giovedí, 18 luglio 2024

OPEN SKIFF

La stagione 2023 della classe Open skiff parte all'insegna della formazione

Inizio d’anno all’insegna della formazione per la classe Open Skiff & RS Aero Italia, che tra la fine di gennaio e il primo week end di febbraio, ha visto lo svolgimento rispettivamente di un raduno in Toscana e di un corso aggiornamento per istruttori FIV, al Lido di Roma.
Il programma 2023 della classe Open Skiff è partito dunque con la consapevolezza di fornire a timonieri e istruttori gli strumenti per crescere tecnicamente e avvicinarsi al Mondiale di classe in programma a Rimini il prossimo luglio, nel miglior modo possibile.

Il raduno, organizzato a Marina di Grosseto dalla II Zona FIV Toscana in collaborazione con il Circolo Nautico Maremma e il Porto della Maremma, ha coinvolto oltre 30 partecipanti provenienti dai Circoli della Zona, impegnati nell’attività Open Skiff, tra cui il Club del Mare, Club Velico Castiglionese, Circolo Vela Talamone e Circolo Nautico e della Vela Argentario. Una due giorni in cui i partecipanti, divisi nei due gruppi “Base” e “Race” hanno lavorato sulla tecnica di conduzione, manovre, partenze e simulazioni di regata in condizioni ideali di vento sui 10-15 nodi. I ragazzi sono stati supportati da Piero Romeo e Samuel d'Angelo, in qualità di “padroni di casa”, e da Marco Palmi e Stefano Garzi, tecnici incaricati dalla II Zona insieme a Federico Andreotti, coordinatore del raduno.
Ottimo lavoro anche di tutti gli istruttori dei Circoli presenti, che hanno partecipato, portando in mare 32 ragazzi!

Istruttori che nel primo week end di febbraio sono stati impegnati nel corso aggiornamento promosso dalla Federazione Italiana Vela in collaborazione con la classe Open Skiff Italia, presentando un programma didattico rivolto al miglioramento dei metodi di insegnamento della tattica di regata e dei protocoli di allenamento. È stato trattato in modo approfondito l’utilizzo dell’appendice UF adottata dalla classe, analizzandola sia dal punto di vista del concorrente, che dell’arbitraggio diretto in acqua, alla luce delle nuove modifiche del regolamento (regola 18 - Spazio alla boa). Relatori formatori oltre al presidente della classe Guido SIrolli anche David Bondì per la preparazione fisica e relativi protocolli di allenamento, Paolo Mariotti per metodi di allenamento sulla tattica, con altri dettagliati interventi e approfondimenti di Luigi Bertini sul Regolamento di regata. Il corso aggiornamento è stato ospitato al Tognazzi Marine Village -Lido di Roma - nella nuova sala conferenze inaugurata per questa occasione, con Riccardo Spanu nel ruolo di coordinatore incaricato dalla FIV.

Il corso è stato aperto dal Presidente della classe Open Skiff Guido Sirolli, che ha esposto le principali novità:”Come deliberato dall’assemblea questa sarà l’ultima stagione con tre categorie d’età (U12, U15, U17), per poi passare nel 2024 con i soli under 12 e under 16, raggruppamenti che adotteremo già nei raduni di allenamento di alta specializzazione come il TIOS (Top Italian Open Skiff) con primo appuntamento il prossimo 18 e 19 febbraio. Altra novità spiegata al corso istruttori è quella già sperimentata nel 2022 al Mondiale in Francia, ossia la nuova regola 18, che anche World Sailing sta sperimentando al fine di renderla ufficiale nel nuovo Regolamento di Regata 2025-2028. Il corso è andato molto bene, di alto livello tecnico, con interessanti interventi, che hanno riguardato tanti aspetti della sfera Open Skiff, riferiti sia agli allenamenti, che alla regata. Un buon punto di partenza per proseguire con le regate, che inizieranno con la prima nazionale il prossimo 17-18-19 marzo, a Taranto, presso il Circolo Velico Azimuth”.


06/02/2023 14:29:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci