giovedí, 21 settembre 2023


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

52 super series    este 24    cambusa    circoli velici    yacht club costa smeralda    5.5    rs21    protagonist    moth    alinghi red bull racing    america's cup    regate    manifestazioni    j24    swan 36   

THE OCEAN RACE

The Ocean Race: la rotta da seguire diventa un rompicapo

the ocean race la rotta da seguire diventa un rompicapo
redazione

Merito a GUYOT environnement - Team Europe che ha riguadagnato la testa della classifica e la posizione di barca più a sud della flotta. In una regata verso sud, questa è una cosa positiva... oppure no?

Due delle tre barche posizionate a circa 120 miglia a ovest - Team Holcim-PRB e 11th Hour Racing - hanno appena effettuato una strambata verso ovest, consolidando la posizione e preparandosi a una transizione meteo prima dell'eventuale rotta a sinistra verso Città del Capo. E non sarebbe una sorpresa se Biotherm li raggiungesse.

La prassi direbbe che questa è la mossa giusta. Ma la stessa consuetudine avrebbe fatto sì che GUYOT environnement rimanesse impantanato, mentre a questo punto il team continua a fare miglia verso l'obiettivo. La fortuna reggerà?

"Resta da vedere se la separazione dagli altri servirà a qualcosa. La forte dorsale di alta pressione ci sta costringendo tutti a scendere verso sud, forse addirittura verso sud-ovest. E questo non ci rende felici", ha dichiarato lo skipper Robert Stanjek.

Il navigatore Sébastien Simon sta cercando una via d'uscita dalla trappola: "Il traguardo è molto lontano e quindi dobbiamo rimanere concentrati per la prossima parte della regata. Dopo l'alta pressione dobbiamo gestire tutta la bassa pressione subtropicale. Il gioco non è finito. Dobbiamo solo navigare considerando la nostra barca e la nostra strategia".

Il tema "navigare con la propria barca" si ripropone continuamente. La flotta IMOCA non è monotipo, le barche hanno caratteristiche e punti di forza diversi. Copiare le mosse dell'avversario è una strada che può portare alla rovina. 

Ecco come l'onboard reporter Amory Ross da 11th Hour Racing Team, ha descritto la situazione al termine della fase di stallo: "Nei prossimi giorni tutti coloro che si trovano a est vorranno probabilmente avvicinarsi alla nostra rotta. Se ci si spinge troppo a est verso l'alta, il vento diventa davvero poco. Si è sempre tentati di tagliare l'angolo, per così dire, ma raramente funziona. Quindi, anche se gli avversari sulla carta sono più vicini a Città del Capo e possono avere un vento migliore al momento, se riusciamo a resistere qui a ovest, la nostra scelta alla fine sarà migliore. In sostanza, abbiamo già fatto il lavoro duro per arrivare fin qui e ora dobbiamo sperare che si blocchino troppo vicino all'alta... o che riducano il loro vantaggio per raggiungerci. A quel punto toccherà a noi. Per ora, però, il briefing di guardia di Si Fi (il navigatore) è semplice. Attenersi al piano... Non lasciarsi distrarre dai successi a breve termine di quelli a est".

Questo sarà di conforto per la barca più a ovest, Team Malizia. Guidato da Will Harris, il team rimane in caccia, inseguendo i leader e mantenendo una cauta vigilanza sui nuovi foil. 

Con l'ETA di Città del Capo che si allontana di 48 ore, le scorte di cibo e di energia sono diventate un problema, e i team stanno già pensando a un razionamento della luce per conservare quello che c'è a bordo.

"Abbiamo lavorato sui pannelli solari, aggiungendo il 50% di superficie in più in modo che non siano all'ombra del boma, così da poterli caricare tutto il giorno con l'energia solare", ha detto lo skipper di Team Holcim-PRB Kevin Escoffier. "Abbiamo anche un idrogeneratore che funziona con la velocità della barca e oggi siamo riusciti a fare 24 ore con queste fonti di energia".

L'arrivo a Città del Capo è ora previsto per l'11 febbraio.

Posizioni della seconda tappa alle 1200 UTC - 3 febbraio 2023

1. GUYOT environnement - Team Europe, distanza al traguardo, 2663,9 miglia
2. Team Holcim-PRB, distanza dal leader, 94,5 miglia
3. Biotherm, distanza dal leader, 108,6 miglia
4. 11th Hour Racing Team, distanza dal leader, 136,7 miglia
5. Team Malizia, distanza dal leader, 220,6 miglia

 


03/02/2023 14:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Tri-Este 24 Trofeo GHC Sanatorio Triestino – Barcolana 55

La flotta è già in fermento da settimane. Ci si prepara per l’evento glamour di questa stagione, sarà una trasferta a tutto tondo per gli equipaggi, tra regate di giorno e di sera, eventi e party, lo spirito della classe respirerà vela giorno e notte

Mondiale J24: argento per La Superba

Il J24 World Championship 2023 parla americano con Keith Whittemor e il suo J24 Furio. Argento per il J24 della Marina Militare La Superba timonato da Ignazio Bonanno. Gli altri azzurri, Pilgrim e Jorè, chiudono al 15° e al 26° posto

America's Cup: Alinghi Red Bull Racing pronto al decollo a Vilanova

Alinghi Red Bull Racing e Luna Rossa Prada Pirelli che si sono cimentati in un fly-by ad alta velocità con un aereo pilotato dal pilota acrobatico Dario Costa

Puntaldia: l'Europeo Swan 36 va a Far Star di Lorenzo Mondo

Va in Italia al team di Far Star di Lorenzo Mondo il titolo di Campione d’Europa del ClubSwan 36

Alinghi Red Bull Racing: un rientro comunque positivo

E' stato importante tornare all'America's Cup come sfidanti, entrare in quella che è definita come "modalità regata" e tornare sulla linea di partenza delle regate dell'America's Cup per la prima volta dopo 13 anni

America's Cup: Kiwi in testa ma i francesi hanno bussato un bel colpo

Ottima prova di Orient Express, che vince la prima regata. La seconda va ai Kiwi che hanno infilato Alinghi come pollastri allo spiedo. Luna Rossa prima squalificata in gara 1 poi riammessa dopo la discussione della protesta

America's Cup: una practice race tutta Kiwi a Vilanova i La Geltrú

Con Emirates Team New Zealand che ha messo in scena praticamente una masterclass e ha vinto tutte e tre le Practice Races in grande scioltezza

Cambusa: consommé di pomodoro con molluschi e crostacei, profumato allo zenzero e limone

La ricetta dello chef Luca Tartaglia nasce dall’idea di riprendere i brodi e le zuppe con cui i giapponesi sono soliti iniziare il pasto

Molveno: Fabio Mazzetti è Campione italiano Moth

La regata disputata nel week end sul lago di Molveno ha assegnato i titoli del campionato italiano e del campionato austriaco moth per l’anno in corso e sul podio vista lago salgono rispettivamente Fabio Mazzetti e Michael Schonleitner

America's Cup: pioggia, fulmini e saette e i velisti si arrendono

Il vento si è spento per essere sostituito da pioggia battente e fulmini in lontananza. L'unica decisione sensata e "marinaresca", come aveva spiegato Iain Murray in precedenza è stata quella di rientrare in porto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci