martedí, 24 maggio 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

the ocean race    regate    press    dinghy 12    minialtura    iqfoil    1000 vele per garibaldi    convegni    confindustria nautica    altura    finn    class 40    normative   

PERSICO 69F

Persico 69F, il bilancio della stagione 2021

persico 69f il bilancio della stagione 2021
redazione

“Sustainability is performance”. Lo dice Davide Serra, che aggiunge: “Green non è uno slogan. Ma le aziende che creano il futuro”. Tra queste aziende c’è Coming Solutions, un’eccellenza italiana che con il progetto 69F punta a proiettare il settore della nautica internazionale nel futuro.
Il progetto ha ad oggetto imbarcazioni di nuova generazione, i Persico 69F. Le speciali derive, anche chiamate “foils”, permettono a queste barche di volare sull’acqua, raggiungendo anche i 34 nodi (circa 65 km/h ) di velocita’ e navigando sempre ad una velocità almeno doppia a quella del vento. Questo rende i Persico 69F le più veloci imbarcazioni a vela al mondo in rapporto alla loro lunghezza (6,9 mt.).
Da tre o quattro persone di equipaggio, pura gioia, sostenibilità e performance. Parliamo di tecnologia, di innovazione, ma parliamo anche di giovani e di sport. Il progetto 69F ha come obiettivo la creazione di un format di competizioni veliche innovativo, spettacolare e sostenibile sia in termini economici che ambientali.

“Il progetto 69F e’ il risultato di impegno e competenze di atleti, ingegneri e uomini di comunicazione, riuniti intorno all'idea che la divulgazione e la pratica dello sport si possa, e debba necessariamente integrare in un contesto di sostenibilità. Abbiamo visto da vicino il lavoro e la passione di questo meraviglioso gruppo di imprenditori, crediamo molto nel progetto e ne stiamo sostenendo la crescita”.

È Davide Serra che parla. Ha scelto di contribuire allo sviluppo del 69F finanziando la societa’ e definendo una nuova governance, con l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione degli asset strategici e alla definizione di un percorso di crescita internazionale sostenibile e coerente con i valori interpretati dai soci fondatori.

“Abbiamo studiato e realizzato un’imbarcazione innovativa e performante, abbiamo disegnato due format di competizioni accattivanti e sostenibili studiati per formare i giovani futuri velisti volanti e per fare divertire tutti, dai pro agli amatori. Abbiamo creato un brand e un' immagine attraenti e ci siamo dati da fare. Quest'anno abbiamo raccolto i primi risultati ma, soprattutto grazie all’intervento di Davide, stiamo crescendo. Abbiamo appena fondato la 69F AMERICA che, da gennaio, ci consentirà di rendere operativi entrambi i format di regata a Miami e a Newport e, dal prossimo anno, contiamo di avviare collaborazioni proficue in Asia, Africa e Oceania per coprire entro due anni, tutti i continenti”

Sono le parole di Paolo Casti il manager indicato da Davide Serra per innalzare il livello della sfida:
“Abbiamo scelto Paolo come CEO perché, da socio fondatore, dalla nascita della start up, con il suo Studio ha avuto un ruolo fondamentale sia nella creazione del brand che nella costruzione della strategia dei prodotti e della comunicazione. È un designer con una solida esperienza manageriale, ha focalizzato e sostenuto fin dall'inizio i valori del progetto 69F che ci hanno attratto ed ha messo a punto una strategia vincente per l'implementazione del valore del brand insieme ad Enrico Tettamanti, il Chairman della società, che con me ha condiviso il mare e la vela in giro per il mondo ed è l'interprete ideale di questa sfida”.

Dopo un anno dedicato allo sviluppo ed al perfezionamento dell’imbarcazione, il progetto 69F negli ultimi due anni è stato evoluto, sviluppato e collaudato in Europa con un modello di business basato sullo “sharing” delle imbarcazioni e sui servizi “ready to race” che hanno consentito di attivare un calendario di 100 giorni di regate nel corso dell'anno e di costruire una community di atleti professionisti, armatori e fans straordinariamente legati al brand, alle sue attività e ai suoi progetti.

Secondo le stime della società ogni “Six-Pack”, il lotto di 6 imbarcazioni di proprietà che rappresenta il modulo di sviluppo del modello di espansione, genera una richiesta di mercato nei bacini di utenza delle location delle attività sportive di 12 altre imbarcazioni.

Pensare alla produzione di un centinaio di barche, quindi, è un'ipotesi tutt'altro che azzardata. Cento imbarcazioni al servizio di migliaia di atleti in giro per il mondo.

"Il nostro obiettivo è quello di prepararci ad una rapida crescita delle flotte su tutti i più importanti campi di regata del mondo nel prossimo triennio. Per questo siamo concentrati sulla creazione e sul sostegno delle attività della classe velica internazionale appena nata ma anche e, soprattutto, sul perfezionamento dei format di prodotti e servizi relativi all'attività agonistica che contemplino soluzioni innovative, spettacolari e sostenibili che ci consentiranno di allargare la percezione della nostra attività anche al di fuori del mercato della vela e dei velisti. L'obiettivo finale infatti è quello di implementare il valore del marchio all'interno del mercato allargato sport-salute-lifestyle. Un mercato che secondo le stime più recenti decuplicherà in soli 5 anni" aggiunge Enrico Tettamanti.

“Saranno i servizi di coaching a fare la differenza nelle scelte degli utenti e la nostra evoluzione è legata all'estensione di questi servizi: dalle competizioni alle experience, dall'abbigliamento alle attrezzature. Il tutto nell'ambito di un ecosistema volto a promuovere sport ed innovazione” conclude Casti.


23/11/2021 12:32:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cambusa - La ricetta dello Chef Waldemarro Leonetti: il caviale italiano (e non russo) per gli spaghetti e un Tataki di Ricciola

La proposta dello Chef Leonetti, due ricette per un pranzo di lusso a base di eccellente caviale italiano dove gli elementi creano un’armonia sequenziale nei contrasti di sapore

Torbole: concluse le qualifiche degli Europei IQFoil

Con quattro regate course si è conclusa la fase di qualifiche degli Europei iQFoil in svolgimento a Torbole: giovedì gold e silver fleet e possibilmente anche la maratona, oltre a regate slalom o course a seconda dell’intensità del vento

Protagonist 7.50, Salò: si avvicina il Campionato Italiano 2022

A poco più di due settimane dalla data di inizio dell'evento, si iniziano a scoprire le carte degli equipaggi che ambiscono a conquistare il titolo detenuto dai fratelli Cavallini con Gattone di Massimiliano Docali

Iniziati con 4 slalom gli europei iQFoil a Torbole

Nicolò Renna quinto dopo il primo giorno di gare dell'Europeo iQFoil. Quattro slalom per maschi e femmine: mercoledì in acqua dalla mattina per cercare di chiudere già le qualifiche

Windsurf Adaptive Challenge: il 4/5 giugno 1a tappa al Tutun Club di San Vincenzo

Il Tutun Club di S Vincenzo ospiterà il debutto del Windsurf Adaptive Challenge: dal 4 al 5 giugno gli atleti regateranno con attrezzature monotipo, uguali per tutti, classificandosi in base alla somma del miglior tempo ottenuto nelle diverse regate

Europei iQFoil, Torbole: in Medal Race per l'Italia Marta Maggetti e Nicolò Renna

Le quattro prove di oggi delineano la classifica definitiva che purtroppo penalizza per una manciata di punti Luca di Tomassi, autore di un ottimo Campionato Europeo ma fuori dalle Madal Series

Cala Galera: concluso il XLI Campionato Italiano J24

Il titolo tricolore al J24 della Marina Militare La Superba timonato da Ignazio Bonanno, per il quinto anno consecutivo

Alla Tre Golfi doppietta vincente per lo YC Adriaco

Grande soddisfazione per la doppietta vincente dello Yacht Club Adriaco che è stato presente con due barche dei soci amatori / timonieri Corrado Annis (Lady Day 998) e Furio Benussi (Arca SGR) al via della 67sima edizione della Regata dei Tre Golfi

Trofeo SIAD Bombola d’Oro 2022: l’edizione numero 25 è di Francesco Rebaudi

Si chiude la venticinquesima edizione della regata dedicata ai Dinghy 12’ con la vittoria di Francesco Rebaudi che, per la terza volta, si porta a casa il prezioso trofeo

Finn Gold Cup Day 4

Primo italiano è Marco Kolic (Fraglia Vela Peschiera), presidente della classe Finn italiana

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci