giovedí, 18 luglio 2024

TF35

TF 35: Sail of Change 8 vince la Nyon Cup

tf 35 sail of change vince la nyon cup
Roberto Imbastaro

Con una nuova barca e un equipaggio completamente nuovo, Sails of Change 8 di Yann Guichard ha conquistato la prima vittoria della stagione 2024 del TF35 in una gara con un finale al fotofinish durante la TF35 Nyon Cup.

L'ultimo giorno della TF35 Nyon Cup è iniziato con una partenza ritardata poiché il comitato di regata aspettava che si stabilizzasse la brezza settentrionale di 8-10 nodi. All'inizio dell'ultimo giorno, in testa alla classifica, Realteam Sailing aveva un vantaggio di quattro punti su Sails of Change 8, che a sua volta era avanti di soli due punti rispetto a Ylliam XII - Comptoir Immobilier. Sebbene i margini fossero  ristretti, il podio sembrava stabile.

"Durante le prime prove eravamo un po' preoccupati. Ci dicevamo tra noi, non stiamo andando troppo bene," ha confessato Bertrand Demole, timoniere di Ylliam XII - Comptoir Immobilier. "Il secondo giorno è stato più difficile, e lì ci siamo resi conto che il livello era alto, la flotta era compatta e i concorrenti erano molto vicini, quindi non sarebbe stato semplice come ci aspettavamo. Quest'anno le partenze sono più calde. C'è contatto ad ogni giro di boa. Arriviamo tutti insieme ai cancelli. Quindi è divertente. Tutti sono in gioco".

 

Poi un OCS di Realteam Sailing è stato decisivo. E’ arrivato quinto, il che significava che il loro vantaggio nella classifica generale era svanito prima dell’ultima regata. Ora erano pari punti con Sails of Change 8.

"Quello che cerchiamo come sportivi è un po' di adrenalina," ha spiegato Yann Guichard, timoniere di Sails of Change 8, dopo la gara. "Per tutto il giorno eravamo consapevoli di essere quattro punti dietro a Realteam e sapevamo che ci sarebbero state solo tre gare per recuperare, quindi dovevamo essere aggressivi alle partenze."

Prima della gara finale, Jérôme Clerc, timoniere di Realteam Sailing, è tornato ai suoi vecchi metodi di match-racing ed è stato un killer nella danza pre-gara, cercando di costringere Sails of Change 8 a partire in anticipo o a uscire dai foil. "È stato molto intenso," ha ammesso Guichard. "Ma era quello che volevamo anche noi. Penso che anche gli altri concorrenti coinvolti nella battaglia si siano divertiti."

Nessuno dei due è riuscito nell’intento e la coppia si è divisa al segnale di partenza, con Realteam che si è diretto verso destra, ma a metà del gruppo, mentre Sails of Change 8 è andato a sinistra e ha virato subito a destra con aria pulita. Questa mossa vincente li ha portati al secondo posto dietro Ylliam XII alla boa di bolina.

I rivali si sono momentaneamente ritrovati insieme nella seconda bolina, ma Sails of Change 8 è riuscito a superare Realteam e ha tagliato il traguardo al terzo posto dietro ai vincitori Ylliam XII e al secondo classificato Ylliam 17.

Alla fine della giornata, un entusiasta Guichard e l'equipaggio di Sails of Change 8 hanno festeggiato la vittoria dell'evento, con Realteam al secondo posto e Ylliam XII - Comptoir Immobilier al terzo.

"È incredibile vincere questo primo gran premio, specialmente considerando che Realteam li ha vinti tutti l'anno scorso. Rompe il ritmo incredibile che avevano e, soprattutto, apre un'opportunità per tutte le squadre per il prossimo gran premio," conclude Guichard.

"Su sei barche, quattro hanno vinto gare, e tutte sono state nei primi tre; è tutto molto più  competitivo. Rende il gioco ancora più interessante. Ma quando commettiamo errori, li paghiamo caro. Le partenze diventano cruciali perché tutte le barche ora sono veloci. C'è pochissima differenza tra noi. Ho oltre 30 anni di esperienza in multiscafi e barche volanti, e questa barca è davvero straordinaria. E ora abbiamo fatto un passo avanti in termini di stabilità di volo, il che è incoraggiante per tutti e anche per eventuali nuove squadre che potrebbero arrivare. È un passo fantastico per il resto della stagione e per il futuro di questa classe."

RISULTATI DELLA TF35 NYON CUP: (Dopo nove gare con uno scarto)

1.    Sails of Change 8 (SUI 8) - 3 3 1 6 2 3 1 2 3 - 18

2.    Realteam Sailing (SUI 7) - 1 2 4 1 3 1 3 5 6 - 20

3.    Ylliam XII - Comptoir Immobilier (SUI 12) - 5 1 2 2 4 6 6 3 1 - 24

4.    ZEN Too (SUI 4) - 4 6 5 5 1 2 2 1 4 - 24

5.    Sails of Change 10 (SUI 10) - 2 5 3 3 5 5 5 6 5 - 33

6.    Ylliam 17 (SUI 17) - 7 4 6 4 6 4 4 4 2 - 34

 


27/05/2024 13:37:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci