martedí, 13 aprile 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    roma x due    swan 36    confindustria nautica    windsurf    cnsm    ambiente    mini 6.50    j70    traghetti   

FIGARO

Solo Maître CoQ: Pierre Quiroga vince la tappa, Tom Laperche la classifica generale

solo ma 238 tre coq pierre quiroga vince la tappa tom laperche la classifica generale
redazione

La grande tappa finale del Solo Maître CoQ è stata una tappa vera e anche abbastanza complessa. Ci sono state varie situazioni: arie leggere, venti forti e salti improvvisi che hanno reso la tappa estremamente tecnica. Questa è  stata una manna  per i pezzi grossi del circuito che, dopo una prima fuga al largo dell'Ile de Ré, hanno ampliato il loro vantaggio sulla seconda metà del gruppo al largo di Les Birvideaux, dove hanno preso il largo a velocità supersonica, mentre i loro rivali hanno combattuto a lungo controvento. In questa fase della gara, in modalità "sottomarino", dovevano riuscire a mantenere un ritmo infernale, saldamente attaccati al timone, per riuscire a condurre il gioco. Pierre Quiroga (Skipper Macif 2019) ha navigato in modo impeccabile in ciascuno dei periodi chiave della regata, firmando una chiara vittoria con l’arrivo questo sabato, alle 06:35, quasi trenta minuti davanti a Xavier Macaire (Groupe SNEF) e quasi un'ora davanti a Tom Laperche (Bretagne - CMB Performance). In classifica generale, quest'ultimo è risultato primo davanti ad Alan Roberts (Seacat Services) e  a Gildas Mahé (Breizh Cola), aggiungendo il suo nome alla lista dei vincitori per la seconda volta consecutiva.

La prima parte del percorso - un anello di 340 miglia con partenza e arrivo a Les Sables d'Olonne via Ré, Belle-Ile e Yeu - sembrava essere cruciale, poiché lo scenario meteorologico prometteva poche opportunità di recuperare terreno. Bisogna dire che il giro dell'Ile de Ré è stato un passaggio difficile e di alto livello tattico e Pierre Quiroga è stato, senza dubbio, il più audace in questo. Ha poi preso il controllo della flotta e ha lasciato il suo segno sulla rotta verso Birvideaux grazie ad una traiettoria molto stretta, estendendo il suo vantaggio a 6 miglia al faro di Breton. "Mi sono davvero divertito. Ho fatto un sacco di piccole mosse, come faccio spesso, e mi sono davvero distinto dal resto della flotta. Certo, ho fatto qualche piccolo errore, ma meno degli altri", ha commentato lo skipper di Marsiglia. "Abbiamo avuto davvero di tutto in termini di vento: da zero a 30-35 nodi. Ho anche visto fino a 36 nodi nella parte alta del percorso! Abbiamo dovuto adattarci. Era davvero forte, forte, forte per scendere da Belle-Ile. Non ho quasi mai lasciato il timone da ieri, perché il pilota non riusciva a governare. Ero bloccato al timone con tutto il mio cibo e le bevande ai miei piedi per resistere fino a questa mattina", ha commentato lo skipper 2019 Macif, che ha navigato a più di 21 nodi, impostando un ritmo infernale per tenere a bada i suoi inseguitori. "Era un bordo "assassino", ma non volevo lasciarlo! È stata una gara dura, ma non volevo arrendermi", ha aggiunto Pierre, che ha visto rientrare su di lui come proiettili personaggi del calibro di Xavier Macaire e Tom Laperche, sempre molto a loro agio con il maltempo, ma che è riuscito a mantenere un buon vantaggio fino al traguardo all'alba di questa mattina. Nella classifica generale, nonostante questa bella vittoria e il suo buon secondo posto nella prima gara costiera di lunedì, Pierre finisce ai piedi del podio, a causa di un 20° posto di martedì. "Ho giocato un po’ troppo quel giorno, ma quello che mi dispiace più di tutto è che mi sono lasciato sfuggire il primo posto nella prima gara, quando l'avevo dominata. C'è stato un piccolo intoppo e Alan è passato, ma alla fine, non importa, ho mostrato alcune grandi cose e mi sono davvero divertito questa settimana", ha concluso Pierre Quiroga.

In gara per l’Italia c’è Alberto Bona su Sebago, che sta concludendo la regata in questi minuti in quindicesima posizione. 


27/03/2021 16:59:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

"Turbo" Cookson, Kuka 3 verso Lipari

Il Cookson 50 di Franco Niggeler guida la flotta contrastato unicamente dallo Swan 42 Scheggia di Nino Merola e Alberto Bona. Nella "per 2" match race tra Libertine e Mia. Gianluca Lamaro in testa nella "Riva"

Caorle: il profumo di vela torna con "La Ottanta" vinta da Hagar V

92 barche al via. Hagar V di Gregor Stimpfl Line Honour XTutti, Hauraki di Trevisan/Trevisan Line Honour X2

Mare mosso e scirocco: partirà forte la "Roma per 2"

Sono 45 le barche iscritte alla Roma per 1/2/Tutti ed alla Riva per Tutti. Partenza maschia il 10 aprile, con onda, mare molto mosso e uno scirocco che dovrebbe sfiorare i 18 nodi

Mini 6.50: partenza del Grand Prix d’Italie rinviata al 13 aprile

Iscritte 20 barche, presenti alcuni degli italiani che puntano alla Mini Transat 2021. Percorso di quasi 500 miglia che gira intorno alla Corsica e a Giannutri (percorso da rivedere)

Lo Sposalizio del Mare, un evento per tuffarsi nella Cervia del 1400

Un rito antico e suggestivo che rivive a Cervia con i costumi storici realizzati da sartorie teatrali di Bologna e Venezia con il supporto di un fondo del MIBACT

Roma per 2: Kuka 3 e Libertine mostrano subito i muscoli

Il Cookson 50 di Franco Niggeler e il Comet 45S di Marco Paolucci sono subito in testa rispettivamente nella "per tutti" e nella "per 2". Gianluca Lamaro con il J 99 Palinuro parte bene nella "Riva"

Fincantieri: Vard realizzerà 3 Service Operation Vessel

La controllata di Fincantieri si rafforza nel promettente segmento dell’eolico offshore

Ambrogio fa il Figaro

Ambrogio Beccaria navigherà in doppio con il francese Achille Nebout, a bordo di Figaro 62 Primeo Energie – Amarris. I due partiranno per la prima regata della stagione Figaro 3, la seconda edizione della Sardinha Cup (dal 7 al 17 aprile)

Yacht Club Lignano: si riparte con Laser e altura

La macchina organizzativa, a pieno ritmo per l'appuntamento Laser dell'11 aprile, è già proiettata per la regata d’altura, del 23 al 25 aprile la regata dei Due Golfi-Memorial Burgato

FIV Puglia: chiusa la lunga della Coppa dei Campioni nelle acque di Polignano

Una bella giornata di sole con mare calmo e vento leggero, 5-6 nodi da Nord è stato il più bell’avvio della III edizione della Coppa dei Campioni- Campionato Vela d’altura, prima regata di vela d’altura in Puglia dal 2019

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci