venerdí, 12 luglio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    quebec saint malo    carthago dilecta est    pesca    ambiente    wwf    reale yacht club canottieri savoia    rs21    swan    melges 32    rs aero    regate   

THE OCEAN RACE

The Ocean Race: est o non est, questo è il dilemma

the ocean race est non est questo 232 il dilemma
redazione

Un giorno può fare una grande differenza in The Ocean Race. Infatti, poche ore possono trasformare quella che era una carta vincente in una opzione incerta. 

È questo il caso per GUYOT environnement - Team Europe, che ha scommesso su una rotta a est per passare la bonaccia e sembrava aver realizzato un grande colpo.

Ma solo 24 ore dopo essere sfuggito alle maglie dei venti leggeri intorno all'equatore, GUYOT environnement si è ritrovato sotto un complicato evento meteorologico locale che lo ha visto navigare molto più lentamente dei suoi avversari per la gran parte della mattinata di giovedì (UTC).

Sebbene tutta la flotta stia rallentando a causa del calo del vento di aliseo delle ultime 24 ore, nessuno è stato penalizzato più di GUYOT environnement - Team Europe, che sembra aver smarrito la fortuna nella zona a est.

"Nelle ultime ore abbiamo fatto alcune importanti manovre. Per prima cosa abbiamo cambiato vela, passando dal J0 e J3 al J2 per navigare per qualche ora", ha spiegato Sébastien Simon da bordo.

"Stiamo lottando, stiamo lottando per ogni miglio", ha aggiunto lo skipper Robert Stanjek.

Secondo Simon, il problema è il "braccio lungo" dell'alta pressione di Sant'Elena, un'area di venti leggeri che si trova proprio tra la flotta e Città del Capo. 

La St. Helena High è il motivo per cui la flotta sta navigando verso sud vicino alla costa del Brasile, piuttosto che lungo la costa africana. La distanza in cui si allarga dall'Africa verso l'Atlantico meridionale cambia costantemente, e al momento GUYOT environnement sembra trovarsi ai margini della zona di vento leggero. 

Sebbene il tracker (alle 13.00 UTC) indichi ancora un leggero vantaggio per Stanjek e il suo equipaggio, ciò si basa più sulla minore distanza da Città del Capo che sulla realtà tattica della regata, per la quale sembra che Team Holcim-PRB, essendo la barca posizionata più a sud, sia il leader della flotta.

Salite a bordo di Team Holcim-PRB per un po' emozione da aliseo

Il velista Tom Laperche ha dichiarato che il suo team si concentra sulla velocità e su come sfruttare al meglio le condizioni: "Sono condizioni buone per andare veloci su un IMOCA. Siamo al lasco (vento al traverso della barca). Il vento è ancora buono, ma ora sta diminuendo un po'. Continuerà a diminuire e a spostarsi alle nostre spalle. Quindi nei prossimi giorni navigheremo più di poppa. Fa anche caldo!". 

Tutti i team del gruppo degli inseguitori - Biotherm, 11th Hour Racing Team e Team Malizia - sperano che, con il calare e il giro di vento, le cose cambino anche per chi si trova più a ovest. Tutto si scoprirà nelle prossime 48 ore. 

Le ultime posizioni sul tracker della regata

Guarda la copertura su Eurosport

Posizioni della seconda tappa alle 1300 UTC del 2 febbraio 2023

1. GUYOT environnement - Team Europe, distanza dall'arrivo 2986,5 miglia 
2. Team Holcim-PRB, distanza dal leader 3,5 miglia 
3. Biotherm, distanza dal leader 38,3 miglia 
4. 11th Hour Racing Team, distanza dal leader 80,7 miglia 
5. Team Malizia, distanza dal leader 168,1 miglia


02/02/2023 18:14:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint-Malo: naufragio (e salvataggio) per Alberto Riva e Acrobatica

L’equipaggio, composto da Alberto Riva, Jean Marre e Tommaso Stella, sta bene ed è al sicuro su una nave cargo che l’ha tratto in salvo

“Route to Barcelona”: Silvestri e Paliotto (RYCC Savoia) staccano il pass per assistere alla UniCredit Youth America’s Cup

Si è svolta venerdì scorso, 5 luglio, la terza delle sette regate previste dall’iniziativa promossa da UniCredit “Route to Barcelona”

Riva del Garda, Melges 32: parte benissimo il tedesco Wilma

Il team tedesco di Wilma con Nico Celon alla tattica mette da subito le cose in chiaro firmando con due vittorie le prime due prove della giornata

L'87% del Mar Mediterraneo è inquinato!

Con 1,9 milioni di frammenti per mq presenta la più alta concentrazione di microplastiche mai misurata nelle profondità. L’inquinamento idrico provoca 1,4 milioni di morti premature al mondo ogni anno

Quebec Saint Malò: Alberto Riva, Tommaso Stella e Jean Marre sbarcheranno alle Azzorre

La direzione di corsa della Quebec Saint Malò ha comunicato che la petroliera liberiana Silver Ray con a bordo i tre velisti soccorsi ieri in pieno Atlantico, farà scalo nelle isole Azzorre, per consentire lo sbarco

Quebec Saint Malò: per Ambrogio non va "alla grande", lo scafo imbarca acqua

Regata finita anche per Ambrogio Beccaria che imbarca acqua nel suo Class 40 Alla Grande Pirelli

Prima giornata della 39a Salò Sail Meeting

Un vento debole e discontinuo ha caratterizzato la prima giornata della 39a edizione della Salò Sail Meeting, classica di metà estate per i monotipi gardesani organizzata dalla Canottieri Garda

Moscioli in pericolo: Slow Food decide il fermo pesca

Innalzamento temperature marine: dovremo dire addio al saporito Mosciolo selvatico di Portonovo?

Prima Tappa Club Swan 42 a Valencia per il Trofeo SM La Reina

Nei Club Swan 42 vince Nadir di Pedro Vaquer, mentre il podio è tutto Swan negli ORC 1

Calasetta, RS Aero: seconda giornata della 4a regata nazionale

Francesca Ramazzotti passa al comando nella classe RS Aero5 e FIlippo Vincis sta dominando negli RS Aero 6

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci