sabato, 17 novembre 2018

MIDDLE SEA RACE

Middle Sea Race come il Fastnet: ancora un piccolo JPK dà la paga a tutti

middle sea race come il fastnet ancora un piccolo jpk 224 la paga tutti
Redazione

Le piccole barche hanno dominato questa 50ma edizione della Middle Sea Race. Non è la prima volta che accade e l'episodio recente più eclatante, prima della vittoria di Géry Trenteseaux di quest'anno, si riferisce al Fastnet 2013, dove fu la piccola imbarcazione Night and Day di Pascal e Alexis Loison (padre e figlio sempre francesi) a spuntarla. Era sempre un JPK, quella volta un 1010. Poi fu la volta, nel 2015, dello stesso Géry Trenteseaux, che, sempre con il   suo JPK 1080, con il nome di Courrier du Leon, vinse il Fastnet alla sua 13ma partecipazione. Alla Rolex è toccato ancora al suo JPK 1180, questa volta con il nome di Courrier Recommandé, vincere la classifica IRC overall e diventare così il detentore del Rolex Middle Sea Race Trophy. Il Cantiere è ancora piccolo e non fa comunque più di 20 barche l'anno. Sta a Lorient, in Francia, e questa è già una garanzia. Se ti metti a costruire barche nella culla di tutti i velisti, qualcosa di buono la devi saper fare per forza.   

Ma veniamo agli italiani in gara. Giovanni Soldini a bordo del trimarano Maserati Multi70 con Vittorio Bissaro in equipaggio è stato il primo a tagliare il traguardo di La Valletta in 2 giorni e 11 ore andando a vincere la classifica per multiscafi sia in reale che in compensato.

In nona posizione overall IRC e secondo in classe 2 il Cookson 50 Endlessgame dell’armatore Pietro Moschini, skipper Gabriele Bruni, che si aggiudica anche il Trofeo FIV che viene assegnato all’imbarcazione italiana prima in classe ORC, il Sunfast 3600 Bora Fast, dell’armatore Luca Antonelli, con Ambrogio Beccaria in equipaggio, chiude l’avventura maltese al terzo posto nella classifica IRC classe 6.
Le condizioni meteo di questa edizione hanno messo a dura prova tutti gli equipaggi con un vento forte da Nord Ovest arrivato il secondo giorno di regata. Ed è quello che ha permesso ai più piccoli di categoria di avvantaggiarsi nella discesa finale verso il traguardo.

 


26/10/2018 08:43:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Route du Rhum: vince Joyon all'ultimo respiro

Battuto per soli 7 minuti François Gabart, in testa fino alle Basse Terre e bruciato nell'ultima virata

Otranto: regata di San Martino con poco vento e tanto sole

Dopo circa un mese di fermo per via del meteo poco favorevole, domenica si è svolta la seconda regata del campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ con la flotta arricchita di 3 new entry, una per ogni Categoria

Route du Rhum: Andrea Fantini di nuovo in mare

I maxitrimarani della classe Ultime stanno per tagliare il traguardo in Guadalupa con Macif di Francois Gabart in leggero vantaggio (40 miglia) su Francis Joyon con Idec Sport

Per Beneteau una base permanente a Barcellona

Beneteau inaugura una base permanente a Port Ginesta, vicino Barcellona con le prove in mare degli ultimi modelli a vela e a motore

Per il Marina Blu di Rimini una cartella esattoriale da 1,1 mln di euro

UCINA: la complessa vicenda normativa dei canoni demaniali dei porti turistici colpisce il Marina Blu di Rimini

FVG Marinas: il Governo intervenga sui canoni demaniali

La Rete FVG Marinas con i suoi 20 marina aderenti, circa 7000 posti barca, è la Rete di porti turistici più estesa in Italia e sarà a Rimini a testimoniare la propria solidarietà al Marina Blu

Route du Rhum: per Alex Thomson un pisolino di troppo

Si è addormentato ed è finito a scogli. 24 ore di penalizzazione per aver acceso il motore. La giuria è salita a bordo e ha consegnato ad Alex la penalità. Image credit: Alexis Courcoux

Melges 40: Stig di Alessandro Rombelli è Campione del mondo

Stig di Alessandro Rombelli (con Francesco Bruni alla tattica) firma il bis confermandosi Campione del circuito Melges 40 Grand Prix dopo il trionfo nella stagione scorsa

Ferretti: Custom Line 120’ premiata ai "Boat Builder Awards" 2018

Premiata l’innovativa porta vetrata di accesso al salone di Custom Line 120’, progettata dalla Direzione Engineering Ferretti Group in collaborazione con Francesco Paszkowski Design studio

Primo smartphone satellitare al mondo: Thuraya X5-Touch

In un unico dispositivo, la moltitudine di funzioni dello smartphone e la sicurezza del servizio satellitare

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci