mercoledí, 25 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cambusa    fincantieri    windsurf    vendee globe    press    aziende    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

LASER

Record di iscritti (ben 59) e alto livello nella tappa civitanovese del campionato zonale Laser

Scavalcato il fine settimana, è andata in archivio un'altra frazione del campionato zonale della classe Laser che, anche nelle Marche (così come a livello globale), si conferma la classe più numerosa. E infatti anche la regata dello scorso weekend, organizzata dal Club Vela Portocivitanova in collaborazione con il Comitato X Zona (FIV Marche), ha fatto registrare un record di adesioni, ben 59 velisti sulla linea di partenza (15 Laser Standard, 27 Laser Radial, 17 Laser 4.7).

L'anticiclone africano, responsabile del gran caldo e del vento leggero e instabile sul campo di regata, ha reso difficile la gestione della gara dal punto di vista tattico, una situazione che ha premiato i concorrenti più esperti. Fra i Radial, a imporsi è stato il decano bianco-blu, Alessio Marinelli, vincendo entrambe le prove, davanti a un ottimo Nicolas Privitera (CV Portocivitanova), miglior Under 19, e Sofia Paradisi (CN Sambenedettese) che ha vinto la classifica femminile, in cui hanno brillato anche altre due ragazze civitanovesi, Alina Iuorio e Maria Giulia Cicchinè, rispettivamente 4^ e 6^ overall. Così gli altri Radial civitanovesi: 9. Emanuele Nasini, 10. Flavio Caterbetti, 16. Tommaso Pigliacampo, 23. Claudia Belletti.

Nei 4.7, il migliore degli atleti di casa è stato Filippo Vignola, che ha guadagnato il terzo gradino del podio, preceduto da Zaccaria Ippoliti (LNI Ancona), vincitore della tappa, e Swami Sciarra (CN. Sambenedettese), 2^ assoluta e 1^ femminile. Per i bianco-blu, da segnalare anche i risultati di Andrej Casaccia e Cecilia Belletti, rispettivamente vincitori Under 16 maschile e femminile e buoni quarto e quinta della overall.

Grande battaglia con le deboli brezze del Medio Adriatico anche per gli Standard, in cui Edoardo Libri, originario di Ancona ma ora in forze al Club Vela Portocivitanova, ha chiuso al 3° posto. Quattro punti lo hanno separato dalla vittoria finale, ottenuta da Rodolfo Silvestrini (LNI Porto S. Giorgio), con Matteo Terenzi (CN Sambenedettese) secondo a pari punti. Un’altra medaglia, nel raggruppamento Standard, è andata a Daniele Regolo, esperto portacolori del Club Vela Portocivitanova, 7° assoluto e primo Over 35.

Grazie a questa regata, alcuni giovani velisti hanno ottenuto la qualificazione al Campionato Italiano Laser Juniores (Salerno 10-13 settembre): per il sodalizio di Civitanova Marche sono Maria Giulia Cicchinè, Nicolas Privitera e Tommaso Pigliacampo fra i Radial U19; Filippo Vignola, Desia Di Domenico, Andrej Casaccia e Cecilia Belletti nei 4.7 Under 16.


03/08/2020 22:36:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Europeo Windsurf RS:X a Vilamoura (POR)

Cinque azzurri presenti, tre uomini e due donne. Mattia Camboni, Daniele Benedetti e Carlo Ciabatti nella flotta maschile.Marta Maggetti e Giorgia Speciale in quella femminile

Yahia, il ragazzo che non sapeva nuotare: fuggito su un barcone ora è uno skipper

Yahia è nato in Niger, paese desertico senza sbocchi sul mare e tra i più poveri del pianeta, dove ha perso tutti i familiari e da dove è scappato imbarcandosi in Libia su un mezzo di fortuna

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci