domenica, 25 ottobre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    regate    29er    cnsm    campionati invernali    vela olimpica    vendee globe    benetti    confindustria nautica    windsurf    rolex middle sea race   

GARDA

90 anni di Galeotto, 70 anni di Centomiglia, le leggende del Garda continuano

90 anni di galeotto 70 anni di centomiglia le leggende del garda continuano
redazione

Il prossimo 4 luglio saranno 90 anni. Tanto tempo è passato dalla "Regata dei Bragozzi" da trasporto del 1930, che vide (in quella seconda edizione) e per la prima volta in gara le vele "non da lavoro". Tra queste c'era il "Galeotto", di fatto la prima carena da regata del lago di Garda. Il ricordo di quell’evento è oggi rappresentato dall'imbarcazione che grazie ai fratelli gargnanesi Luciano e Lorenzo Magrograssi ancora veleggia sul Benàco. In questo strano anno i 90 anni del Galeotto si legano a doppio filo ai 70 anni della Centomiglia (che si correrà il 5-6 settembre come sempre sull'intero periplo lacustre). L'  anterprima di questi eventi si avrà dal 18 luglio in poi con le Regate, i Test, l'Academy degli scafi della serie Persico69F, le piccole barche alate che avranno a bordo appassionati, armatori e un gruppo di grandi professionisti della vela italiana.

GALEOTTO & BARCHE VOLANTI, ieri, oggi, domani

Il “Galeotto” vinse in quel lontano 1930, la seconda regata dei Bragozzi, la prima aperta alle barche non da lavoro, come venne classificato allora il “Cutter” gardesano-trentino. Il destino, ma qui è il caso di parlare di passione pura, ha voluto che questa barca classica sia finita dagli anni ’80 nei porti di partenza della Centomiglia, al Marina di Bogliaco.
La prima sfida velica, della storia lacustre, si corse – in verità – nell’estate del 1929 a Riva del Garda. Era la “Regata dei Bragozzi”, gli scafi a vela da trasporto.  In quella occasione vinse, nella categoria fino a 30 tonnellate, la «Genova», scafo armato dalla famiglia gargnanese dei Braghieri, che poi fu il primo battello «appoggio» alla Centomiglia del ’51. Successivamente la «Genova» venne ribattezzata «Marola», e armata dall’attore Fabio Testi. La gara dei Barconi si disputò nuovamente nel 1930. In quell’occasione esordì e vinse tra le vele “non da lavoro” proprio il “Galeotto”. In origine era il Cutter austriaco “Sirius”, poi recuperato dal fondo lago (gli austriaci non volevano che finisse in mani italiane). Tra la fine dell’ 800 e i primi anni del ‘900 a bordo di “Sirius” navigarono, tra gli altri, l’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo, il cui assassinio (Sarajevo 1914) fu la causa dello scoppio della prima guerra Mondiale. Alcune foto del 1910 mostrano l’Arciduca mentre sale a bordo a Riva del Garda. Il “Galeotto” fu, per anni, la prima ammiraglia di una piccola flotta della Canottieri S.S. Benacense, quella che poi divenne la Fraglia della Vela di Riva. In tempi più recenti vi salirono grandi skipper , tra loro l’ammiraglio rivano Luciano Dassatti, già comandante generale della Guardia Costiera Italiana, o l'ex presidente della Comunità del Garda Franco Todesco, grande appassionato degli sport del suo lago. Oggi il “Galeotto” è la barca Vip delle regate del Circolo Vela Gargnano grazie alla passione dei fratelli Luciano e Lorenzo Magrograssi di Villa di Gargnano, due velisti di grande valore, Campioni Italiani nel 1968 con l’olimpico Flying Dutchmann. Il Circolo Vela ha anche recuperato la copia del trofeo che nel 1930 venne assegnato ai vincitori della gara velica di Riva, un boccale in peltro donato all’epoca da Gabriele D’ Annunzio. Tutte le iniziative dei 70 anni della Centomiglia del Circolo Vela Gargnano hanno come partner i consorzi degli operatori turistici di Garda Lombardia, il progetto Eway (Car sharing auto e moto elettriche di Garda Uno), #Visit Brescia-Brescia Tourism, la Destination Management Organization che promuove il turismo di Brescia e della sua provincia, e che sta promuovendo e coordinando la ripartenza dei laghi di Garda, Iseo, Idro.

 ph. Renzo Domini


01/07/2020 16:19:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini tagliano per primi il traguardo della Rolex Middle Sea Race

Il MOD 70 Mana termina la regata 15 minuti dopo. Il Team di Soldini conclude la prova in 2 giorni, 8 ore, 26 minuti e 27 secondi

La vela non si ferma!

E' ufficiale dopo i chiarimenti chiesti dalla FIV al Governo. Il presidente Francesco Ettorre scrive a tutti gli affiliati

Porto Cervo: il team tedesco del Segel-und Motorboot Club Überlingen vince l'Audi SAILING Champions League

La finale dell'Audi SAILING Champions League vede trionfare il team tedesco del Segel-und Motorboot Club Überlingen. L’equipaggio italiano dell’Aeronautica Militare chiude al secondo posto davanti agli svizzeri del Seglervereinigung Kreuzlingen

Luna Rossa: varato ad Auckland il secondo AC 75

A rompere sulla prua la bottiglia di Ferrari Maximum Blanc de Blancs delle Cantine Ferrari – “sparkling partner” del team - Tatiana Sirena, moglie dello Skipper e Team Director Max Sirena

Caorle, La Cinquanta: Line Honours per Hauraki

Il più veloce è stato il Millenium 40 Hauraki della coppia padre-figlio Mauro e Giovanni Trevisan, che ha tagliato il traguardo primo assoluto della flotta alle 19.35 di sabato 24 ottobre

Garda: 100 Optimist al Trofeo Danesi

Trofeo Danesi versione “extra large”, quasi 90 Under 15 al via, in una giornata di sole e due prove corse in mattinata con un leggero Pelèr

Caorle: in 50 per "La Cinquanta"

Cinquanta equipaggi al via sabato 24 ottobre per l’ultima offshore di Caorle

Vela giovanile: doppietta azzurra all'Europeo Optimist in Slovenia

Si è concluso a Portorose in Slovenia il Campionato Europeo Optimist 2020, con 156 concorrenti maschili e 113 femminili.

Audi Sailing Champion League: Aeronautica Militare soddisfatta (con rimpianti) del suo 2° posto

Giancarlo Simeoli:"La regata finale a 4 team è stata molto crudele e decisiva, pensando che con il formato dello scorso avremmo stravinto ed invece ci dobbiamo accontentare di essere i primi dei perdenti"

FLASH - Middle Sea Race: la Line Honours tra i monoscafi a "I Love Poland"

I Love Poland (POL), condotta da Grzegorz Baranowski ha tagliato il traguardo della Rolex Middle Sea Race 2020 al Royal Malta Yacht Club conquistando la Line Honours dei monoscafi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci