lunedí, 22 luglio 2024

YCCS

YCCS: attesa una flotta imponente per la 33ma Maxi Yacht Rolex Cup

yccs attesa una flotta imponente per la 33ma maxi yacht rolex cup
Roberto Imbastaro

Sfiorano la soglia dei 50 iscritti i maxi yacht che saranno presenti a Porto Cervo dal 3 al 9 settembre per la 33^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il Title sponsor Rolex e l’International Maxi Association.

 

Come di consueto la flotta di yacht dalla lunghezza minima di 60 piedi (18,30 metri) è assai composita e spazia dai cruiser ai racer puri. Le imbarcazioni vengono suddivise in differenti Classi in funzione della loro tipologia e performance, esprimendo così altrettanti vincitori della Maxi Yacht Rolex Cup. 

 

I percorsi di regata sono studiati per consentire ai concorrenti di navigare attorno alle isole dell’Arcipelago di La Maddalena, godendo appieno di un’ambientazione naturale unica al mondo ma, per le classi più tecniche sono previste anche regate a bastone. Ogni giorno, in funzione delle previsioni del vento, il Comitato di regata sceglie il percorso più adatto, in genere differenziandone la lunghezza per consentire a tutte le classi di regatare per un tempo simile. Una volta rientrati infatti, terminate le consuete operazioni a bordo, sono previsti a terra momenti sociali sia per gli equipaggi che per gli armatori e i loro ospiti.

La novità principale di quest’anno è data dalla presenza dei multiscafi, in virtù della diffusione sempre maggiore di questa tipologia di imbarcazioni alle quali è stata riservata una specifica classe. In questa occasione sono iscritti: Allegra, un progetto custom di Nigel Irens del socio YCCS Adrian Keller, vincitore della Rolex Fastnet Race nella sua categoria, il Gunboat 80 Highland Fling 18 del socio YCCS Lord Irvine Laidlaw e il Gunboat 68 Convexity 2.

 

La 33^ Maxi Yacht Rolex Cup vedrà inoltre il debutto in regata di Y3K, il nuovissimo Wally 101 del socio YCCS Claus-Peter Offen che si confronterà con gli altri supermaxi, quali lo Swan 115 Moat, lo Spirit 111 Geist, il Maxi Dolphin Viriella e Inoui, tutti oltre i 30 metri, presenze abituali alle regate dello YCCS.

ornano nelle acque della Costa Smeralda gli splendidi J Class, lunghi oltre 40 metri furono protagonisti dell’America’s Cup degli anni ‘30 del secolo scorso. Con le loro forme strette e slanciate rappresentano nell’immaginario collettivo lo yacht a vela e attraggono sempre grande interesse sia in banchina che in mare. Nelle acque antistanti Porto Cervo navigheranno quest’anno Svea, Topaz e Velsheda.

 

Le linee classiche non saranno però solo appannaggio dei J Class, in questa edizione della Maxi Yacht Rolex Cup sarà presente Baruna of 1938. Varata appunto in quell’anno, è uno scafo lungo 22 metri progettato del celebre studio Sparkman & Stephens ed è stata oggetto di un importante e lungo restauro appena concluso.

 

Il passaggio dallo yachting del passato a quello più attuale è segnato da molti progetti recenti, tra i quali il Wally 93 Bullitt del socio YCCS Andrea Recordati, il ClubSwan 80 My Song di un altro socio YCCS, Pier Luigi Loro Piana, che torna a Porto Cervo dopo il debutto dello scorso anno.

Come sempre, imbarcazioni di così alto profilo sono condotte da equipaggi di altrettanto alto livello tra i quali si trovano i più grandi campioni della vela. Durante la Maxi Yacht Rolex Cup, infatti, le banchine antistanti lo YCCS sono frequentate dal gotha della vela internazionale, oltre ad armatori e velisti, sono presenti molti nomi importanti dello yacht design.

 

La Maxi Yacht Rolex Cup si concluderà il 9 settembre, mentre la stagione dello YCCS proseguirà con le regate dedicate alla Classe Internazionale 5.5 metri, la Scandinavian Gold Cup che fa parte della storia stessa di questa ex classe olimpica, cui farà seguito il Campionato Mondiale dal 24 al 29 settembre.

 


23/08/2023 11:43:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vaurien: Marta Delli e Francesco Graziani Campioni del Mondo

Mondiale disputato sul lago di Liptov, ai piedi dei monti Tatra, tra Slovacchia e Polonia, con 55 equipaggi provenienti da tutto il mondo. Il prossimo mondiale si svolgerà in Italia sul lago di Bracciano

Mini 6.50: partita la Les Sables-Les Açores-Les Sables

In testa ai Proto la francese Marie Gendron. In gara tra i Proto anche Cecilia Zorzi (11ma) con Eki, unica barca italiana in regata

Eolie: i farmaci urgenti arriveranno con i droni

In autunno i primi test verso Vulcano e Lipari per potenziare e velocizzare i servizi di trasporto di farmaci urgenti e sacche di sangue

Youth Sailing World Championships: sbancano gli azzurrini della Sensini

Le medaglie d’oro italiane: Lorenzo Sirena e Alice Dessy cat misto; Federico Pilloni windsurf M; Carola Colasanto windsurf F; Lisa Vucetti e Vittorio Bonifacio 420 misto; Maria Vittoria Arseni e Antonio Pascali ILCA 6

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda: oggi il gran finale degli Youth Sailing World Championships

La vela azzurra mantiene tre primi posti con Federico Pilloni (windsurf iQFOiL maschile), Carola Colasanto (iQFOiL femminile), Lisa Vucetti e Vittorio Bonifacio (420 Mix), più due secondi e un terzo

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Un nuovo evento per il 2026, arriva The Ocean Race Atlantic

L'evento sarà riservato a equipaggi misti e con un forte messaggio per la salute degli oceani, su una rotta che collegherà due città simbolo

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci