domenica, 26 maggio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

class 40    optimist    29er    la cinquecento    cnsm    attualità    maxi    tre golfi    regate    foil    rigasa    ambiente    porti    conftrasporto    america's cup    leggi e regolamenti    vele d'epoca    star   

ARKEA ULTIM CHALLENGE

Arkea Ultim Challenge: quarto posto per Anthony Marchand

arkea ultim challenge quarto posto per anthony marchand
Roberto Imbastaro

Lo skipper francese Anthony Marchand si è classificato al quarto posto nell'ARKEA ULTIM CHALLENGE - Brest tagliando il traguardo di Brest ieri pomeriggio alle ore 14:08:21 UTC sul suo ULTIM Actual Ultim 3.

Marchand, che ha compiuto 39 anni durante la regata, ha dovuto fermarsi due volte per fare riparazioni tecniche: una volta a Città del Capo dopo aver perso il suo foil di dritta, poi a Dunedin, in Nuova Zelanda, a causa di problemi con il meccanismo del suo foil di sinistra. Anthony  ha praticamente corso senza i foil e quindi la sua prestazione è stata veramente notevole, completando il giorno del mondo in poco più di due mesi.

Hai appena completato una gara intorno al mondo in 64 giorni, come ti senti?

Ho sognato di concludere questa gara ma ho anche temuto questo momento. È sempre strano rivedere i volti, la mia famiglia, il team, i partner, il pubblico. So che mi hanno sostenuto durante tutta questa gara e sono felice di essere qui. Non è stato facile. Dopo Città del Capo, non ho potuto usare i miei due foil e queste barche non sono proprio fatte per navigare senza un foil. Ci si abitua a tutto. E ce ne rendiamo davvero conto solo quando attraversiamo la linea del traguardo qui a Brest e realizziamo che abbiamo dovuto mettere così tanta energia per tornare qui al traguardo.

È una gara in solitario ma si tratta di lavoro di squadra?

Sì, questi progetti sono completamente basati sul lavoro di squadra, e sappiamo bene che ci sono persone là fuori che ci sostengono. Per ogni piccolo problema, il team è lì sempre, giorno e notte. Ogni cosa che viene riparata è il risultato del lavoro di squadra collettivo ed è fantastico. Gareggiamo in solitario intorno al mondo, ma questo risultato è davvero raggiunto come squadra. Queste sono grandi avventure. Non si può che crescere da questa esperienza, che includa tutti alla Actual, il team e me. Ci è voluto più tempo del previsto ma per me sono stati 64 giorni di preparazione per il prossimo.

Ti sei divertito durante questa gara?

Inevitabilmente si prova molto piacere perché queste sono davvero barche favolose. La vela a volte può essere uno sport ingrato e doloroso, ma è per questo che veniamo. Non è mai facile, sempre difficile, ma è per questo che navighiamo, per essere spinti ai nostri limiti e vedere quanto lontano possiamo arrivare.

Sei riuscito a seguire il resto della gara?

Ho guardato tutte le loro trasmissioni in diretta, erano i miei piccoli momenti. Sono orgoglioso per tutti i ragazzi che hanno finito, sono tre grandi progetti, tre macchine magnifiche. Penso che non sia stato facile per loro ma questa è stata una vera gara intorno al mondo per tutti e complimenti a tutti. Ognuno ha viaggiato per il mondo a modo suo e c'è ancora Eric che arriva mercoledì. Sono grandi storie!

Come ti sei sentito alla linea del traguardo?

Non mi aspettavo di piangere, ma quando ho visto che tagliavo la linea, non riuscivo a controllare nulla, ho cominciato a piangere, quasi per scaricare i nervi. Penso che sia un sollievo. Non perché sia un sollievo, ma perché ci si sforza molto per gareggiare intorno al mondo. Passiamo due mesi su una barca con allarmi che suonano ogni cinque minuti, sempre, sempre, sempre in ascolto in allerta costante; è uno stress continuo. Sai quando attraversi la linea del traguardo che tutto è finito, è fatto. Ti rilassi e ti godi il momento.

Ti ha sorpreso la tua capacità di rimanere sempre in corsa?

Sì e no, avevo già imparato quanto sia duro alla Solitaire du Figaro

Quali sono le immagini più forti della tua gara intorno al mondo?

Ce ne sono due. La partenza e subito dopo la linea di partenza. Sono stati momenti magnifici in cui tutti stavamo spingendo forte ed è stato magico. E poi il traguardo. Ci sono state molte immagini importanti durante il passaggio, tra tutte sicuramente Capo Horn. ph. Alexis Courcoux

 


12/03/2024 08:45:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Villasimius: al via il Sardinia Challenge, il Trofeo Kinder Joy of Moving e la Coppa Italia WingFoil

Dal 23 al 26 maggio Villasimius ospita il Sardinia Challenge, una serie di eventi legati al mondo della vela che comincia con la terza tappa del Trofeo Kinder Joy of Moving - Coppa Touring

Sugar 3 di Ott Kikkas vince il Campionato ORC del Mediterraneo

Ott Kikkas:"Abbiamo partecipato con un equipaggio misto estone e italiano che ha fatto un lavoro fantastico, sono davvero soddisfatto di loro, in particolare delle nostre leggende a bordo come Sandro Montefusco e Matteo Ivaldi"

Napoli: gli “Scugnizzi a Vela” varano la Nave Scuola Matteo Caracciolini

Ammiraglio Vitiello: “Il mare palestra e opportunità per insegnare regole”. Il Sindaco Manfredi: “Organizzazioni e istituzioni per una seconda opportunità”. Si festeggia la contrattualizzazione di due “Scugnizzi”

Sardinia Challenge: a Villasimius il Trofeo Kinder e la Coppa Italia WingFoil

Dal 23 al 26 maggio prossimi, Villasimius ospita il Sardinia Challenge, una serie di eventi legati al mondo della vela che comincia con la terza tappa del Trofeo Kinder Joy of Moving - Coppa Touring

Class 40: Sericano e Rosetti in lizza per la Paprec 600

Le belle regate per i Class 40 esistono e le fanno i francesi. Il Trophée Mediterranée ha completamente snobbato la Roma per 2 ed ora le barche sono in acqua per questa bella regata che parte da Saint Tropez e si snoda tra le isole toscane

A Barcellona l'America's Cup si tinge di rosa con Puig

Il trofeo della Puig Women's America's Cup presentato a Barcellona

Marina Genova, concluso il 2° Classic Boat Show

Conclusa la seconda edizione del Classic Boat Show, la mostra-mercato rivolta al mondo della marineria tradizionale tenutasi dal 17 al 19 maggio 2024 presso il Marina Genova in contemporanea a Yacht & Garden

Draghetto di Enrico de Crescenzo è il 30° Campione Italiano ESTE 24

La barca del C.C.ANIENE, conferma la forza del sodalizio capitolino in questa classe, prendendo l’eredità di Ridecosì e di Aniene Young, predecessori vincenti di quattro titoli italiani

Protagonist: vittoria per El Moro alla 26ma Gentlemen's Cup

Nel weekend del 18-19 Maggio si è disputata la 26^ edizione della Gentlement’s Cup, campionato Open per Armatori Timonieri organizzato dal Circolo Vela Gargnano, quinto appuntamento per la Classe Protagonist per il circuito Bossong Sailing Series

Viareggio, classe Star: Chieffi e Colaninno firmano il VI Trofeo Seven Stars

Enrico Chieffi e Nando Colaninno firmano il VI Trofeo Seven Stars -Memorial Sergio Puosi nella classe Star, Andrea Poli vince nei Finn

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci