lunedí, 6 febbraio 2023


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

nauticsud    dragoni    vele d'epoca    open skiff    regate    protagonist    the ocean race    campionati invernali    foiling    porti    vendée globe    america's cup    tiliaventum   

SWAN

Swan Sardinia Challenge, ancora tutto da decidere

swan sardinia challenge ancora tutto da decidere
redazione

Tre prove svolte oggi alla Swan Sardinia Challenge, con cambi ai vertici di alcune classi. Al comando, a un giorno dalla conclusione, si trovano Hatari (ClubSwan 50), G-Spot (ClubSwan 36), Nadir (ClubSwan 42) e Ulika (Swan 45).

Un vento di Maestrale dall’intensità ideale, tra i 14 e i 18 nodi, ha permesso al Comitato di Regata di far disputare tre prove ai 34 yacht, suddivisi in 4 classi e in rappresentanza di 12 nazioni, presenti a Porto Cervo per la prima edizione della Swan Sardinia Challenge, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda insieme a Nautor’s Swan e ClubSwan Racing.

Il campo di regata posizionato davanti a Porto Cervo si è rivelato particolarmente tecnico, offrendo a tattici e strateghi molte opportunità per risalire le posizioni. In tutte le classi le barche hanno regatato con piccoli distacchi, girando compatte le boe e tagliando il traguardo nell’arco di alcuni secondi l’una dall’altra. Nella classe ClubSwan 50 è stata la giornata di Hatari, condotta dall’armatore tedesco Marcus Brennecke, coadiuvato da Marcus Wieser alla tattica e Michele Ivaldi come stratega. Con due primi e un secondo come parziali di giornata si è portata al comando della classifica provvisoria ai danni di Sparti, che paga il sesto posto della prima prova di giornata nonostante la buona partenza, ma si riprende con un terzo e un primo posto nelle prove successive, mantenendo il distacco dal primo in classifica generale in soli 4 punti. Queste le parole dell’armatore timoniere Brennecke appena sceso in banchina: “Conosco Porto Cervo dalla Sardinia Cup del 1984, anche oggi ci ha offerto una fantastica giornata, noi abbiamo navigato molto bene e siamo felici, abbiamo quattro punti di vantaggio ma domani può ancora cambiare tutto, Sparti è molto forte ed ha recuperato nella terza prova”.

Tra i ClubSwan 36, G-Spot mantiene la leadership provvisoria su Vitamina grazie al primo posto nella prova finale di giornata. Terza posizione, a un solo punto da Vitamina, per Farstar di Lorenzo Mondo (tattico Alvaro Marinho) che ha vinto con distacco la prima prova di giornata, facendo seguire un terzo e un secondo posto. “Siamo molto contenti della giornata – ha dichiarato il randista Simon Sivitz - abbiamo lavorato bene, l’equipaggio è rimasto concentrato in tutte tre le prove. Pensiamo di aver trovato una buona messa a punto con queste condizioni di vento, anche se c’è ancora molto da scoprire su queste nuove barche”.Cambio al vertice tra i ClubSwan 42, dove lo scafo spagnolo Nadir di Pedro Vaquer Comas ha scalzato dal vertice Koiré – Spirit of Nerina, oggi sottotono. Nella Swan 45 Class, Ulika di Stefano Masi si conferma al comando con due primi e un terzo posto che le permette di scendere in mare per l’ultimo giorno con piccolo vantaggio di 2 punti sull’inseguitore diretto, l’olandese Motions di Lennard van Oeveren. Terzo posto provvisorio per Fever di Klaus Diederichs.

I vincitori di giornata, Hatari, Farstar, Nadir e Ulika hanno ricevuto in piazza Azzurra i trofei messi in palio da Cantine Ferrari Trento, sponsor del terzo giorno di regate della Swan Sardinia Challenge.

Domani la conclusione di questa prima edizione dedicata alle classi one design del cantiere Nautor’s Swan, seconda tappa del circuito valevole per il Nations Trophy. Le previsioni meteorologiche indicano una brezza leggera da direzione variabile, l’orario di partenza è stato anticipato alle ore 11.


25/06/2021 20:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Parità di genere? Non al Vendée Globe che esclude Clarisse Crémer per maternità

Non è più valida la regola della qualifica automatica per i partecipanti all'edizione precedente e Clarisse Crémer, in maternità, non potrà mai conquistare i punti necessari per la qualificazione all'edizione 2024

C'è Wanax EXP Team in testa all'Invernale di Anzio/Nettuno

Ancora un bel fine settimana per Altura, J24 e Platu 25 al Campionato invernale di Anzio e Nettuno

A Fiumicino la tecnologia è di aiuto per migliorare la prestazione sportiva

A bordo delle barche presenti al Campionato Invernale di Roma un sistema GPS permette di analizzare la regata. Sabato la dimostrazione in aula, domenica torna la competizione

Benetti ha varato FB283, Full Custom yacht di 62 metri

Il 26 gennaio, all’interno del cantiere di Livorno, si è svolta la cerimonia di varo di FB283, Benetti Full Custom yacht di 62 metri con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio, tagliato su misura del suo armatore come un vestito sartoriale

The Ocean Race, una guerra di nervi

È un momento di nervosismo per i velisti, e gli effetti della bonaccia si fanno sentire... (nell'articolo tutti i link ai video del giorno girati a bordo)

Partita la seconda manche del Campionato Invernale di Marina di Loano

Vento da Nord con 20 nodi alla partenza, progressivamente calato fino a 10 nodi all’arrivo, tanto sole e mare calmo per i 44 equipaggi iscritti al Campionato Invernale più frequentato della 1a Zona FIV

Tre Golfi 2023: dal 12 al 21 maggio dieci giorni di grande vela

Scatta il conto alla rovescia per la Tre Golfi Sailing Week e il Campionato Europeo Maxi con la penisola sorrentina ancora una volta protagonista dopo l'esaltante successo del 2022

America's Cup: sarà l'Orient Express team a rappresentare la Francia

Il Gruppo Accor e i suoi marchi Orient Express e ALL-ACCOR Live Limitless si impegnano per il team sportivo K-Challenge

47° Invernale del Tigullio verso la chiusura: lotta in tutte le classi per i titoli 2023

Si chiude nel fine settimana la 47a edizione del Campionato Invernale del Tigullio, rassegna velica d'altura a cura del Comitato Circoli Velici Tigullio

The Ocean Race: GUYOT environnement - Team Europe primo all'Equatore

GUYOT environnement - Team Europe è stato il primo a tagliare la linea degli 0 gradi nord poco dopo le 2 del mattino UTC mentre cinque ore e mezza dopo è stato Team Malizia ad entrare a sud

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci