mercoledí, 21 agosto 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela olimpica    29er    circoli velici    windsurf    attualità    match race    laser    garda    vela    turismo   

MATTEO MICELI

Oceano Atlantico: Matteo Miceli abbandona le ricerche della sua barca

oceano atlantico matteo miceli abbandona le ricerche della sua barca
Roberto Imbastaro

Al suo arrivo a Fiumicino dopo il naufragio aveva sfoderato questa scritta vergata sulla carta del cargo Aramon che lo aveva salvato. Questa volta sarà ancora peggio, perché il suo Eco 40 è andato definitivamente perso (salvo miracoli).

Matteo, Paolo, Tullio, Andrea e Paolo Sperduti, il diving supervisor della Progesub che doveva assisterli nella parte subacquea del recupero, hanno abbandonato le ricerche di Eco 40 e si stanno ora dirigendo verso la terraferma, precisamente a Natal a bordo del peschereccio Transmar II.

Dopo aver perduto il segnale del tracker lo scorso lunedì, si sono comunque diretti verso la posizione stimata, tenendo conto delle correnti e dell'andamento che Eco40 aveva avuto fino a quel giorno. L'area di ricerche era davvero troppo grande.
Matteo ci racconta:"Quando siamo arrivati sul punto stimato, dopo 36 ore dall'ultima rilevazione del satellite, la zona da perlustrare aveva le dimensione dell'anello del Grande Raccordo Anulare e noi lo stavamo percorrendo con un mezzo che ha velocità pari ad una bicicletta. Per 60 ore abbiamo cercato, ci siamo cotti dal sole e abbiamo fatto i turni di avvistamento... Purtroppo niente da fare. In quelle 36 ore speravamo che il tracking riuscisse a trasmettere almeno un altro punto come era già successo durante il giro...a volte il segnale tornava."

Non è stato così, ma non sempre si può vincere. Ci sono tante cose che sono andate bene in questo giro. Bisogna pensare a quelle e ricominciare facendo tesoro delle esperienze ma guardando sempre e solo avanti.


04/04/2015 23:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Enoshima: tifone permettendo iniziano i Test Event Olimpici

Al via il Test Event Olimpico Ready Steady Tokyo in programma a Enoshima dal 15 al 22 agosto

Il Presidente Sergio Mattarella a Caprera

Il presidente del CVC Paolo Bordogna, ha omaggiato il Presidente Mattarella con il crest che riporta il simbolo “CVC”, con le bandiere del codice internazionale

Garda: video finale della Trans Benaco #33-Il 24 agosto la X 2

On line il video della Trans Benaco #33 e gli appuntamenti della vela gardesana continuano per tutto il mese di agosto

Windsurf, Mondiali Kona: in testa lo svedese Holm

A Torbole iniziato con quattro regolari regate con 16 nodi di vento da sud il Mondiale della classe Kona un tipo di tavola che in Italia non si era mai vista

In 230 al Porto Turistico di Roma per quattro giorni regate dell'Italia Cup Laser

Sebastiano Majer e Sofia Paradisi vincono il titolo italiano nei Laser 4.7 over 16. Andrea Crisi è campione italiano Laser Radial over 19

Windsurf: Mondiali classe Kona a Torbole con 13 nazioni presenti

Da giovedì 15 a domenica 18 agosto sono in programma infatti i Campionati del Mondo della classe monotipo KONA, una tavola diffusa soprattutto in nord Europa, Stati Uniti e Canada

Vela Olimpica, Enoshima: da domani si regata

Tutto pronto ad Enoshima per Ready Steady Tokyo, il test event ufficiale dei Giochi Olimpici 2020 di Tokyo

Match Race: poco vento al Mondiale giovanile di Ekaterinburg

Oggi ultimo giorno di match race con la cerimonia di premiazione prevista per le 17 ora locale

Windsurf, Mondiale classe Kona: poker di giornata dell’olandese Tak Huig-Jan

Giornata tersa, vento da sud arrivato regolare dopo una nottata e una mattinata di vento da nord bello teso e altre quattro regate valide per i Campionati del Mondo Classe Kona

Tokio 2020: ad Enoshima buon inizio per gli Azzurri

Sono iniziate ieri in Giappone, nella futura sede olimpica per la vela di Enoshima, le regate del Test Event Ready Steady Tokyo

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci