lunedí, 23 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

salone nautico di genova    optimist    yacht club costa smeralda    regate    melges 24    millevele    imoca 60    windsurf    salone di genova    guardia costiera    press    ambiente    clima   

MELGES 20

L'Europeo Melges 20 va a Brontolo

europeo melges 20 va brontolo
Redazione

Si chiama Brontolo Sailing Squadron ed è un nome che rappresenta un pezzo di storia del mondo Melges (avendo regatato sul Melges 24, Melges 32 ed ora Melges 20), team che oggi alza al cielo il trofeo più importante della propria carriera: Filippo Pacinotti (affiancato da Manuel Weiller alla tattica, Federico Michetti e Silvia Morini) è il Campione 2018 della Melges 20 World League European Division, il circuito continentale conclusosi a Cagliari dopo quattro combattutissime tappe tra Forio d’Ischia, Marina di Scarlino, Lerici, e Riva del Garda.
 
Brontolo riesce ad imporsi per un solo punto dopo un testa a testa con il russo Nika di Vladimir Prosikhin che, fino alla vigilia di questa tappa, deteneva la leadership nella ranking del circuito continentale. Brontolo è riuscito così nell’impresa di risalire dal terzo al primo posto della 
classifica Melges 20 World League European Division con una grande prestazione sul campo di regata di Cagliari in cui il secondo posto nella classifica di tappa è stato sufficiente a firmare la vittoria nel circuito. Nika e Pirogovo Sailing (primi e secondi nella ranking alla vigilia di questa tappa) non vanno oltre al quinto e dodicesimo posto nella regata cagliaritana, parziali inutili ad arginare la rimonta vincente di Brontolo permettendo ai due team russi di occupare il secondo e terzo gradino del podio.
 
“Quella di quest’oggi è stata la giornata più lunga della mia carriera velica” – ha commentato a caldo Filippo Pacinotti al termine della regata – “Questa mattina eravamo abbastanza nervosi sapendo quanto ci giocavamo e questo ci ha in parte bloccato nel dare il meglio in regata ma abbiamo lottato fino all’ultimo per concretizzare l'opportunità che avevamo costruito fino a questo punto. Questo risultato va oltre le nostre aspettative di inizio stagione ma, dopo il successo nella prima tappa di Ischia, ci siamo trovati nella condizione di crederci e di poter lottare per il successo finale. Dedico questa vittoria al mio eccellente equipaggio, alla mia famiglia che ha sopportato e incoraggiato sempre la mia enorme passione per questo sport e a tutti gli amici che negli anni hanno regatato a bordo di Brontolo a cui va un pezzo non indifferente di questo successo”.
 
La tappa organizzata dallo Yacht Club Cagliari in collaborazione con Melges Europe va a Russian Bogatyrs di Igor Rytov (pt.14) che lascia alle proprie spalle Brontolo (pt.21) e il Campione del Mondo in carica Pacific Yankee dello statunitense Drew Freides (pt.25).
Tra i corinthian ancora una volta conquista il successo di tappa Siderval peraltro eccellente quarto (pt.32) nella classifica generale.
 
Cagliari tornerà ad ospitare la flotta Melges 20 tra tre settimane in occasione del Russian Open Championship (6 – 7 ottobre) ultimo evento primo dell’atteso Campionato del Mondo di classe sullo stesso campo di regata (dal 10 al 13 ottobre).
 
Le Melges 20 World League Finals contano sul supporto di Moby, Tirrenia, Helly Hansen, Garmin Marine, North Sails, Toremar, Norda, Lavazza, Rigoni di Asiago.
 
Melges World League ha sottoscritto e adotta il codice etico della Charta Smeralda promuovendo fortemente i valori di One Ocean Foundation.

Classifica generale finale Melges 20 World League European Division
1. ITA 667 BRONTOLO, Filippo Pacinotti - pt. 78
2. RUS 261 NIKA, Vladimir Prosikhin - pt. 77
3. RUS 296 RUSSIAN BOGATYRS, Igor Rytov - pt. 72
4. RUS 2 PIROGOVO SAILING, Alexandr Ezhkov - pt. 69
5. RUS 275 VICTOR, Alexander Novoselov - pt. 66
seguono 55 equipaggi

 


16/09/2018 20:39:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Parte il Dèfi Azimut, con in acqua Prysmian di Pedote

Giancarlo Pedote ritorno sul suo imoca con ANtony MArchand dopo l'esperienza sui Figaro 3

Salone Genova: visite a bordo della fregata "Alpino"

In occasione della cerimonia inaugurale e per tutta la durata del Salone, la fregata "Alpino" della Marina militare, sarà ormeggiata nel porto di Genova presso il Molo Doria di Levante

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci