giovedí, 22 febbraio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

manifestazioni    rorc caribbean 600    star    arkea ultim challenge    cambusa    fiv    press    ambiente    altura    ilca    campionati invernali    global solo challenge   

ARKEA ULTIM CHALLENGE

Arkea Ultim Challenge: in testa c'è Tom Laperche

arkea ultim challenge in testa 232 tom laperche
Roberto Imbastaro

Passando a circa 195-200 miglia a ovest delle Isole Canarie questo mercoledì pomeriggio, i leader dell'ARKEA ULTIM CHALLENGE-Brest si stanno preparando ad affrontare il primo grande sistema di bassa pressione della regata, con venti a 40 km/h e un fronte che attraverseranno stasera.

Dopo aver effettuato il miglior passaggio al di fuori di una bolla di alta pressione e di venti molto leggeri - a volte anche di cinque o sei nodi - Tom Laperche (SVR Lazartigue) ha mantenuto la testa della regata fin dalle prime ore del mattino, ma l'obiettivo principale è quello di superare in sicurezza il fronte e di entrare per primo nei venti da NW dell'altro lato.

 

Laperche, che a 26 anni è lo skipper più giovane della regata, ha un margine di circa 14 miglia su Charles Caudrelier (Maxi Edmond de Rothschild), che dalle prime ore del giorno è rimasto in stretta compagnia di Thomas Coville (Sodebo Ultim 3).

"Il minimo è piuttosto profondo e più si è a nord, più sarà ventoso. E il vento sta già aumentando. L'obiettivo è quindi quello di attraversare il fronte nella migliore forma possibile e poi virare con la nuova brezza. Da quel momento in poi si tratterà di trovare la migliore TWS (velocità del vento reale) e di prendersi cura della barca e dello skipper". Riassume Pep Costa, che lavora nel team di terra di SVR Lazartigue.

In prossimità del suo centro, la depressione presenta venti medi di 37 nodi con raffiche a volte vicine ai 45 o 50. Sarà quindi la prima grande prova per i sei skipper da quando hanno lasciato Brest domenica.

 

"Sarà una tempesta", ha dichiarato Tom Laperche (SVR-Lazartigue) questo pomeriggio durante la diretta settimanale. "Dovremmo però essere in grado di fare un buon assetto e di trovare la giusta rotta tra il basso rischio e la perdita di miglia. Faremo le cose con attenzione e saremo comunque prudenti. Più si va a sud, più il vento sarà debole. Sono sempre scelte complesse".

 

Ancora un po' stupito da quanto sia stata intensa e combattuta la regata finora - anche stasera ci sono meno di 50 miglia tra i primi quattro - Thomas Coville su Sodebo Ultim3 ha riferito durante il Live show di stasera: "Stiamo combattendo una battaglia incredibilmente serrata. Non credo che durerà per sempre, ma prima della partenza non pensavo che saremmo rimasti in contatto così a lungo. È emozionante essere qui in mezzo, viverla dall'interno; siamo incredibilmente fortunati. Non so quanto resisteremo a questo ritmo, così ravvicinati, ma si crea un livello di competizione tra le barche che non avrei mai pensato di vedere.

Su Actual - l'attuale ULTIM che detiene il record del mondo e che in precedenza era MACIF - Anthony Marchand ha tenuto bene il passo con le barche più veloci e di nuova generazione che lo precedono. Questo fino a oggi, quando ha perso più di 20 miglia rispetto ai leader. “Questa mattina non ero molto soddisfatto della velocità della barca nella notte. Le velocità previste non erano buone, avevo difficoltà ad accelerare. Dopo aver analizzato tutti i dati, ho controllato tutto e alla fine ho visto che c'era un foglio di plastica bianco sulla tavola centrale che era difficile da vedere, ma in realtà era piuttosto grande. Alla fine ho dovuto fare marcia indietro per toglierlo, ma appena l'ho fatto ero 10 nodi più veloce di prima".

 

Nel frattempo il leader Charles Caudrelier ha ammesso: "Sono un po' deluso da ieri sera (martedì). Ero in contatto con Sodebo e abbiamo avuto un buco di vento in cui siamo rimasti bloccati per diverse ore. Ero davvero bloccato nell'anticiclone. Faremo di nuovo il punto della situazione domani, sarà una notte difficile!".

 

Nella tarda serata di giovedì gli skipper in testa alla classifica dovrebbero entrare in un debole aliseo, che dovranno trovare piuttosto lontano a ovest. Sabato sera dovrebbero attraversare l'Equatore intorno alle 2200 ore UTC.


10/01/2024 21:04:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cambusa: l’hamburger gourmet ha un nuovo Re, Daniele Barra del pub Excalibur di Revello

È giunta alla 6a edizione la sfida di Burger Battle Italia, un contest che da mesi vedeva coinvolti i migliori chef specializzati in hamburger gourmet per contendersi un posto alla finalissima, svoltasi ieri 19 Febbraio al Beer&Food Attraction di Rimini

Arkea Ultim Challenge: Banque Populaire arrivata a Rio con due timoni rotti

Armel Le Cléach ha raccontato dell'impatto con un tronco per il timone di destra del suo Ultim, e poi di un cedimento del timone centrale, cosa che ha reso impossibile continuare a navigare

Arkea Ultim Challenge: danni al timone di Banque Populaire

Secondo il team "sono in corso diverse opzioni per diagnosticare i danni e valutare come affrontare il resto della gara". Le Cléac'h sta dirigendosi verso un porto brasiliano

Arkea Ultim Challenge: due forti perturbazioni preoccupano Charles Caudrelier

Charles Caudrelier (Edmond de Rothschild): "Non sacrificherò il lavoro del team solo per impazienza. Stiamo parlando di 8 metri, 8,50 metri di mare con un vento previsto da 35-40 nodi, il che significa piuttosto 45-50 nodi e 70 in raffiche"

Arkea Ultim Challenge: Armel Le Cléac'h riparte da Rio

Dopo poco più di 48 ore di sosta Armel Le Cléac'h e Banque Populaire XI sono tornati in pista. Hanno lasciato Rio poco dopo le 16:30 UTC e ha ripreso la gara in 3a posizione. Gli skipper parlano del grande rumore a bordo (come in una discoteca)

Trieste incontra Sir Robin Knox-Johnston

Sir Robin Knox-Johnston, uno dei velisti oceanici più amati e conosciuti al mondo, arriva a Trieste con i suoi incredibili racconti di mare

La FIV indica quattro equipaggi per Parigi 2024

Sono Lorenzo Brando Chiavarini (ILCA 7), Marta Maggetti (iQFOIL F), Nicolò Renna (iQFOIL M), CAterina Banti e Ruggero Tita (Nacra 17). Le scelte FIV verranno ora sottoposte al Comitato Olimpico Nazionale Italiano per l’approvazione finale

Lavagna: tutti i vincitori del 48° Invernale del Tigullio

Diciassette prove, tre mesi e sei week end di confronti in acqua, trentadue imbarcazioni iscritte per il 48° Campionato Invernale Golfo del Tigullio

2024 ILCA senior European Championships: primo giorno di prove solo per ILCA 6

Primo giorno di prove per gli ILCA senior European Championships 2024 di Atene in Grecia. Il vento non è stato clemente e ha costretto ad annullare due prove per gli ILCA 7 mentre le ragazze sugli ILCA 6 sono riuscite a disputare almeno una prova

S&You e Wanderfun vincono l’Autunno Inverno Salodiano 2023-2024

Concluso il Campionato invernale Protagonist della Canottieri Garda, per la prima volta in gara anche la classe Fun

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci