martedí, 19 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

young azzurra    america's cup    nomine    ambiente    turismo    circoli velici    press    vendée globe    giancarlo pedote    fiv    trofeo jules verne    porti    yacht club italiano   

PERSICO 69F

Persico 69F: gli olandesi concedono il bis

persico 69f gli olandesi concedono il bis
Roberto Imbastaro

Si alza il livello, aumenta il vento, migliora la performance, restano gli stessi sorrisi: firmato Team Kingdom Netherlands, l’equipaggio Under 25 olandese che aveva vinto il Grand Prix 1.2 e che oggi si è ripetuto chiudendo in prima posizione anche l’ITAS Assicurazioni Grand Prix 2.1. 

Odile Van Aanholt, Jorden van Rooijen, Bart Lambriex, Emma Savelon, con l’aggiunta dell’italiano Guido Gallinaro, hanno fatto propria la tre giorni di regate, combattendo sempre testa a testa con uno dei saggi del lago, Nicola Celon su Fantastica 2 con Lorenzo Franceschini e Simone Salvà: i due equipaggi erano distanti mezzo punto alla vigilia dell’ultima regata, quando tutto è tornato in palio. La gioventù, la sfrontatezza e le tante ore di volo in più hanno fatto la differenza, e il Kingdom Team ha chiuso al primo posto, facendosi perdonare dal Chief Sailing Officer Dede De Luca anche quella azzardatissima (ma bellissima) manovra di ieri in boa, quell’infilarsi tra due barche che non solo ha fatto scoppiare, anzi evaporare “la bolla” polverizzando le distanze previste dal regolamento, ma ha indirettamente fatto vedere nuove frontiere. “Le bolle non si toccano” sorride Dede de Luca a ribadire il “safety first” del circuito, ma è evidente che più il livello degli equipaggi si alza, più le barche si avvicinano, le prove diventano spettacolari e il circuito mostra già un indice di maturità che lo rende pronto per essere esportato. 

Divertimento qui continua a essere la parola chiave, sia per chi vince, sia per chi in questo Grand Prix è indietro in classifica: gli esordienti svizzeri di Section 16, dal loro ultimo posto ringraziano e hanno solo parole di elogio per il circuito. Nel Circuito 69F - dicono - “it’s easy to foil, but hard to do it well”, inaugurando così il nuovo mantra che ben sintetizza il mood: l’esperienza di volare sull’acqua è a portata di mano, poi devi perfezionarla e tirare fuori tutto il tuo agonismo per essere competitivo. In vena di saggezza il campione svizzero Christopher Rast, approdato per la prima volta sul Persico 69F, fa i complimenti agli organizzatori: “siete dei visionari, avete inventato qualcosa di unico”. Complimenti a parte, la parola chiave resta allenamento, che ora è il principale obiettivo dei due team Fantastica: l’armatore Lanfranco Cirillo guida i suoi prodi verso la tappa di Porto Cervo di novembre e, mentre Celon ribadisce il proprio di mantra, “sono qui per divertirmi”, si affina la preparazione e si programmano ore di allenamento.

Tornando alle prove di oggi, condizioni ancora diverse rispetto a ieri, con vento regolare sotto i dieci nodi: a vincere le singole prove disputate sono stati per tre volte gli olandesi del Kingdom Team Netherlands, e poi una vittoria a testa per RHKYC Team Agiplast e per Fantastica 2, che ha fatto segnare anche la velocità più alta del giorno con 24,59 nodi con vento di 11.

Il team olandese ritira la Coppa tra applausi e - ancora - sorrisi. Domani pausa e l’occasione di godersi, dalla Fraglia Vela Malcesine, la giornata conclusiva della Foiling Week, poi da martedì si torna a regatare con i sei team iscritti all’ITAS Assicurazioni Grand Prix 2.2. 

 


19/09/2020 20:26:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: su e giù dai foil Luna Rossa batte Patriot

E’ stata una giornata complessa ma allo stesso tempo rivelatrice per i tre Challenger impegnati nei Round Robin della PRADA Cup per le difficili condizioni di vento leggero che hanno costretto spesso gli AC75 a scendere dai foil

America's Cup: brilla la classe di Sir Ben Ainslie

Britannia batte sia American Magic sia Luna Rossa. Le interviste a Ben Ainslie, James Spithilll e Dean Barker

Luna Rossa: salvi per il rotto della ...scuffia

Ma nonostante le apparenze la barca si è comportata bene. Contro Ineos annullata una prima regata che Luna Rossa stava conducendo e contro American Magic è stata una regata al buio per il mancato funzionamento del Racing Software

Vendée Globe, Pedote:"Come nel Pot au Noir"

Giancarlo ha superato Jean le Cam ed è in ottava posizione. Sta affrontando una meteo complessa al largo del Brasile con il vento che "aumenta a volte fino a 18-20 nodi, poi scende fino a 5, gira fino a direzione 110° poi ridiscende ai 40°"

Incredibile Vendée Globe, si ricomincia quasi da capo

Ci sono 5 barche in 25 miglia e 9 barche in 100 miglia e, considerando gli abbuoni per il salvataggio di Escoffier, la classifica è un rompicapo. Pedote se la gioca con i primi e niente è da escludere

Turismo&Covid: come è triste Lisbona soltanto un anno dopo

A un anno circa dall'inizio della pandemia Lisbona e più in generale il Portogallo tira le somme di questo anno orribilis

America's Cup: Patriot rientrerà solo per le semifinali

Le riparazioni del carbonio saranno effettuare in parte utilizzando boat builders locali per ricostruire i pannelli rovinati, in parte con lo shore team che si occuperà delle finiture

Fincantieri: varata ad Ancona la Silver Dawn di Silversea Cruises

La nuova unità Silver Dawn di Silversea Cruises ha toccato l’acqua per la prima volta oggi durante il varo, che ha avuto luogo presso il cantiere Fincantieri di Ancona.

I vincitori del concorso fotografico "Mediterraneo, un mare da scoprire"

la giuria ha decretato i vincitori, premiati con il “celebre” Pandino di cartapesta che il WWF consegna ai suoi partner e testimoni più attenti alle tematiche ambientali e la pubblicazione delle foto sulla rivista Panda digitale

Young Azzurra si prepara per gli impegni sportivi del 2021

Il team sarà impegnato nella Youth Foiling World Cup e nel circuito di regate della Persico 69F Cup

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci