giovedí, 3 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    cantieristica    aziende    giancarlo pedote    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

TP52

52 Super Series: Azzurra rosicchia un punto a Quantum

52 super series azzurra rosicchia un punto quantum
redazione

La barca dello Yacht Club Costa Smeralda ottiene un altro, ottimo, secondo posto nell’unica prova svolta oggi. Domani, sabato 20 luglio, si conclude la Cascais 52 Super Series. Al comando della classifica provvisoria Quantum racing con soli 5 punti di vantaggio su Azzurra.
 
E’ stata una giornata molto lunga, quella odierna, sulle acque antistanti Cascais, in Portogallo. Tutto lasciava prevedere il regolare svolgimento di due prove con vento sostenuto, come nei giorni scorsi. Invece a pochi minuti dalla partenza, il vento a 30 nodi ha costretto il Comitato di Regata ha spostare il campo in un’area molto più riparata sottovento alla montagna che sovrasta la cittadina portoghese. Qui si è dovuto attendere fino alle 15,20 ora locale (le 16,20 in Italia) per dare il via alla prima prova, con vento da nordovest che da 11 nodi è rapidamente aumentato fino a 14. Su un campo di regata molto difficile da interpretare, Azzurra ha regatato bene e con intelligenza, ottenendo un ottimo secondo posto senza rischiare per una vittoria, andata ad Alegre, che avrebbe potuto essere alla sua portata e difendendosi invece dal ritorno di Quantum, terzo.

Guillermo Parada, skipper: "Davvero una giornata lunghissima, abbiamo iniziato a terra alle 8 del mattino con i nostri consueti meeting, poi una volta usciti in mare abbiamo trovato di tutto, da 30 a 7 nodi, è stato impegnativo. Un paio di minuti prima della partenza gli strumenti davano 30 nodi nell’area di partenza, più forte alla boa di bolina, giustamente Maria (Torijo) ha deciso di spostare il campo più vicino a riva, dove abbiamo aspettato un paio d'ore perché il vento si stabilizzasse. Abbiamo fatto una bella regata, con una partenza pulita in barca Comitato che ci ha dato la possibilità di scegliere il lato che volevamo, Santi (Lange) e Cole (Parada) hanno fatto un ottimo lavoro posizionandoci sempre nel punto migliore. Approcciando la boa di bolina eravamo al comando, ma proprio all’ultimo istante è arrivato un salto di vento che ha permesso ad Alegre di inserirsi sottovento a noi. Così non abbiamo potuto fare la ‘sandokan’ (gybe set) che era l’opzione migliore e loro hanno esteso il vantaggio. Quantum ha invece potuto fare la sandokan e ci stava raggiungendo, ma abbiamo manovrato correttamente per difenderci. Nell'ultima poppa ci siamo avvicinati ad Alegre e abbiamo cercato la possibilità di attaccare, ma siamo contenti del secondo posto. Speravo in una seconda prova per restringere il margine su Quantum, ma Maria ha preferito rinunciare, domani andiamo in mare con spirito combattivo per recuperare sul primo".
 
La seconda prova non ha avuto luogo a causa dell’instabilità del vento che andava da 3 a 13 nodi, dopo due tentativi di partenza annullati a due minuti dal via. Domani le regate riprendono alle 12 ora locale, le 13 in Italia con le ultime due prove. Le previsioni meteo indicano vento da nordovest tra i 16 e i 26 nodi.
 
Santiago Lange, tattico: "E 'stato davvero molto difficile oggi. Fuori c'era molto vento e dentro l’aria era casuale, quindi è stato impegnativo navigare. Ma siamo sempre al secondo posto e domani è un altro giorno. Non guardo tanto al punteggio ma a come navighiamo, e oggo lo abbiamo fatto bene quindi possiamo essere felici ".

 


19/07/2019 21:57:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Alghero: per 110 studenti il battesimo della vela

Il Covid non ferma la vela, ad Alghero 100 studenti hanno debuttato in barca

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe: perso il contatto visivo con Escoffier

Jean La Cam aveva individuato la zattera autogonfiabile di Kevin Escoffier ma il mare agitato e i forti venti lo hanno portato lontano. Le ricerche continuano con 4 skipper giunti sul posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci