mercoledí, 28 settembre 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

turismo    enit    52 super series    j24    sport    salone nautico di genova    meteor    press    windsurf    kite    yacht club adriaco    double mixed    campionati invernali    rs21    attualità    confindustria nautica    151 miglia    chioggiavela   

TROFEO JULES VERNE

Jules Verne Trophy: un UFO sommerso stronca i sogni di Edmond de Rothschild

jules verne trophy un ufo sommerso stronca sogni di edmond de rothschild
redazione

Il 23 novembre, Franck Cammas e Charles Caudrelier si sono aggiudicati la vittoria nella categoria Ultime della Transat Jacques Vabre, aggiungendo un'altra vittoria alla lista dei successi del Maxi Edmond de Rothschild. In definitiva, è con questo successo in Martinica che il Gitana Team completa quella che è stata un'ottima stagione sportiva nel 2021. In effetti, la scuderia fondata da Ariane e Benjamin de Rothschild avrebbe dovuto iniziare direttamente un nuovo assalto al Trofeo Jules Verne, ma una collisione con un UFO durante il viaggio di ritorno in Europa ha costretto il team a rivedere i suoi piani. Il record del giro del mondo, dove l'obiettivo attuale è quello di registrare un tempo inferiore ai 40 giorni, rimane un obiettivo importante per il Team, che farà tutto il possibile per includerlo in quello che è già un programma frenetico nei prossimi anni.  

Le collisioni con gli UFO (oggetti galleggianti non identificati) fanno ormai parte della vita quotidiana dei team di regate d'altura. Questo è un fatto oramai assodato! Per gli uomini del Maxi Edmond de Rothschild, il 2021 è stato costellato da questi incontri fortuiti, che hanno la capacità di minare un programma sportivo e di distruggere in un attimo le speranze dei marinai e del loro team a terra. Nel corso del mese di luglio, mentre Franck Cammas, Charles Caudrelier e il loro equipaggio del Trofeo Jules Verne erano in preparazione una collisione con un UFO ha danneggiato gravemente il timone centrale del trimarano volante. Fortunatamente, una nuova appendice era già stata fabbricata e il Maxi Edmond de Rothschild è stato rapidamente in grado di riprendere il mare e assicurarsi la vittoria nella Rolex Fastnet Race di inizio agosto. Alla fine di settembre, il team ha subito un altro impatto, questa volta su uno dei foil, che ha notevolmente ostacolato la fase di allenamento e di preparazione degli skipper di Gitana a poche settimane dalla Transat Jacques Vabre. Ancora una volta, i tecnici si sono riuniti e il know-how del team ha permesso a Edmond de Rothschild di schierarsi a Le Havre con una barca in grado di navigare di nuovo al massimo del suo potenziale.

 

La settimana scorsa, dopo un passaggio espresso di ritorno dalle Antille e poche ore prima di approdare sulla costa bretone, la barca è stata nuovamente coinvolta in una collisione, come spiega Charles Caudrelier: "Eravamo a nord delle Azzorre, a 36 ore dalla nostra destinazione finale. Ero giù nella mia cuccetta e ho sentito la barca urtare qualcosa con uno scatto. Non è stato un rumore orribile e David e Yann, che erano sul ponte, non hanno sentito la barca andare in stallo. Tuttavia, dopo la collisione c'era un rumore insolito proveniente dallo scafo centrale che ci ha spinto a controllare l'appendice. Inizialmente, credevo che qualcosa fosse rimasto intrappolato intorno alla deriva e siamo andati in retromarcia per cercare di rimuoverlo. È stato allora che ci siamo accorti che l'elevatore (ala del pattino) non era più attaccato all'estremità della deriva... e che quest'ultima era danneggiata. Oggi, abbiamo a bordo tutti i vari sistemi per evitare queste collisioni... ma non è così semplice". Di ritorno a Lorient venerdì scorso, la parte  centrale è stata ispezionata e nonostante tutti fossero molto motivati a vedere il grande trimarano blu tornare in mare per un nuovo tentativo di record del mondo, era importante affrontare la realtà. Abbiamo perso l'ala del pattino nella collisione. Abbiamo un pezzo di ricambio, ma valutando la tavola centrale all'inizio della settimana, abbiamo visto che il danno era troppo esteso su questa appendice con l'asse strutturale (struttura interna della tavola centrale in materiale composito) crepata e settimane di lavoro che non possono essere ridotte per ottenere di nuovo la parte pienamente operativa poiché non abbiamo una parte centrale di ricambio. Insieme a Pierre Tissier e Sébastien Sainson, abbiamo cercato delle soluzioni, ma la rottura riguarda un elemento centrale sul Maxi Edmond de Rothschild, dove agisce una gran parte dei carichi nelle fasi di volo ad alta velocità. Non sarebbe responsabile intraprendere i lavori in questo settore senza la dovuta cura e attenzione dato il prossimo obiettivo di un giro del mondo. Non abbiamo altra scelta che rinviare il nostro programma iniziale, anche se è molto frustrante per tutta la squadra", ha spiegato Cyril Dardashti, direttore generale di Gitana.


08/12/2021 15:57:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

ASD Liberi nel Vento: fantastica giornata di vela per il Trofeo Sollini

Sole e venti deboli da sud-ovest hanno fatto da cornice ad un'altra splendida giornata organizzata dalla Liberi nel Vento

Ad Anemos la Line Honours della Trieste/S. Giovanni in Pelago/Trieste

Take Five Jr e Mecube i vincitori ORC della Settimana Velica Internazionale. Anemos firma la Line Honours della Trieste/S. Giovanni in Pelago

Salone Nautico: presentati gli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Si è svolta oggi presso la Sala stampa del 62°Salone Nautico Internazionale di Genova la presentazione degli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Inaugurato il 62° Salone Nautico Internazionale di Genova

Si è aperto ufficialmente oggi 22 settembre il 62° Salone Nautico Internazionale di Genova, organizzato da Confindustria Nautica, salutato da una importantissima rappresentanza di autorità del Governo, del Parlamento e dei territori

Mondiale Melges: Brontolo (20) e Pippa (32) i leader prima dell'ultima giornata

Solo una prova separa i leader delle rispettive flotte Melges 20 e Melges 32 dal titolo di Campione del Mondo ma i verdetti sono ancora tutti da scrivere con una sola prova ancora da disputare domani

Genova: parte domani 22/9 il 62° Salone Nautico Internazionale

Il convegno inaugurale "Industria Nautica: crescere in Italia, conquistare il mondo" traccia la rotta dell'eccellenza

Le vele d’epoca tornano in Versilia per il XVII Raduno Vele Storiche Viareggio

Sono oltre 40 le imbarcazioni d’epoca e storiche già iscritte al XVII Raduno Vele Storiche Viareggio, organizzato dal 13 al 16 ottobre 2022 dall’omonima associazione e dal Club Nautico Versilia

Puntaldia, Mondiale Melges: i campioni sono Brontolo (20) e Pippa (32)

Il norvegese Lasse Petterson con Gabriele Benussi alla tattica nella classe Melges 32 e l’italiano Brontolo di Filippo Pacinotti (affiancato dallo statunitense Taylor Canfield) nella classe Melges 20 sono i nuovi Campioni del Mondo 2022

Anywave Safilens, tutti gli appuntamenti autunnali

Anywave Safilens del Sistiana Sailing Team torna in acqua dopo un importante refitting, pronto per una stagione autunnale più che mai fitta di impegni e appuntamenti

Salone Genova: premiazione del Design Innovation Award

Si è svolta ieri sera, nell’ambito del Gala Dinner del 62°Salone Nautico Internazionale di Genova, la premiazione del Design Innovation Award, il premio istituito da Confindustria Nautica e I Saloni Nautici per sostenere l’eccellenza della nautica

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci