sabato, 20 ottobre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

match race    vele d'epoca    kite    vela    melges 32    cnsm    circoli velici    campionati invernali    veleziana    star    vela paralimpica    ambiente    melges 24    porti    invernali    soldini   

NAUTICA

Tankoa Yachts: varato il nuovo S701 Solo

tankoa yachts varato il nuovo s701 solo
Redazione

Il secondo yacht costruito sulla piattaforma tecnica di Tankoa da 70/72 metri – venduto a Settembre 2016 a un esperto cliente europeo – il suo secondo yacht realizzato con Tankoa – è stato varato e la consegna finale al suo armatore è prevista il 15 novembre 2018.
Disegnato da Francesco Paszkowski, Solo farà il suo debutto mondiale in occasione del prossimo Monaco Yacht Show dal 26 al 29 settembre 2018. 
Secondo Euro Contenti, CEO di Tankoa – si tratta di un grande riconoscimento ai valori del cantiere e alla forza della scelta di costruire yacht con il cliente e non per il cliente.
Contenti ha dichiarato: “Oltre a essere felici di vedere il cliente così contento ed entusiasta in banchina con la sua famiglia, siamo realmente orgogliosi di avere sviluppato un rapporto di fiducia con un armatore così esperto. Solo sarà in banchina a Monaco e riscuoterà sicuramente un grande successo perché si tratta di uno yacht che dimostrerà come Tankoa sia la vera alternativa ai cantieri nord europei quando si tratta di costruire yacht di alta qualità a costi ragionevoli e con estrema flessibilità”.
Pur ricordando il 69m Suerte (S693)Solo è 3 metri più lungo (72m) e ha un volume di circa 1,600 GRT. Le altre principali differenze includono gli scarichi immersi, che consentono di ottenere maggiori spazi aperti su tutti i ponti e un giardino d’inverno più grande; il ponte di poppa accoglie una piscina di sei metri posizionata trasversalmente; le vetrate nelle murate assicurano una vista ininterrotta sul mare; l’upper deck wide body ha permesso di ottenere un salone panoramico sovradimensionato. La lunghezza al galleggiamento maggiore permette di raggiungere una velocità massima di oltre 17 nodi. Michel Karsenti, Sales and Marketing Director di Tankoa e membro del consiglio di amministrazione, ha dichiarato recentemente a proposito del varo di Solo: Oltre all’emozione di vedere un oggetto la cui costruzione è durata quasi quattro anni e migliaia di ore di duro lavoro e passione, mi vengono in mente tre cose.
Sicuramente la soddisfazione che l’armatore e la sua famiglia abbiano creduto in noi in questo periodo insieme e il suo sorriso quando ha visto il suo yacht qui pronto al varo.  Sto anche pensando ai nostri maestri d’ascia e agli artigiani che hanno messo l’anima in questa opera d’arte e voglio ringraziarli. La terza cosa è, ed è il bello della nostra azienda, che abbiamo già fissato una serie di incontri dopo il varo per capire dove e come possiamo fare ancora meglio!
Non solo Tankoa è un cantiere unico per costruire uno yacht, è anche un luogo incredibile per lavorare dove tutti sono guidati dalla passione e dalla costante ricerca dell’eccellenza, dai saldatori fino al top management.
Siamo impazienti di presentare Solo al Monaco Yacht Show dove sicuramente attrarrà molti visitatori e clienti.” Solo è destinato al charter e le richieste dell’armatore vertevano principalmente sull’esigenza di avere passaggi ben definiti che permettessero all’equipaggio di lavorare in totale autonomia e al contempo offrissero all’armatore e ai suoi ospiti la massima privacy e un arredo moderno, elegante e caldo. Sia il GA sia il décor sono il risultato dello sforzo comune di Francesco Paszkowski e Margherita Casprini.
La costruzione è stata attentamente seguita dall’ingegnere Albert McIlroy, rappresentante dell’armatore: 
Posso davvero percepire come il cantiere sia sostenuto dall’illimitata esperienza dei manager e dell’ufficio tecnico e come i ragazzi siano stati capaci di alzare il livello della qualità e dell’ingegnerizzazione barca dopo barca”, dichiara McIlroy, che ha al suo attivo la realizzazione di numerosi yacht in Nord Europa.Il GM Edoardo Ratto si è tra le altre cose impegnato profondamente nel portare a bordo le ultime novità tecnologiche e a questo proposito mi sta davvero aiutando... La gestione delle scadenze e i processi operativi sono fondamentali per il team in ogni momento e non c’è spazio per l’improvvisazione, nonostante la grande flessibilità che sono in grado di dimostrare quando necessario. Come dico ai miei colleghi, trovarsi da Tankoa è come essere in Nord Europa, ma continuando a mangiare il cibo migliore del mondo!”


01/08/2018 16:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Barcolana: nella lotta tra ex la spunta Morning Glory (Spirit of Portopiccolo)

Vince Spirit of Portopiccolo, ovvero l'ex Morning Glory costruita nel 2006, davanti a CQS Tempus Fugit, ex Nicorette un 29,76 metri del 2004 e all'ex Maxi Iena Way of Live

Elements Race: Cagliari ospiterà la 3a edizione

Dopo le prime edizioni organizzate nell'Arcipelago della Maddalena, la manifestazione che unisce Vela e Off Road si sposta nel Sud della Sardegna, a Cagliari, con nuove rotte e a bordo dei GIRO 34

Muore Ian Kiernan, l'uomo della "Mission Impossible" di pulire il Mondo

E’ morto a 78 anni portato via da un cancro un grande uomo, Ian Kiernan, velista ed ecologista, che si era dato il compito di “pulire il mondo”

Olimpiadi Giovanili: arriva un altro oro con Sofia Tomasoni

Sofia Tomasoni (CV Windsurfing Club Cagliari) è la prima Campionessa Olimpica Giovanile della classe Kiteboard Twin Tip Racing femminile

Parte domenica l'Autunnale Peloritano

Prende il via domenica 21 il Campionato Autunnale Peloritano al Marina di Capo d'Orlando che riapre le sue braccia, ovvero le su banchine, ai velisti dopo il successo del Vela Cup del mese scorso

Una "Mare e Monti" per Giovanni Soldini

Giovanni Soldini e l'alpinista Hervé Barmasse faranno insieme una serie di traversate e di scalate con lo scopo di confrontare due mondi così diversi.

Caorle: la stagione della vela chiude con La Cinquanta

Il 27 e 28 ottobre ultimo appuntamento con l’altura a Caorle

Garda: il Trofeo dell'Odio a Diavolasso

“Diavolasso” della scuderia velica “Ac&e-Sicurplanet” con lo skipper veronese Andrea Farina (Cn Brenzone) ha vinto la 66° edizione e del Trofeo dell’Odio, classica autunnale del Circolo Vela Gargnano.

Viareggio, arriva in porto la flotta delle vele d’epoca

Oltre 60 barche a vela d’epoca e circa 500 membri di equipaggio stanno convergendo a Viareggio dove dal 18 al 21 ottobre si svolgerà la XIV edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio

Melges 32 a Cagliari per giocarsi il Mondiale

Diciotto i team al via in rappresentanza di 8 Nazioni (Russia, Germania, Giappone, Norvegia, Principato di Monaco, Svizzera, Polonia, Italia) per un Campionato del Mondo assolutamemte aperto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci