giovedí, 21 febbraio 2019

PESCA

Suzuki protagonista di The Big Red

suzuki protagonista di the big red
redazione

Gli ingredienti affinché la quinta edizione di The Big Red, drifting bluefin tuna big game tournament, una delle gare di pesca sportiva in marepiù cool in Italia, potesse passare agli annali come una kermesse riuscita, erano stati scelti e preparati con cura. Per questo le aspettative non sono state tradite e la quinta edizione del tournament, organizzato all’interno del Marina di Roma, a Ostia, e dedicato al re delle prede che ogni pescatore ambisce di pescare ovvero il tonno rosso gigante, “The Big Red”, andata in scena nello scorso fine settimana, passerà agli annali come una delle edizioni più divertenti e coinvolgenti. Ciò, al di là delle catture che nessuna organizzazione al mondo può garantire e che purtroppo hanno potuto coronare solo in parte il sogno dei tanti fishing team accorsi sul litorale romano per l’occasione. Un’edizione, quella 2018, con pochi strike ma tanta partecipazione, anche da parte del pubblico romano accorso per l’occasione nel Marina, e tanto divertimento per tutti.
Protagonista principe della manifestazione è stata Suzuki che, oltre a essere partner ufficiale, ha portato una delle principali sfide per la vittoria finale, grazie alla presenza in gara della propria squadra ufficiale, il Suzuki Fishing Team. 
Ben sei equipaggi imbarcati su altrettante imbarcazioni, tutte con fuoribordo quattro tempi Suzuki installati a poppa, il meglio della tecnologia “Ultimate 4-Stroke Outboard” presente sul mercato. 
Di queste, tre unità nuove, varate per l’occasione: 
Il MASTER 775, costruito e allestito dallo storico cantiere con la consulenza di un pescatore professionista, quale il Capitano Matteo Catelani del Team SHIMANO SUZUKI. Questo battello si presenta sul mercato con un’estetica aggressiva e grintosa anche grazie alla personale livrea realizzata da ExtremeWrap, azienda leader nel wrapping personalizzato. A spingere il battello il nuovo e potente Suzuki DF350A; 
Il DELLA PASQUA DC Seven Fishing motorizzato anch’esso con un DF350A. Un battello costruito utilizzando la già collaudata carena del DC 7 Élite, che si è resa celebre nella Venezia Montecarlo del 1998 arrivando 1° nella categoria di velocità. Per il The Big Red la barca è stata capitanata da Eleonora Girardi, leader di un team tutto al femminile dell’ALBARELLA FISHING CLUB;
L’INVICTUS 270 Fishing, una barca che si è fatta notare per la sua eleganza, raffinatezza e l’alto livello di finiture, accoppiato a un Suzuki DF350A. Il team era capitanato da Marco Volpi, un pescatore sportivo di fama mondiale, che vanta 58 titoli nazionali e mondiali.
Gli altri tre equipaggi si sono anch’essi distinti per professionalità, lealtà e gioco di squadra:
Il team IDEFIX SUZUKI, a bordo di un Al Custom 25 dalla livrea inconfondibilmente griffata Suzuki, con un Suzuki DF350A, capitanato da Marco Valerio Alessandrini; 
Il Focchi 730 ProFish motorizzato con un Suzuki DF250AP del team DEMOLITION TUNA SUZUKI, sotto la guida di Alessio Smerilli, che si è distinto per la rapidità con cui ha raggiunto lo spot di pesca. Il battello ha superato i 50 nodi grazie al perfetto accoppiamento tra un motore dal carattere sportivo e un battello prodotto da un cantiere noto per il suo palmares in ambito motonautico.
Sandro Onofaro, pescatore pro di fama internazionale, e la sua squadra Adriatic BullsFishing team sulla Al Custom 25 ufficiale di ExtremeWrap, in configurazione bimotore, con una coppia di Suzuki DF150AP; 
In quanto partner ufficiale della manifestazione, Suzuki ha realizzato un proprio stand che già dal venerdì, giorno dedicato all’accoglienza dei tanti equipaggi arrivati da ogni parte d’Italia, è divenuto immediatamente il punto di ritrovo preferito da tutti. Ha contribuito a ciò la distribuzione gratuita di snack, panini e bevande per tutti i pescatori in gara, organizzata da Suzuki come giusto ristoro per chi ha trascorso ore in mezzo al mare. Ma è altrettanto indubbio quanto lo staff Suzuki e il Suzuki Fishing Team ci abbiano messo del loro affinché il clima conviviale divenisse una vera e propria festa nella quale è stato coinvolto tutto il Marina.


30/05/2018 20:24:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caribbean 600: si rovescia Argo, il rivale di Soldini. Equipaggio in salvo

Il MOD 70 americano Argo si è capovolto a Sud di Antigua, l’equipaggio è in salvo.

Fincantieri: ad Ancona al via i lavori in bacino per "Silver Moon"

Si tratta della seconda di tre navi ultra-lusso della serie “Muse” per Silversea Cruises

Andora: la classe Laser inaugura il progetto "Italia Cup Plastic Free"

Si tiene ad Andora, da venerdì 15 a domenica 17 febbraio, la prima tappa dell'Italia Cup Laser 2019. L'organizzazione della regata è affidata al Circolo Nautico Andora, su delega della Federazione Italiana Vela

Giovanni Soldini pronto per la RORC Caribbean 600

Domani il via dell’11ma edizione della RORC Caribbean 600. Previste condizioni favorevoli per la regata

Domenica settima prova per l'Invernale di Riva di Traiano

Nel mezzo di quella che oramai viene chiamata “L’estate di San Valentino”, si torna in acqua domenica 17 febbraio per la settima giornata del Campionato Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli

Sydney: dopo 5 prove Australia in testa nella "ControCoppa America"

Belle riprese video ma formula ancora non convincente

Giovanni Soldini e Maserati alla RORC Caribbean 600

Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini ad Antigua per la RORC Caribbean 600. L’equipaggio del trimarano italiano è pronto alla sfida con l’americano Argo. Partenza prevista per il 18 febbraio

Caribbean 600: sportività tra Soldini e il Team Argo

Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati Multi 70 hanno accolto la richiesta del Team di Argo di posticipare la partenza della RORC Caribbean 600

Invernale Riva di Traiano: 2 nodi non bastano

Giornata estiva con un vento che non è mai andato oltre i 3 nodi, troppo pochi per disputare una regata degna di tal nome

Caribbean 600: per Soldini anche il nuovo record della regata

Il Team italiano stabilisce il nuovo record della regata: 1 giorno, 6 ore e 49 minuti Il diretto rivale Argo taglia il traguardo 7 minuti dopo

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci