, con Acrobatica di Alberto Riva che precede di poco Influence 2 di Andrea Fornaro

Niji 40 finita per Matteo Sericano

Infortunio a bordo, Sericano e Tyrolit si ritirano dalla Niji 40 e puntano alle prossime regate. Matteo Sericano e Luca Rosetti hanno condotto la barca in porto a Gijon per consentire le cure a Giovanni Licursi che è stato trasferito in Ospedale

A Palma è l'Italia la "Princesa"

Vola la vela italiana a Palma di Maiorca con due ori e due argenti conquistati nel Trofeo Princesa Sofia

Garda: gran finale dell’OpenSkiff Eurochallenge #1e della regata Internazionale RS Aero

Nell'OpenSkiff under 15 la spunta il francese Ganivet, secondo Gianluca Pilia; il polacco Staron ha la meglio negli under 17. Francesca Ramazzotti, Elias Nonnis e Nick Craig sul gradino più alto del podio assoluto RS Aero 5, 6 e 7

Adriatica torna in Mediterraneo con un "occhio" all'ambiente

Adriatica, l’iconica barca rossa che ha dato vita a “Velisti per Caso”, di Patrizio Roversi e Syusy Blady, torna a navigare nel Mediterraneo e lo fa con “Le Vele del Panda”, progetto di WWF e Sailsquare, per la tutela e salvaguardia della fauna marina

Open Skiff Eurochallenge - RS Aero: primi due giorni favolosi con bel vento e sole

Prime posizioni internazionali con Italia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Polonia, Irlanda leader nelle varie classi e categorie

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci