sabato, 25 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

turismo    formazione    fraglia vela riva    barcolana    regate    suzuki    press    cala de medici    vela oceanica    guardia costiera    circoli nautici    altura    nautica    fincantieri   

FERRETTI GROUP

Riva 50 Metri: il sogno d’acciaio prende forma

riva 50 metri il sogno 8217 acciaio prende forma
redazione

Il sogno dei super yacht Riva in acciaio e alluminio diventa sempre più realtà.
Ci aveva già pensato Carlo Riva, negli anni ’70, e questa spettacolare movimentazione è il più bel regalo di compleanno che Ferretti Group poteva fargli.
Riva 50 metri, primo modello della Riva Superyachts Division, è infatti l’erede dei celebri M/Y della serie “Caravelle”, “Atlantic”, “Marco Polo” e “Vespucci”. Grandi yacht interamente personalizzabili dall’armatore nell’allestimento e nel decoro degli interni.
Lo scafo in acciaio del nuovo super yacht, lungo 50 metri per un baglio massimo di 9 metri, è stato protagonista di una scenografica movimentazione. Destinazione: il nuovissimo e innovativo stabilimento dedicato alla Riva Superyachts Division, presso la Super Yacht Yard di Ancona. In questo cantiere Ferretti Group ha concentrato la costruzione dei modelli in lega leggera, acciaio e vetroresina da 28 fino a 90 metri per i marchi CRN, Pershing, Custom Line e Riva.
“Oggi Riva ha vissuto una delle sue giornate memorabili, e siamo felici di avere cominciato a scrivere un nuovo capitolo di questa ultracentenaria storia italiana”, ha dichiarato l’Avv. Alberto Galassi, Amministratore Delegato Ferretti Group. “Sono fiero di guidare un gruppo di grandi professionisti, che sta concretizzando il sogno dell’Ingegner Riva. Da lui abbiamo raccolto, con responsabilità, il testimone di una ambiziosa avventura progettuale, per lanciarci nella realizzazione di questa magnifica flotta di super yacht in acciaio.
Riva 50 metri offrirà un’esperienza di navigazione a livelli eccelsi, fatta di comfort, eleganza e arte nautica: valori che da 175 anni contraddistinguono il marchio. Il nuovo super yacht è un’opera navale di qualità superiore e all’avanguardia, che incorpora le più innovative soluzioni tecnologiche a un’eleganza e uno stile inconfondibili, per soddisfare appieno le aspettative del suo armatore e conquistare il gusto raffinato ed esigente degli futuri armatori di navi Riva in tutto il mondo.”
Frutto della collaborazione tra Officina Italiana Design, lo studio di progettazione fondato da Mauro Micheli e Sergio Beretta che disegna in esclusiva l’intera gamma Riva, Riva SYD Engineering, il team ingegneristico dedicato alla progettazione dei nuovi super yacht Riva e il Comitato Strategico di Prodotto Ferretti Group, questo gigante del mare è un capolavoro unico per tecnologia, cura dei dettagli e fedeltà all’identità del marchio. 
Riva 50 metri ha 4 ponti: sul ponte di coperta è allestita la Suite armatoriale anticipata da una lussuosissima cabina VIP. Altre 4 suite VIP sono sul ponte inferiore, per un totale di 12 posti letto.
Sul ponte inferiore si trovano anche le 4 cabine per l’equipaggio, mentre la cabina comandante è sul ponte superiore.
La cucina si trova sul ponte inferiore, anteposta alla cold room e alla storage room: una scelta innovativa che permette di servire tutti i ponti grazie anche a un comodo montavivande.
A poppa, un grande beach club è sia un’area relax dalle dimensioni incredibili che un garage in grado di ospitare un tender Williams Dieseljet 625. A prua, oltre a un’area conviviale, un secondo garage con portellone apribile rivela una rescue boat. Infine a estrema prua, per il massimo del divertimento, saranno disponibili due jet-ski con comodo sistema di varo tramite una gruetta in carbonio.
Il ponte sole, invece, avrà una piscina idromassaggio con prendisole e ampia zona pranzo e relax.
Riva 50 metri sarà varato nel corso del 2018. Un altro momento che si preannuncia epocale nella storia del marchio e della nautica.


09/03/2017 21:09:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Coppa Adriatico, la novità targata Il Portodimare

La regata si disputerà a Chioggia dal 12 al 14 maggio ed ai vincitori di classe garantirà l'iscrizione gratuita al Campionato Italiano Assoluto di vela d'altura di Monfalcone

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

La conclusione del CICO 2017 di Ostia

I titoli Italiani sono andati a Mattia Camboni (RS:X M), Francesco Marrai (Laser Standard), Joyce Floridia (Radial), Marta Maggetti (RS:X F), Ratti-Porro (Nacra 17), Tita-Zucchetti (49er)

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

L'Arcipelago 650 in salsa francese

All’1 e 44 minuti della mattina del 19 marzo i primi a tagliare il traguardo sono gli skipper di FRA 868 Alternative Sailing, i bravissimi Remì Aubrun e Nicolas Ferrelel

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci