giovedí, 13 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

persico 69f    circoli velici    mini 6.50    optimist    trasporto marittimo    fiv    porti    benetti    press    salone nautico di genova    altura   

151 MIGLIA

Domani la partenza della 151 Miglia-Trofeo Cetilar

domani la partenza della 151 miglia trofeo cetilar
redazione

A meno di 24 ore dalla partenza della decima edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, in programma alle quattro del pomeriggio di domani, la flotta di oltre 230 barche, divisa equamente tra il Porto di Livorno e il Porto di Pisa, è impegnata negli ultimi preparativi in vista di quella che è ormai la regata offshore più importante del Mediterraneo, sia per il numero che per la qualità dei partecipanti.

In acqua, barche ed equipaggi al top, con una ventina di Maxi Yachts - tra cui il noto Rambler 88 dell'americano George David, Vera di Miguel Galluccio, Pendragon VI di Nicola Paoleschi, SuperNikka di Roberto Lacorte, Itacentodue di Adriano Calvini, Twin Soul B di Luciano Gandini e l'ungherese Wild Joe - e scafi di punta del panorama italiano come Sexy Too di Carlo Varelli, Durlindana 3 di Lallo Gianni, Lisa K di Giovanni Di Vincenzo, Scricca di Leonardo Servi e Tevere Remo Marevivo di Gianrocco Catalano.

Tanti anche i velisti noti: dagli italiani Andrea Casale, Paolo Cian, Oscar Tonoli, Francesco Ivaldi, Francesco Rapetti, Franco Manzoli e Michele Regolo, agli stranieri Hugo Rocha, Brad Butterworth e Simon Dubney (plurivincitori dell'America's Cup), Dean Phipps, Jan Dekker e Bouwe Bekking.

In regata su Durlindana 3 anche l'ex azzurro del rugby Valerio Bernabò - 33 caps con la Nazionale dal 2004 al 2016 - e l'ex sciatore croato Ivica Kostelic, un palmares di 4 argenti olimpici e 5 Coppe del Mondo, skipper del Class 40 Croatia Full of Life Ola.

Dopo il Crew Party in programma questa sera al Porto di Pisa, l'appuntamento per domani è all'Accademia Navale di Livorno (ore 11) per il briefing tecnico. A seguire, le oltre 230  barche iscritte molleranno gli ormeggi per "invadere" pacificamente il tratto di mare tra Livorno e Marina di Pisa, dove alle ore 16 è in programma la partenza della regata, a cui sarà presente anche il Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre.

Le flotte, suddivise tra ORC International, IRC, IRC Over 60 e Gran Crociera, dovranno percorrere le 151 miglia della rotta con passaggi a Marina di Pisa, Giraglia, isola d'Elba (da lasciare a sinistra) e Formiche di Grosseto, prima dell'arrivo a Punta Ala, dove i più veloci sono attesi già dalla mattina di venerdì (il record da battere di Pendragon VI è di 15 ore, 30 minuti e 45 secondi). In palio, i due Trofei Challenge assegnati al primo scafo sul traguardo in tempo reale e al vincitore overall del gruppo più numeroso, oltre ai vari premi di classe e ad altri riconoscimenti che saranno consegnati nel corso della premiazione, in programma sabato pomeriggio in piazzetta al Marina di Punta Ala (a seguire il Dinner Party in riva al mare).

Anche quest'anno, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar, cui nei prossimi giorni RAI Sport dedicherà un ampio speciale, potrà essere seguita sul web in tempo reale grazie al sistema di tracciamento satellitare YB Tracking (su www.151miglia.it), oltre che sui social correlati.

Organizzata da un Comitato formato da Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Livorno, con la collaborazione del Porto di Pisa, del Marina di Punta Ala, e dei partner PharmaNutra S.p.A. con il brand Cetilar®, Rigoni di Asiago, North Sails e TAG Heuer, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar è una tappa del Campionato Italiano Offshore della FIV, del Mediterranean Maxi Offshore Challenge, il circuito di regate riservato ai Maxi Yachts, e del Trofeo Arcipelago Toscano.

Ph. Fabio Taccola



29/05/2019 19:42:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 6.50: Tanguy Bouroullec vince la prima tappa a Les Sables d'Olonne

Il migliore degli italiani è stato Federico Cuciuc, che solo in un finale al rallentatore ha perso posizioni finendo 7° tra i Proto e 15°assoluto. Giovanni Mengucci ha tagliato il traguardo al 25° posto (18° tra i Serie)

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

Benetti: ecco il Giga Yacht “Luminosity”, un ibrido di 107 metri

Ma questo Giga yacht non è solo eleganza e design: a bordo si ritrova tutta l’esperienza e il know-how costruttivo di Benetti. “Luminosity”, il più grande ibrido mai costruito ad oggi

YC Italiano e e SV Barcola e Grignano insieme sul Persico 69F

Yacht Club Italiano e Società Velica di Barcola e Grignano armano insieme un equipaggio alla Persico 69F Revolution Cup, la sfida di nuova generazione su Foil. 20 gli equipaggi al via a Gargnano dal 14 al 19 agosto

Salone Nautico di Genova: appuntamento al 1° ottobre 2020

Il ticketing online, a partire da giovedì 6 agosto attraverso il sito www.salonenautico.com, è lo strumento unico per l’acquisto dei biglietti del Salone Nautico

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

Ferretti: il mercato premia la qualità

Custom Line raggiunge un altro obiettivo: 4 nuovi yacht venduti in un mese. Oltre la meta, oltre l’orizzonte: sono 150 i metri totali di design e tecnologia dedicati ai quattro armatori Custom Line.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci