giovedí, 18 luglio 2024

CINQUECENTO

Buona la prima per Illumia 12 a La Cinquecento di Caorle

buona la prima per illumia 12 la cinquecento di caorle
Laura Doria

Alle 13.33 di giovedì 2 giugno, sulla linea di arrivo della 42° edizione de La Cinquecento di Caorle, Michele Zambelli in coppia con il veneziano Luca Tosi chiude il suo debutto con Illumia 12 tagliando il traguardo terzo in tempo reale, dopo un match race di cinquecento miglia con un Class 40, e si aggiudica il secondo posto in classe ORC e in classe IRC ai tempi compensati.

La Cinquecento Trofeo Phoenix, organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita di Caorle, non ha deluso le aspettative grazie al percorso tecnico che attraversa tutto l’Adriatico fino alle isole Tremiti e ritorno con uno spettacolo che solo le regate d’Altura riescono a regalare.

Michele Zambelli, socio del Club Nautico Rimini, ha infatti scelto una classica dell’Adriatico per esordire a bordo della sua nuova Illumia 12 nella Class 950, categoria di imbarcazioni di 9 metri 50, e dare il via al nuovo progetto che lo porterà nuovamente in Oceano nel 2017 per la regata transoceanica Ostar.

Partiti domenica 29 maggio con vento sostenuto e mare formato, Zambelli e Tosi sono subito entrati nelle prime file della flotta, tenendo il ritmo con imbarcazioni molto più grandi di Illumia 12. In particolare è iniziato un match race con il Class 40 Kika Green Challenge condotto dai fratelli Alessio e Cristiano Verardo. Un testa a testa tra due imbarcazioni che, anche se di lunghezze diverse (9 metri e 50 contro 12 metri), sono molto simili come concezione visto che entrambi sono un progetto di Sam Manuard.

Dopo una prima notte impegnativa per tutta la flotta, colpita da una perturbazione atlantica che ha portato vento con raffiche fino a 50 nodi, Illumia 12 non ha avuto nessuna difficoltà a tenere il passo procedendo come capofila nella categoria Xdue, tanto da passare per prima il way point del Sansego, seguita sempre a poche miglia dai fratelli Verardo del Kika Green Challenge.

Nei giorni successivi il meteo ha giocato a rimpiattino tra bonacce e temporali locali costringendo a non abbassare la guardia e la coppia Zambelli-Tosi ha cercato di mantenere entro le 10 miglia il distacco dalle altre 3 barche più grandi in testa alla flotta.

Una conduzione della regata eccellente ha così permesso allo skipper forlivese di portare Illumia 12 a tagliare il traguardo di Caorle al terzo posto in tempo reale con un distacco di soli 32 minuti dal primo (Kika Green Challenge) e 8 minuti dal secondo (WANDERLUST un Comet 45) dopo oltre 500 miglia percorse, aggiudicandosi così anche il Trofeo Challenge Leonardo Bronca dedicato al miglior risultato della coppia più giovane. Ma il podio arriva nella classifica finale ai tempi compensati con la medaglia d’argento per il secondo posto assoluto in categoria ORC e IRC per la classe XDue.

“Sono contento di come si è comportata Illumia 12 – dichiara soddisfatto Michele Zambelli – abbiamo trovato tutte le condizioni tipiche dell’Oceano, dal vento forte alle bonacce equatoriali. Un test perfetto anche perché ci siamo confrontati con imbarcazioni di 4-5 metri più grandi di noi. Adesso rientrerò a Rimini per ottimizzare la barca in vista delle regate di qualificazione per la Ostar.”

Soddisfazione per il risultato anche dal Presidente di Illumia S.p.A Marco Bernardi che dichiara: “Michele ha affrontato questa nuova avventura con una nuova barca e in una nuova categoria, lo ha fatto con coraggio e determinazione, confermando ancora una volta di rappresentare perfettamente i valori di Illumia”


04/06/2016 10:09:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perch della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perch la "potenza nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a LOrange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nellultimo anno[1] disponibile, arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato questanno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Qubec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti luso di cookie per analisi e pubblicit.  Approfondisci