sabato, 13 aprile 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    ocean globe race    barcolana    regate    ilca 4    cambusa    scuola    normative    iqfoil    ambiente    circoli velici    mini 6.50    niji 40    fincantieri    este 24   

ARKEA ULTIM CHALLENGE

Charles Caudrelier vince l'Arkea Ultim Challenge

charles caudrelier vince arkea ultim challenge
redazione

Il solitario francese Charles Caudrelier, skipper del Maxi Edmond de Rothschild, ha attraversato la linea di arrivo al largo della costa di Brest, questo martedì mattina alle 8h 37mn 42s ora locale (UTC+1), vincendo l'ARKEA ULTIM CHALLENGE-Brest, la prima gara mai disputata in solitario su multiscafi intorno al mondo, corsa sui giganteschi trimarani di classe ULTIM, lunghi 32 metri.

Il leader della gara, che non è stato mai più sfidato per la leadership della gara dalla notte del 17 gennaio, trionfa nella prima edizione di questa gara senza precedenti. Prima di rallentare per evitare una tempesta gigantesca al Capo Horn, Caudrelier si trovava in vantaggio rispetto al tempo necessario per stabilire un nuovo record assoluto di circumnavigazione in solitario.

Il tempo fatto segnare è di 50 giorni 19 ore 07 minuti 47 secondi dall'uscita da Brest il 7 gennaio.

Dopo un emozionante duello testa a testa con il ventiseienne Tom Laperche nel Sud Atlantico, Caudrelier, che ha compiuto 50 anni lunedì, ha ampliato il divario a oltre 2500 miglia davanti al suo più stretto rivale dopo che Laperche ha dovuto ritirarsi a Città del Capo a causa di danni causati da una collisione.

Lungo il suo percorso, Caudrelier ha stabilito un nuovo record per l'Oceano Indiano e poi ha dimostrato di saper moderare il suo passo per prendersi cura del suo tecnologico trimarano volante ULTIM e dare a sé stesso e alla squadra la migliore possibilità di completare il percorso di 24.260 miglia nautiche.

Con un considerevole vantaggio, Caudrelier ha messo in pausa la sua gara - navigando a velocità molto basse per oltre 36 ore nel Pacifico orientale - per evitare una tempesta al Capo Horn e successivamente ha atteso la fine della tempesta Louis, fermandosi in sicurezza alle Azzorre la scorsa settimana per evitare eventuali rischi aggiuntivi che avrebbero potuto mettere in pericolo la sua vittoria.

Questo successo premia più di dieci anni di impegno da parte della squadra Edmond de Rothschild Gitana. Hanno lavorato inizialmente dal 2011 con un MOD70 su cui hanno sviluppato il programma di foil multiscocca prima di lanciare l'innovativo Ultim progettato da Verdier nel 2017.

Arrivato due anni dopo insieme al co-skipper Franck Cammas, Caudrelier, doppio vincitore dell'Ocean Race (una volta come skipper), ha contribuito alla continua evoluzione e ottimizzazione della barca e la barca ha accumulato il più vasto palmares della classe con alcune grandi vittorie con Caudrelier, tra cui la Brest Atlantique (2019), la Fastnet (2019 e 2021), la Transat Jacques Vabre (2021), la Finistère Atlantique (2022) e la prestigiosa Route du Rhum in solitario (2022).

Dopo una frustrante Transat Jacques Vabre lo scorso autunno, caratterizzata da numerosi danni tra cui problemi al sistema di sterzo e a un foil, con un terzo posto finale, il Team ha lavorato duramente per riparare e prepararsi per questa gara.

"Ho avuto le mie lotte ma so che le cose stanno cambiando," ha detto Caudrelier prima dell'inizio dell'ARKEA ULTIM CHALLENGE-Brest.

Fin dai primi giorni di questa gara ha dovuto affrontare anche piccoli problemi, tra cui una rottura nel suo fairing anteriore. Anche se è riuscito a catturare una corsa da sogno sfruttando una bassa pressione dal Sud Atlantico fino al sud dell'Australia, la seconda metà della sua gara è stata molto più problematica, compresa la sua pausa prima del Capo Horn e la sua sosta strategica nelle Azzorre la scorsa settimana.

Questo è il più grande successo individuale di Caudrelier e finalmente realizza i suoi sogni giovanili di vincere una gara in solitario intorno al mondo. Aggiungendosi alle sue vittorie nell'Ocean Race, questa corsa conferma ulteriormente come Charles sia uno dei migliori skipper tra i grandi francesi.

La vittoria di Charles Caudrelier in cifre

Tempo di arrivo: 8 h 37 min 42 sec Tempo di gara: 50 giorni 19 ore 7 min 42 sec Miglia percorse: 28 938,03 miglia Velocità media effettiva: 23,74 nodi Velocità media sul percorso teorico: 19,93 nodi

 


27/02/2024 10:59:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Palermo: conclusa la decima edizione della regata "Una Vela Senza Esclusi"

Si è conclusa oggi, Domenica 7 Aprile, la decima edizione della regata velica Una Vela Senza Esclusi, tappa del Campionato Regionale Vela Paralimpica Hansa 303 organizzato dalla Lega Navale Italiana - Sezione Palermo

Caorle: terminata una combattutissima "Ottanta"

Oryx Line Honour X2, Irina Xtutti. In ORC vittoria assoluta di Demon-X X2 e Farraway Xtutti

Ocean Globe Race: Translated 9 si ritira

Si sono riaperte le crepe nello scafo riparate a seguito di un urto con un oggetto sommerso e la barca si dirige verso il Portogallo pronta, se necessario, all'abbandono della nave

Circuito Nazionale Este24, il primo acuto è di Milù4 di Andrea Pietrolucci

Dopo una serie di weekend impegnativi dal punto di vista meteorologico, la flotta degli Este24 si è ritrovata a Santa Marinella per la nuova stagione, come sempre ricca di eventi e di novità

Niji40: partono in testa Alberto Riva e Andrea Fornaro

I due italiani sono ai primi due posti, con Acrobatica di Alberto Riva che precede di poco Influence 2 di Andrea Fornaro

Niji 40 finita per Matteo Sericano

Infortunio a bordo, Sericano e Tyrolit si ritirano dalla Niji 40 e puntano alle prossime regate. Matteo Sericano e Luca Rosetti hanno condotto la barca in porto a Gijon per consentire le cure a Giovanni Licursi che è stato trasferito in Ospedale

A Palma è l'Italia la "Princesa"

Vola la vela italiana a Palma di Maiorca con due ori e due argenti conquistati nel Trofeo Princesa Sofia

Garda: gran finale dell’OpenSkiff Eurochallenge #1e della regata Internazionale RS Aero

Nell'OpenSkiff under 15 la spunta il francese Ganivet, secondo Gianluca Pilia; il polacco Staron ha la meglio negli under 17. Francesca Ramazzotti, Elias Nonnis e Nick Craig sul gradino più alto del podio assoluto RS Aero 5, 6 e 7

Adriatica torna in Mediterraneo con un "occhio" all'ambiente

Adriatica, l’iconica barca rossa che ha dato vita a “Velisti per Caso”, di Patrizio Roversi e Syusy Blady, torna a navigare nel Mediterraneo e lo fa con “Le Vele del Panda”, progetto di WWF e Sailsquare, per la tutela e salvaguardia della fauna marina

Open Skiff Eurochallenge - RS Aero: primi due giorni favolosi con bel vento e sole

Prime posizioni internazionali con Italia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Polonia, Irlanda leader nelle varie classi e categorie

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci