domenica, 5 febbraio 2023

OPTIMIST

Optimist: il bilancio della stagione 2022

optimist il bilancio della stagione 2022
redazione

Le ultime settimane dell’anno sono sempre il momento per guardarsi indietro e fare un bilancio di un anno. Tanto più nello sport e nella classe giovanile per eccellenza della vela che porta con orgoglio e straordinaria attualità un nome che è anche un programma: Optimist.

“Ogni anno ci diciamo che sarà difficile ripeterci, eppure siamo capaci persino di migliorare. Anche nel 2022 la stagione dell’Optimist in Italia e della nostra associazione è stata a dir poco eccezionale. Siamo orgogliosi dei risultati sportivi ottenuti a livello internazionale, che confermano la vela giovanile italiana ai vertici e sono il frutto della programmazione tecnica, dell’impegno nella preparazione, i GAN, i raduni, le scelte dei percorsi di selezione. Ancora di più siamo soddisfatti per il nuovo record di iscrizioni all’AICO, che ha superato quota duemila! Numeri che sono un riconoscimento implicito della qualità del lavoro dell’Associazione, per cui ringrazio tutto lo staff, dalla segreteria ai tecnici ai collaboratori. Naturalmente un enorme ringraziamento va alla FIV e al suo presidente Ettorre, e ai nostri sponsor e partner. I numeri e i risultati sono strepitosi, ma per noi resta primario che alla base resti soprattutto sano divertimento: come sempre, quello che ci rende più felici è vedere le facce dei ragazzi quando rientrano a terra dopo una uscita a vela con gli amici. Queste sensazioni restano impagabili, e continueremo a lavorare perché si ripetano sempre di più.”

IL SALUTO DEL PRESIDENTE FIV FRANCESCO ETTORRE – Al bilancio di Walter Cavallucci ha fatto eco il messaggio di saluto che il presidente federale, spesso presente nel corso della stagione agli eventi della classe Optimist, ha indirizzato all’AICO.
“Cari Optimisti: si conclude un anno intenso, ricco di risultati importanti e di grandi soddisfazioni per il nostro mondo sportivo. I risultati ai Campionati Europei, ai Mondiali e alla Nations Cup, riscontrano l'altissimo valore della preparazione degli atleti e dei tecnici, e di tutto il movimento Optimist in Italia.
Una Classe che ha saputo crescere, non solo nei numeri, avendo superato quota 2.000 associati, ma anche nella formazione dei giovani in un ambiente sano, che racchiude i valori più importanti della Vela: l'impegno, la costanza, il desiderio di crescere, l'attenzione, la lealtà e la collaborazione, la fiducia in noi stessi e lo spirito di squadra. Una realtà di cui sono molto fiero.
Ringrazio la Vostra Associazione di Classe, il Presidente, gli allenatori, gli atleti e le famiglie, tutti coloro che ogni giorno lavorano con impegno e dedizione per rendere tutto questo possibile, per trasmettere questi valori, per formare i giovani velisti di oggi e di domani. A tutti i miei più cari auguri per un sereno Natale e un felice nuovo anno.”


IL MESSAGGIO DI ENRICO CHIEFFI (SLAM.COM) – Un campione della vela, due volte olimpico e mondiale di classi olimpiche, e un grande manager della nautica. Da un anno alla guida del marchio italiano SLAM, Enrico Chieffi dice:“La scelta di essere al fianco della classe Optimist, e anzi a bordo e addosso ai giovanissimi velisti è stata una delle prime fatte da quando sono in SLAM. Una scelta istintiva: qui c’è il futuro del mare e della vela. L’ambiente creato intorno a questa classe è un insieme incredibile di contenuti e valori: dall’amore per il mare al senso di avventura, dalla crescita dei ragazzi secondo valori educativi e marinari nella natura e nella solidarietà, fino ai contenuti sportivi, il tutto nel segno del rispetto e di un grandissimo divertimento, come è giusto alla loro età. Quando a terra prima di una regata mi immergo nella foresta di alberi e vele Optimist e nel clima gioioso di condivisione, oppure quando vedo un Optimist che naviga e il suo timoniere felice e impegnato, sento che siamo su una strada giusta.”

IL MESSAGGIO DI MASSIMO CASTIGLIA (CORPORATE COMMUNICATION, P.R. SPONSORING & EVENTS DI FERRERO, KINDER JOY OF MOVING) - “È facile, anche se mai scontato, celebrare i tanti successi della classe, se non ricordassimo che essi poggiano sulle solide fondamenta della competenza tecnica, della passione e dell’umanità di tanti istruttori, e della intraprendenza dei circoli velici che avvicinano i giovani anteponendo al risultato il fine di promuovere uno stile di vita sano a contatto e nel rispetto della natura. Sembra sorprendente che una classe che ha superato il mezzo secolo, in un’epoca di spettacolarizzazione della vela, la vela volante, attragga e formi così tanti ragazzi e ne forgi futuri talenti o appassionati praticanti per tutta la vita. Forse la risposta sta nel fatto che l’approccio alla vela non sta tanto nel mezzo ma guarda alla persona ed allo sviluppo delle sue abilità a 360°. Ferrero è in piena sintonia con questo approccio coerente agli obiettivi del progetto Kinder Joy of Moving per la crescita psicomotoria dei giovani, dove lo sviluppo delle abilità si fonde agli aspetti della maturazione dell’individuo.
Il 2022 è stato un anno ricco di iniziative e di stimoli per i ragazzi che vanno oltre l’aspetto sportivo ma fanno parte del bagaglio di crescita. Maturare una sensibilità ambientale attraverso le molteplici testimonianze sull’ecosistema marino e la sua sostenibilità, ci ha fatto intravedere nuove opportunità per rendere ancora più significativa l’esperienza velica arricchendo i ragazzi di un bagaglio culturale che porteranno con se anche da adulti, quando diventeranno attori del loro futuro e della società. Grazie alla visione della classe Optimist, allo sforzo di tutti coloro che cooperano e ai tanti genitori che credono nei valori formativi dello sport, non possiamo che attenderci un 2023 ricco di soddisfazioni e gioia per i nostri ragazzi.”

 


07/12/2022 19:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

C'è Wanax EXP Team in testa all'Invernale di Anzio/Nettuno

Ancora un bel fine settimana per Altura, J24 e Platu 25 al Campionato invernale di Anzio e Nettuno

Parità di genere? Non al Vendée Globe che esclude Clarisse Crémer per maternità

Non è più valida la regola della qualifica automatica per i partecipanti all'edizione precedente e Clarisse Crémer, in maternità, non potrà mai conquistare i punti necessari per la qualificazione all'edizione 2024

Invernale Traiano: Tevere Remo (IRC) e Guardamago (ORC) si dividono la posta

In Regata la classifica generale sta prendendo forme diverse, con Tevere Remo Mon Ile che governa in IRC e Guardamago II leader in ORC

Benetti ha varato FB283, Full Custom yacht di 62 metri

Il 26 gennaio, all’interno del cantiere di Livorno, si è svolta la cerimonia di varo di FB283, Benetti Full Custom yacht di 62 metri con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio, tagliato su misura del suo armatore come un vestito sartoriale

Taglio del nastro per Our Dream, un sogno che diventa realtà

Si è tenuta oggi a Palermo presso la Lega Navale Palermo, la presentazione di Our Dream, il Jeanneau Sun Odissey 53 piedi a vela confiscata alla criminalità organizzata che la utilizzava per traffici di stupefacenti e affidata alla LN Italiana

The Ocean Race, una guerra di nervi

È un momento di nervosismo per i velisti, e gli effetti della bonaccia si fanno sentire... (nell'articolo tutti i link ai video del giorno girati a bordo)

Partita la seconda manche del Campionato Invernale di Marina di Loano

Vento da Nord con 20 nodi alla partenza, progressivamente calato fino a 10 nodi all’arrivo, tanto sole e mare calmo per i 44 equipaggi iscritti al Campionato Invernale più frequentato della 1a Zona FIV

A Fiumicino la tecnologia è di aiuto per migliorare la prestazione sportiva

A bordo delle barche presenti al Campionato Invernale di Roma un sistema GPS permette di analizzare la regata. Sabato la dimostrazione in aula, domenica torna la competizione

Tre Golfi 2023: dal 12 al 21 maggio dieci giorni di grande vela

Scatta il conto alla rovescia per la Tre Golfi Sailing Week e il Campionato Europeo Maxi con la penisola sorrentina ancora una volta protagonista dopo l'esaltante successo del 2022

The Ocean Race: GUYOT environnement - Team Europe primo all'Equatore

GUYOT environnement - Team Europe è stato il primo a tagliare la linea degli 0 gradi nord poco dopo le 2 del mattino UTC mentre cinque ore e mezza dopo è stato Team Malizia ad entrare a sud

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci