domenica, 24 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

laser    cambusa    america's cup    press    vendée globe    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente    yacht club costa smeralda    nomine    young azzurra   

MIDDLE SEA RACE

Middle See Race: a Malta c'è ottimismo per la partenza

middle see race malta 232 ottimismo per la partenza
redazione

Per il dopo Covid c’è un inizio di ritorno alla normalità, almeno nelle intenzioni. A Malta si pensa che, nonostante la gravità della pandemia continui, ci sono segni di un allentamento della situazione in tutto il mondo. Con cauto ottimismo, il Royal Malta Yacht Club (RMYC) ha quindi annunciato che il Bando di Regata per la 41a Rolex Middle Sea Race è disponibile online.

Nelle ultime settimane, il RMYC ha monitorato attentamente gli sviluppi del COVID a livello globale e, in particolare, i consigli e le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e del governo maltese per quanto riguarda gli sport di partecipazione come le regate. L'intenzione del club di correre la gara del 2020 rimane soggetta ai cambiamenti delle circostanze sia a livello locale sia internazionale e all'evoluzione delle linee guida tra giugno e ottobre. Il piano attuale è di rivedere lo stato di avanzamento dei lavori in agosto, e il RMYC si è riservato il diritto di modificare il bando di gara fino al 31 agosto.

Nel frattempo, c'è stato un flusso costante di yacht che hanno manifestato il loro interesse a partecipare. Ad oggi sono state ricevute circa 29 iscrizioni, con yacht in rappresentanza di Bahamas, Isole Cayman, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Malta, Monaco, Polonia, Romania, Federazione Russa, Spagna e Stati Uniti.

Tra i nomi ci sono alcuni habitué della corsa, come il Fast 42 Atame di Beppe Bisotto, il J-109 Chestress di Leonardo Petti e il JPK10.30 Jeanne di Laurent Camprubi. Stefan Jentzsch ha iscritto il suo ultimo Black Pearl, il Botin 56 in costruzione presso King Marine in Spagna e che sarà varato quest'anno.

Ci sono però due nomi che sicuramente susciteranno un grande interesse in ottobre, se la gara riuscirà ad andare avanti come previsto. Il 30,5m (100 piedi) Reichel/Pugh Maxi, Black Jack di Peter Harburg ha regatato in Australia negli ultimi anni e questa sarà la prima partecipazione del team Black Jack alla Rolex Middle Sea Race. Questo maxi ha già conquistato qui la Line Honors prima come Alfa Romeo II e poi come Esimit Europa 2.

Probabilmente più famosa in virtù del suo record è Comanche progettata dalla VPLP. Dal suo lancio nel 2014, il Maxi di 30,5 m (100 piedi) ha stabilito una serie di tempi di riferimento per li monoscafi, tra cui la Transatlantic West to East (Ambrose Light to Lizard Point), la Newport Bermuda Race e, più recentemente, la Rolex Sydney Hobart Yacht Race. Ha anche il record sulla distanza percorsa in 24 ore. La Rolex Middle Sea Race sarà la sua prima edizione con un nuovo team di proprietà.

Naturalmente c'è ancora molta strada da fare prima che i cannoni della Saluting Battery possano segnalare l'inizio della Rolex Middle Sea Race 2020. L'ottimismo del RMYC è temperato da una dose di realismo. Il pensiero dominante è sempre quello della sicurezza dei partecipanti ma, nel frattempo, non c'è nulla di male a guardare avanti.

La 41a edizione della Rolex Middle Sea Race prenderà il via sabato 17 ottobre.

ph. Rolex/K.Arrigo


17/06/2020 15:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Luna Rossa: salvi per il rotto della ...scuffia

Ma nonostante le apparenze la barca si è comportata bene. Contro Ineos annullata una prima regata che Luna Rossa stava conducendo e contro American Magic è stata una regata al buio per il mancato funzionamento del Racing Software

America's Cup: Patriot rientrerà solo per le semifinali

Le riparazioni del carbonio saranno effettuare in parte utilizzando boat builders locali per ricostruire i pannelli rovinati, in parte con lo shore team che si occuperà delle finiture

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

Young Azzurra si prepara per gli impegni sportivi del 2021

Il team sarà impegnato nella Youth Foiling World Cup e nel circuito di regate della Persico 69F Cup

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Itama, grandi emozioni

Contatto diretto con il mare, look mediterraneo e nuove motorizzazioni rafforzano il rinnovamento della gamma Itama

Antonini Navi: UP40 Crossover prende forma!

Procede spedita la costruzione della prima unità UP40 di Antonini Navi, i cui lavori sono iniziati on spec i primi di dicembre scorso. La sua versione Crossover si migliora con una soluzione open dell’area poppiera, assecondando le richieste del mercato.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci