sabato, 28 maggio 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

ilca7    cnsm    52 super series    regate    j24    ambiente    cnrt    the ocean race    campionati invernali   

REGATE

Capo d'Orlando: altre due prove del Campionato Nazionale d'Area

La terza ed ultima giornata del Campionato Nazionale d’Area regala un’altra bellissima giornata di vela a Capo d’Orlando .
Dopo la giornata due caratterizzata da vento debole e incostante che non ha permesso il completamento di nessuna prova, il maestrale si impadronisce della baia di Capo d’Orlando già dalle prime ore del mattino , con range 7-10 nodi, condizioni ideali per la flotta. Il Comitato di Regata non vuole perdere neanche un minuto, e dopo aver posizionato perfettamente il campo di regata, con puntualità svizzera alle 10 dà il via alla procedura di partenza che avviene senza nessuna penalizzazione, dato che tutti gli equipaggi si marcano a vicenda ma si avvicinano alla linea dello start entro un margine di sicurezza. Partono quindi quasi tutti in assetto, con Tetta e Joy che riescono a prendere subito qualche lunghezza di vantaggio, seguiti da Varenne e QQ7 che ingaggiano un corpo a corpo sino al termine della regata. Anche il resto della flotta è quasi tutto compatto ed i pochi errori di concentrazione costano immediatamente qualche posizione.
Terminata la prova dopo quasi due ore, per effetto dei sistema dei compensi, è ancora la classe D a dominare con Squalo Bianco primo, seguito dalla sorprendente Freedom, Varenne, e South Kensington-Lauria, quinta e prima della Classe B Joy con Gioia di Vivere ottima seconda.

Stante il previsto calo di vento pomeridiano, il Comitato di regata non vuole correre rischi, ed ultimati gli arrivi della prova uno, dà avvio alla seconda prova di giornata. Il vento è stabilizzato con intensità 11 nodi, e stavolta sono ben tre le imbarcazioni che tagliano la linea in anticipo, costrette al rientro dagli estremi per regolarizzare la penalità. La flotta naviga ancora più compatta della prova precedente, ed il cancello di poppa è il teatro degli ingaggi più agguerriti, che vedono registrare anche due proteste.
Ancora una prova perfetta per il First 35 Squalo Bianco e il Dufour 34 orlandino Freedom con South Kensington-Lauria al 3^ posto, seguita all’altro Dufour 34 casalingo Northern Light e dalla calabrese Essenza. Prima della classe B stavolta è QQ7, che nonostante la penalizzazione in partenza recupera alla grande e chiude una prova impeccabile.

Terminate entrambe le prove in programma, e la discussione delle proteste, vengono quindi stilate le classifiche definite, ed avviata la cerimonia di premiazione. Nel Gruppo 1, Classe B, la vittoria va a Joy, il J122 di Giuseppe Cascino del Centro Velico Siciliano, seguito da QQ7 di Michele Zucchero e Tetta di Giacomo dell’Aria. Nel gruppo 2-Classe D, primo posto al First 35 South Kensington-Lauria, seguito da Northern Light di Vincenzo Ricordo, ottima terza la barca Essenza del Centro Velico Lempetia di Cetraro.
La vittoria Overall va invece all’altro First 35 Squalo Bianco di Concetto Costa del NIC Catania, inatteso secondo posto per Freedom di Patrizia Musarra dello YC Capo d’Orlando, terza South Kensington-Lauria.

Impeccabile e perfetta l’organizzazione a mare ed a terra dello Yacht Club Capo d’Orlando, che per la prima volta ha assunto la responsabilità organizzativa di una manifestazione federale di altro livello come il CNA, a cui si associa la soddisfazione dell’ottimo piazzamento di entrambe le barche di punta del circolo orlandino, di fronte ad equipaggi ben più titolati.


26/04/2022 20:24:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Trofeo SIAD Bombola d’Oro 2022: l’edizione numero 25 è di Francesco Rebaudi

Si chiude la venticinquesima edizione della regata dedicata ai Dinghy 12’ con la vittoria di Francesco Rebaudi che, per la terza volta, si porta a casa il prezioso trofeo

Europei iQFoil, Torbole: in Medal Race per l'Italia Marta Maggetti e Nicolò Renna

Le quattro prove di oggi delineano la classifica definitiva che purtroppo penalizza per una manciata di punti Luca di Tomassi, autore di un ottimo Campionato Europeo ma fuori dalle Madal Series

Garda: l'Italiano di Minialtura va a Ecoracer769

I primi 5 della generale Mini Altura 2022 sono Ecoracer 769 di Larcher, il Melges 24 Adriatica, l'Etchells 22 del Tigullio, Baraimbo (Fraglia Desenzano), 10 e Lode del comasco Massimo Canali, l'Ufetto 22 di Giacomo Rodolfo Giambarda

The Ocean Race Summit Stoccolma per la protezione dell’Antartide e dell’Oceano Meridionale

Tra i relatori la presidente dell'Istituto per l'Ambiente di Stoccolma Isabella Lövin, il presidente della CCAMLR Jakob Granit, l'esploratore Sebastian Copeland e il velista della Whitbread Round the World Race/Volvo Ocean Race Gunnar Krantz

1000 Vele per Garibaldi: partenza il 28/5 con la novità dei "X2"

Dopo la rinuncia forzata alle ultime due edizioni riparte la regata del CNRT diretta in Sardegna, a La Maddalena, per regatare nell'Arcipelago durante le celebrazioni in memoria di Giuseppe Garibaldi

52 Super Series: a Baiona si gioca tutto in famiglia. Phoenix e Vaiu, ma che bell’inizio

L’ABANCA 52 SUPER SERIES Baiona Sailing Week apre le danze con due belle sorprese. Phoenix della famiglia Plattner e VAYU della Whitworth family sono al vertice della classifica di questa prima tappa della 52 SUPER SERIES 2022

Riva di Traiano: il 12 giugno "La Veleggiata per il Pianeta" con AMI, CNRT e Granlasco

Ai partecipanti verrà consegnato un retino per la raccolta dei rifiuti in mare oltre a una T-Shirt, un cappellino e una bandiera da paterazzo di AMI Ambiente Mare Italia 

Fiumicino-Giannutri-Fiumicino, Libertine e Adelante sul podio

Line honor per il Comet 45S di Marco Paolucci, primo nella categoria x2. Il Next 37 di Roberto Rosa si aggiudica la vittoria "in equipaggio"

RoundItaly: la 2a edizione parte il 22 settembre

Torna la RoundItaly, la regata che unisce Genova a Trieste, il Salone Nautico e la Millevele alla Barcolana, lo Yacht Club Italiano alla Società Velica di Barcola e Grignano, un giro d’Italia tutto d’un fiato a fine settembre

Europei iQFoil 2022: Nicolò Renna argento dietro al francese Goyard

Tra le donne la spunta la francese Noesmoen, che bissa il titolo; scende al secondo posto la britannica Wilson e si conferma terza la polacca Dziarnowska. L’italiana Maggetti si ferma alla semifinale e chiude ad un comunque ottimo sesto posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci