venerdí, 22 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendée globe    press    fiv    guardia costiera    ambiente    yacht club costa smeralda    america's cup    nomine    young azzurra    turismo    circoli velici   

PERSICO 69F

Persico 69F, Roberto Lacorte: "Contento di come abbiamo affrontato questa formula nuova"

persico 69f roberto lacorte quot contento di come abbiamo affrontato questa formula nuova quot
redazione

Prima regata dell’anno e prima, perentoria vittoria per Roberto Lacorte, che oggi pomeriggio, a Gargnano, sul lago di Garda, si è aggiudicato il primo Grand Prix della neonata Persico 69F Cup.

Il 52enne timoniere-armatore pisano, Vicepresidente e Amministratore Delegato dell’azienda farmaceutica PharmaNutra S.p.A. fondata nel 2003 con il fratello Andrea, affiancato a bordo da Lorenzo Bressani (fly controller) ed Enrico Zennaro (randista), ha portato alla vittoria il suo FlyingNikka 47, risultando quindi il primo vincitore assoluto del nuovo circuito di regate riservato ai Persico 69F, piccoli e moderni monoscafi volanti - poco meno di sette metri di lunghezza per tre membri di equipaggio - forniti di foil e capaci di raggiungere velocità strabilianti.

Nient’altro che la vela del futuro, una novità che non poteva non attirare l’interesse di un innovatore come Roberto Lacorte - fresco di titolo dell’Armatore-timoniere dell’anno FIV per il 2019 - che in un momento di pausa tra la fine del progetto SuperNikka (il Mini Maxi vincitore di quattro edizioni della Maxi Yacht Rolex Cup e di una 151 Miglia-Trofeo Cetilar) e l’inizio della costruzione di un nuovo Maxi progettato dall’architetto inglese Mark Mills - ha aderito con entusiasmo alla sfida mettendo in pista addirittura due barche, il FlyingNikka 47 e il FlyingNikka 74 (a bordo tre membri storici dell’equipaggio di SuperNikka: il timoniere Alessio Razeto, Lorenzo de Felice e Andrea Fornaro).

“Sono molto, molto contento. Anche oggi abbiamo vinto due regate e nell’arco di tre giorni credo che la vittoria sia stata largamente meritata, anche se non è stato affatto facile”, sono le prima parole di un raggiante Roberto Lacorte, premiato con il trofeo del vincitore nientemeno che dal leggendario argentino Santiago Lange, oro ai Giochi di Rio 2016 nel catamarano Nacra 17 dopo i due bronzi conquistati ad Atene e Pechino nel Tornado. “Abbiamo messo dietro un equipaggio che al timone poteva contare su un Olimpionico di valore come Nico Celon e non è poco, quindi la soddisfazione è davvero tanta. Sicuramente abbiamo ancora margini di miglioramento, ma sono davvero contento del livello raggiunto e di come abbiamo affrontato questa formula nuova per tutti. I complimenti anche all’equipaggio della FlyingNikka 74, che ci ha dato parecchio filo da torcere e che è riuscita a concludere sul podio”. 

 

Una sfida doppia, in rappresentanza dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, che ha esordito sul Garda nel miglior modo possibile, con la vittoria del FlyingNikka 47 condotto magistralmente dal trio Lacorte-Bressani-Zennaro - al comando della classifica generale fin dal primo giorno di regate - e con il terzo posto conquistato da FlyingNikka 74, preceduta sul podio dagli elvetici di Swiss Team che potevamo contare al timone sull’esperienza di Nicola Celon, olimpionico azzurro ai Giochi di Sydney 2000 e già Campione Europeo Match Race.

Davvero belle e avvincenti le regate, tre giorni di vela spettacolo che hanno impegnato i Persico 69F in percorsi disegnati per prediligere le andature portanti - quadrilateri con partenza al traverso, “L course” per favorire laschi e strambate - ed esaltare quindi le prestazioni di questi monoscafi volanti. 


20/07/2020 11:16:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: su e giù dai foil Luna Rossa batte Patriot

E’ stata una giornata complessa ma allo stesso tempo rivelatrice per i tre Challenger impegnati nei Round Robin della PRADA Cup per le difficili condizioni di vento leggero che hanno costretto spesso gli AC75 a scendere dai foil

America's Cup: brilla la classe di Sir Ben Ainslie

Britannia batte sia American Magic sia Luna Rossa. Le interviste a Ben Ainslie, James Spithilll e Dean Barker

Luna Rossa: salvi per il rotto della ...scuffia

Ma nonostante le apparenze la barca si è comportata bene. Contro Ineos annullata una prima regata che Luna Rossa stava conducendo e contro American Magic è stata una regata al buio per il mancato funzionamento del Racing Software

America's Cup: Patriot rientrerà solo per le semifinali

Le riparazioni del carbonio saranno effettuare in parte utilizzando boat builders locali per ricostruire i pannelli rovinati, in parte con lo shore team che si occuperà delle finiture

I vincitori del concorso fotografico "Mediterraneo, un mare da scoprire"

la giuria ha decretato i vincitori, premiati con il “celebre” Pandino di cartapesta che il WWF consegna ai suoi partner e testimoni più attenti alle tematiche ambientali e la pubblicazione delle foto sulla rivista Panda digitale

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

Young Azzurra si prepara per gli impegni sportivi del 2021

Il team sarà impegnato nella Youth Foiling World Cup e nel circuito di regate della Persico 69F Cup

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

Antonini Navi: UP40 Crossover prende forma!

Procede spedita la costruzione della prima unità UP40 di Antonini Navi, i cui lavori sono iniziati on spec i primi di dicembre scorso. La sua versione Crossover si migliora con una soluzione open dell’area poppiera, assecondando le richieste del mercato.

FIV: il Consiglio Federale ratifica le cariche zonali e le commissioni

Un programma che guarda al passaggio dall'attività giovanile alle classi Olimpiche. 16 veliste e velisti delle classi Laser a Formia-Gaeta. I commenti del DT Nazionale Michele Marchesini e del Direttore Giovanile Alessandra Sensini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci