domenica, 16 giugno 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

argentario sailing week    j24    solidarietà    ambiente    circoli velici    windsurf    giraglia    hansa    confindustria nautica    la lunga bolina    veleggiata    meteor    ilca   

ROUTE DU RHUM

Route du Rhum: Caudrelier è davanti, ma nulla è deciso

route du rhum caudrelier 232 davanti ma nulla 232 deciso
Roberto Imbastaro

Se c'è una cosa che l'edizione 2018 della Route du Rhum-Destination Guadeloupe ci ha insegnato è che questa regata transatlantica in solitario di 3.542 miglia nautiche non è mai finita finché non è finita. Nella scorsa edizione, lo storico leader della regata François Gabart, il ragazzo d'oro della vela francese che aveva già vinto il Vendée Globe, la Classe IMOCA nella Route du Rhum e che deteneva il record del giro del mondo in solitario, sembrava destinato ad aggiungere gli onori della Route du Rhum alla sua lunga lista di successi. 

 

Ma durante le ore di buio, quando il vento inevitabilmente cala a una manciata di nodi e a volte a nulla, l'audace 61enne Francis Joyon aveva recuperato un distacco di 150 miglia e aveva superato Gabart per sfilargli il titolo da sotto il naso.

 

Quest'anno Gabart è lo sfavorito. Lui e il suo team SVR Lazartigue hanno trascorso mesi a lottare contro una sentenza che aveva messo la sua barca fuori classe, in sostanza perché le sue vele vengono regolate dall'interno del trimarano. Questa è la sua prima regata oceanica completa con il suo nuovo Ultim 32/23 progettato da VPLP. 

 

Al contrario, il Maxi Edmond de Rothschild, altamente ottimizzato e guidato dallo skipper vincitore della Volvo Ocean Race Charles Caudrelier, ha dominato tutte le regate oceaniche Ultim dal 2019.

 

Attualmente, i primi tre multiscafi Ultim 32/23 stanno volando a una velocità media di trenta nodi verso Guadalupa e il leader Caudrelier sembra ben posizionato per vincere. Ma è sempre minacciato da Gabart e Thomas Coville (Sodebo Ultim 3), che gli sono rimasti alle calcagna fin dalla partenza da Saint-Malo. Oggi pomeriggio, a meno di 400 miglia dal traguardo, Caudrelier ha solo 64 miglia di vantaggio su Gabart.

 

Lo skipper della Maxi Edmond de Rothschild ha dominato la Route du Rhum-Destination Guadeloupe fin dall'inizio, guadagnando miglia su miglia sui suoi avversari, ma non è mai riuscito a staccarli completamente. Con un vantaggio che varia da sessanta a ottanta miglia a seconda di chi stramba, Caudrelier è ancora in testa alla boa della Tête à l'Anglais, che potrebbe raggiungere questa sera presto (tra le 22.30 e le 01.00) ora locale. Ma la battaglia non è ancora finita. Il giro dell'isola di Guadalupa avverrà di notte e sarà difficile tenere sotto controllo gli avversari, soprattutto perché sanno che tutto è ancora possibile.

 

Una volta raggiunta la boa della Tête à l'Anglais - la penultima boa prima della boa finale a Basse Terre, vicino all'arrivo - la battaglia atlantica sarà finita, ma il verdetto finale nonsarà ancora deciso. Qualsiasi errore o problema tecnico costerà caro skipper in questo tratto finale. 

 

Ciò che preoccupa maggiormente Caudrelier è: "Ho paura che François Gabart mi faccia un Joyon, perché vuole vendicarsi dopo quello che è successo l'ultima volta". 

 

Gabart è super motivato, sapendo che nel 2018 aveva un vantaggio di quasi 150 miglia all'approssimarsi della boa della Tête à l'Anglais, ma quel vantaggio si è dissolto nel caldo della notte in Guadalupa.

 

Coville lo ha confermato. "Sulle nostre barche, se manca la minima cosa, un'aletta del timone, un regolatore di foil, tutto si ferma. L'unico modo per navigare è quello di rimanere in acqua fino al traguardo".

 

Anche Armel Le Cléac'h, pur se molto lontano, ha confermato: "Sembra che Charles abbia il pieno controllo della sua barca, cosa che non accadeva quattro anni fa a François, ma non è impossibile perdere 100 miglia in tre ore. Non è finita finché non si taglia il traguardo".

 

_____________________________________________

ETA boa Tête à l'Anglais, classe Ultim32/23

Maxi Edmond de Rothschild: Mercoledì 15 novembre, ore 22:30 locali (2:30 UTC)

SVR Lazartigue: Giovedì 16 novembre, 2:30 ora locale (6:30 UTC)

Sodebo Ultim 3: giovedì 16 novembre, ore 6:00 locali (10:00 UTC)

 


15/11/2022 19:17:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giraglia, primo giorno di regate a Saint Tropez

Primo giorno di regate della Loro Piana Giraglia 2024: il primo atto è iniziato oggi con le regate nel Golfo di Saint-Tropez: 2 prove per i Maxi nel Golfo di Pampelonne e una costiera di 22 miglia per tutti gli altri

Rs21: a Riva del Garda vince "Fremito d'Arja"

Dario Levi, con il suo “Fremito d’Arja” (per i colori del Circolo Velico Torbole), si è aggiudicato a Riva del Garda un combattutissimo Act 3 della RS21 Cup Yamamay di vela Fiv con numeri da record

Giraglia: Jethou a Jolt danno spettacolo tra i Maxi

Terza Giornata di Regate: condizioni spettacolari in mare e grande successo per il nuovo Crew Village. La Loro Piana Giraglia si conferma un appuntamento imperdibile!

Saint Tropez: un bel vento per le regate della Giraglia 2024

La seconda giornata di regate della Loro Piana Giraglia 2024 ha offerto un altro grande spettacolo sportivo nelle acque cristalline di Saint-Tropez

Maddalena Spanu è Campionessa Mondiale di Marathon WingFoil Racing

Maddalena conquista il titolo affrontando una gara conclusiva di 80 km della durata di 2 ore e 40 minuti in cui ha staccato il resto delle concorrenti di 9.6 km

J24, parte a Porto Cervo il Campionato Europeo

Tutto pronto allo Yacht Club Costa Smeralda per accogliere armatori ed equipaggi del monotipo J/24, il cui Campionato Europeo si svolgerà nelle acque antistanti Porto Cervo a partire dal 12 giugno, con la practice race

Optimist: il Team Happy dagli Usa vince di nuovo il Trofeo Rizzotti

È Il Team Happy dagli Usa ad aggiudicarsi per il secondo anno consecutivo il Trofeo Marco Rizzotti - International Optimist Class Team Race Venezia, evento giunto alla 36esima edizione, organizzato dalla Compagnia della Vela e dal Diporto Velico Veneziano

Sails of Change 8 vince la 60ª edizione della Genève-Rolle-Genève

"L'intera regata è stata un costante gioco di contatto, dove fai tre buone mosse e poi una cattiva e perdi tutto di nuovo," ha detto il tattico Delpech. "Il gioco è fantastico e ci siamo divertiti un mondo in questa battaglia super tattica tra le barche."

Al via da domani le regate 23ma edizione dell’Argentario Sailing Week

Un evento strategico, capace di generare un importante impatto economico sul territorio con 50 imbarcazioni d’epoca e classiche iscritte, provenienti da 9 nazioni

Vele d'epoca: i vincitori del 4° Capraia Sail Rally

Grande successo per la 4a edizione del Capraia Sail Rally, con una ventina di barche d’epoca, classiche e storiche partecipanti, che hanno dato vita a un vero e proprio Museo Galleggiante ormeggiato lungo le banchine del porto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci