lunedí, 11 dicembre 2023

ROMA GIRAGLIA

Roma Giraglia: Line Honours per Eco 40, ma la regata va a Loli Fast

roma giraglia line honours per eco 40 ma la regata va loli fast
redazione

Eco 40 è rinata! Come l'Araba Fenice è rinata dalle proprie ceneri ed ha ripreso a volare. E per l'occasione non poteva scegliere un "comandante" più degno di Tullio Picciolini, navigatore oramai di lunghissimo corso e pilota di linea della compagnia di bandiera. Un vero comandante che ha rimesso in riga il suo mezzo ed il suo equipaggio dopo una partenza per la quale la definizione di "pessima" suonerebbe come un complimento. Rimessosi in rotta, Eco 40 ha cominciato a macinare miglia, ed ha subito fatto capire ai due equipaggi in doppio, LoliFast, Sun Fast 3600 di Davide Paioletti e Andrea Iacopini, e Effetto Cupido, Pogo 30 di Federico Nocchi e Giovanni Bonzio, autori di un primo tentativo di fuga, che le carte al tavolo della Roma Giraglia le avrebbe date lei.
Già al passaggio della Giraglia, Eco 40 aveva messo un bel po' d'acqua tra lei e 
Nuova, condotta in doppio da Andrea Donati e Sergio Mazzoli, e Loli Fast, che era scesa al terzo posto. Disperso sul campo di regata Effetto Cupido, tradito dalla fatal Pianosa. Unico equipaggio a volerla lasciare a dritta, ha  pagato un grande pegno per l'azzardo. Oltre al rallentamento, anche una "toccatina" alla zona interdetta.
La linea d'arrivo ha visto transitare per primo Eco 40 alle 11:22:29 di sabato 18 settembre, seguita da Loli Fast (12:04:47) e da Nuova (12:31:35).
La vittoria assoluta in IRC e ORC è andata a Davide Paioletti e Andrea Iacopini sul Sun Fast 3600 Loli Fast, che hanno preceduto sia in IRC sia in ORC Cygnus, First 36.7 della Marina Militare, e Fahrenheit, Comet 38S di Giuseppe Massoni.
In equipaggio la vittoria è andata (IRC e ORC) a Cygnus, seguito da Fahrenheit e Kika 2, Elan 410 SD di Nicolò Stefano in IRC e da Fahrenheit e Eco 40 in ORC.
Davide Paioletti si conferma così il dominatore delle regate in doppio 2021. Una crescita, la sua, graduale e costante, frutto di un grande lavoro e di una raggiunta maturità "velica" oltre che umana. "Regata divertentissima - ha commentato Davide Paioletti -  con un primo leg al lasco davvero veloce! Tantissimi i cambi vele dovuti a vento sempre variabile. Paesaggi mozzafiato e scenari  che, come al solito, impongono scelte difficili. Con Andrea Iacopini ci siamo trovati molto bene e abbiamo fatto correre la barca in tutte le condizioni, con pochi errori. Per me è stata la conclusione di una stagione perfetta con il Sunfast 3600 Loli Fast di Fastsailing.it, che da una parte consolida il percorso fatto con Giovanni Bonzio di SailAddiction (che in questa regata era mio avversario), dall'altra pone le basi per possibili collaborazioni future".
La storia di Eco 40 è conosciuta un po' da tutti. La barca persa da Matteo Miceli in Atlantico per la perdita del bulbo e ritrovata, solo mesi dopo, in condizioni ovviamente disastrose. E' davvero rinata dalle sue ceneri, anche se il fuoco non l'ha ovviamente mai visto. 
E la sua rinascita, voluta con caparbietà da Matteo Miceli, è davvero un grande esempio di resilienza, parola desueta ma molto in voga attualmente tra i nostri politici, ovvero di capacità di far fronte in maniera positiva alle avversità, attingendo alle risorse che si trovano dentro di noi.
Queste le parole di un raggiante Picciolini in banchina:"La performance l'ha fatta anche la regata, perché quando hai un obiettivo competitivo cerchi di dare il massimo, ma la barca è stata spettacolare! Ovviamente non è una barca da venti leggeri, ma con il vento forte vola e tiene su qualsiasi tela. L'equipaggio era formato da allievi della Miceli Vela, ognuno salito a bordo con un obiettivo diverso: chi per cimentarsi in regata, chi per acquisire piede marino. Siamo saliti a bordo come un'armata Brancaleone e ne siamo scesi come un buon equipaggio. La regata ha avuto due facce: a volte volavamo e altre volte entrava in pista la "Safety Car" del vento che ricompattava la flotta. La regata è praticamente ripartita tre volte. La prima volta sotto l'Elba, poi dopo la Giraglia e ancora una volta al ritorno ad ovest dell'Elba, dove la flotta si è ricompattata. Ma ogni volta il nostro equipaggio si è dimostrato all'altezza ed è riuscito a ripartire e a ricostruire il vantaggio. Bellissimo anche l'arrivo con il Presidente del Circolo che ci ha accolto con una bottiglia di spumante. Un'attenzione che riempie il cuore e un'informalità che fa tanto regata alla francese, dove la sostanza conta più della forma. E' stato come un abbraccio tra amici che ti fa sentire parte di quell'ambiente che sentiamo nostro e che ci piace frequentare".


19/09/2021 11:27:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernali: poco vento per la terza prova di "Più Vela per Tutti"

Dopo due settimane di fermo a causa del maltempo, si è svolta ieri la terza regata della sedicesima edizione del campionato invernale ‘Più Vela per Tutti’

Assegnato a Matteo Bogliolo il premio "Daniele Bausani"

Per il piemontese un anno di regate al top sul Mini650 “Speedy Banzai” di WIP Boats, ideatore del Premio. Mini650 Academy FIV e Classe Mini650 plaudono all’iniziativa del cantiere laziale

Global Solo Challenge: settimana di dramma e passioni

È stata un’altra settimana fantastica di vela alla Global Solo Challenge, una settimana piena di traguardi da celebrare per molti skipper e di drammi per alcuni

Mauritius, te lo do io l'inverno!

Per fuggire dal freddo e dalle poche ore di luce, o per regalarsi una vacanza idilliaca in occasione delle festività di fine anno, non c’è niente di meglio che volare a Mauritius

Global Solo Challenge: Andrea Mura passa l'Equatore

Dopo quindici giorni dalla partenza da La Coruña, in Galizia, ieri mattina Andrea Mura ha passato l’equatore raggiungendo la latitudine 0°0′0″ che segna il passaggio dall’emisfero nord all’emisfero sud

La ricetta del Cavolo nero e pomodoro della chef Antonia Klugmann, benessere stellato in tavola

Un ortaggio dalle mille virtù apprezzato fin dai tempi antichi per le sue proprietà benefiche viene rivalutato in cucina dalla chef stellata Antonia Klugmann. Le preziose prosperità nutraceutiche

Lignano Sabbiadoro: si conclude senza regatare il 34^Campionato Autunnale della Laguna

Dopo tre fantastiche domeniche di sole e vento medio-leggero, sabato 2 dicembre ci si è arresi alle onde, troppo formate per uscire in sicurezza

Torna il Trofeo Telethon alla Lega Navale di Napoli

Appuntamento in mare il 9 dicembre a favore della ricerca sulle malattie genetiche

Barbara, cento anni di navigazione

3200 miglia percorse in 6 mesi, 18 tappe con eventi e regate in quattro nazioni, più di 150 appassionati amici velisti alternatisi a bordo, lo Yawl di 15 metri del fiorentino Roberto Olivieri ha festeggiato così i 100 anni dal varo

Nel 2023 è IBSA il miglior Class 40

Con 1077 punti in cinque regate, Alberto Bona e il Class40 IBSA chiudono con un eccezionale primo posto la classifica di stagione, seguiti da Ambrogio Beccaria (896 punti) e Erwan Le Draoulec (807 punti)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci