giovedí, 18 luglio 2024

METEOR

Il Meteor: una storia di 54 anni che oggi ha una nuova vita!

Dal 1968 al 2022 in un batter d’occhio: è successo proprio questo, la storica Barca a vela di 6mt con bulbo fisso nata dalla penna del famosissimo Van De Stadt continua a stupire per longevità ed interesse del pubblico, che ne apprezza non solo le doti sportive (riconosciuta classe velica da FIV) ma anche quelle crocieristiche (con certificazione CE), che quindi merita una continuità produttiva ed un impegno decisivo nella presenza sul mercato.

E così, a fine Gennaio 2022, lo storico cantiere NauticaLodi (link www.nauticalodi.it) guidato dall’Ing. Arcaini per più di 30 anni, riparte con una nuova proprietà, Zattoni e Mazzuoccolo, che hanno l’obiettivo di garantire al Meteor lunga vita, con una visione che abbraccia l’intenzione del passato: far si che sia “alla portata di tutti”. Quello che preme è riuscire, davvero, a far si che tutte le persone che hanno intenzione di avvicinarsi al mondo della vela lo possano fare con costi contenuti sia di acquisto che di manutenzione, preservando però sicurezza e vivibilità. Perché di questo stiamo parlando, la Vela può e deve essere vissuta a 360° gradi da chiunque.

Su questa visione i due soci hanno trovato terreno comune e quindi un accordo di collaborazione con Assometeor (associazione sportiva dilettantistica apolitica e senza fini di lucro che ad oggi conta più di 1000 iscritti) condividendo, di fatto, i valori fondanti:
- Promuovere e sviluppare la diffusione dell’imbarcazione;
- Tutelare la monotipia;
- Favorire e promuovere la pratica dell’attività sportiva velica;
- Essere un punto di riferimento per i proprietari.

Una sfida importante ed un'eredità impegnativa, che si svilupperà attraverso le attività di sempre (la produzione del Meteor continuerà con lavorazioni manuali, strato per strato e materiali originali) ed attività innovative come nuovi piani finanziari agevolati per l’acquisto, nuovi kit di accessori e tante attività in acqua in collaborazione con Assometeor.

Nel 1968, a Cesenatico, il primo Meteor toccò l’acqua per segnare la storia della Vela Italiana e diventare una sicura realtà che continuerà a svilupparsi per altri 1000 anni.
Lunga vita al Meteor, la barca per tutti!


28/03/2022 13:11:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci