giovedí, 22 febbraio 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

manifestazioni    rorc caribbean 600    star    arkea ultim challenge    cambusa    fiv    press    ambiente    altura    ilca    campionati invernali    global solo challenge   

TROFEO PRINCESA SOFIA

Trofeo Princesa Sofia: si chiudono le fasi finali domani le Medal Race e Medal Series

trofeo princesa sofia si chiudono le fasi finali domani le medal race medal series
redazione

Si è conclusa una intensa giornata di prove per gli equipaggi italiani in gara a Palma per il Trofeo Princesa Sofia. Le condizioni meteo hanno permesso di disputare tutto il programma e delineato quindi le classifiche finali che permettono di accedere alle rispettive Medal Race e Medal Series di domani.

C'è grande soddisfazione per la prestazione degli equipaggi nella classe Nacra 17 che, come quasi nella totalità dei giorni di regata, vede nelle prime quattro posizioni tre equipaggi azzurri. Ad oggi guidano Bissaro - Frascari, al terzo posto Ugolini - Giubilei e al quarto Tita - Banti. Le medaglie certe domani sono due.

Buona la giornata conclusiva anche di Benini Floriani che si attesta in quarta posizione a una manciata di punti dal secondo posto,: domani la Medal Race definirà la classifica ILCA 6.

Grande soddisfazione anche per il Formula Kite che porta alle fasi finali due atleti, Pianosi e Boschetti che oggi compie un notevole balzo in classifica.

Classifiche sul sito ufficiale: https://www.trofeoprincesasofia.org/en/default/races/race-resultsall

Le dichiarazioni dei protagonisti:

470 MIX

Ferrari – Caruso: “Prima regata della stagione, primo test. Purtroppo il risultato finale è sotto le nostre potenzialità. Ciò su cui abbiamo lavorato in inverno ci ha dato riscontro positivo, le prossime regate ci permetteranno di migliorare anche altri aspetti.”

Tecnico FIV Gabrio Zandonà: " oggi è stata una giornata particolarmente difficile per tutti gli equipaggi italiani. Purtroppo Ferrari Caruso sono usciti dalla top ten per via di una classifica particolarmente corta e soprattutto della prima prova non conclusa al meglio. Berta - Festo hanno concluso la loro regata al trentesimo posto e poi ancora più indietro gli altri equipaggi. Questo deve farci riflettere sulla nostra situazione e lavorare ancora di più per limare i punti deboli. Probabilmente veniamo via da Palma ridimensionati, ma anche consci del nostro valore.  Dobbiamo imparare, nei momenti chiave delle regate, a saper sfruttare ogni piccola situazione e ridurre le sbavature."

49er

Tecnico FIV Gianmarco Togni: ”oggi giornata tipica di Palma con una leggera termica. In Gold fleet che ribelli Visconti Calabro non hanno sfruttato al meglio le possibilità che hanno avuto, anche le due squalifiche ricevute, rispetto ad un'unica sola che avevano ha avuto lo scorso anno, dimostrano come non sia andato tutto per il meglio. Il resto della squadra ha faticato sia per una interpretazione non ottimale delle varie prove, sia per mancanza di esperienza. Mi riferisco per questo secondo caso soprattutto ai giovani che si sono affacciati a questa tappa di Coppa del mondo, per loro una grande opportunità di crescita che merita una particolare sottolineatura positiva da parte mia.”

49er FX

Tecnico FIV Gianfranco Sibello: Il nostro campionato si è concluso con Germani-Bertuzzi al quattordicesimo posto, un risultato che non ci soddisfa affatto. Non riflette il potenziale delle ragazze né il lavoro che abbiamo svolto quest'inverno. Il campionato è stato difficile a causa delle condizioni, che sembravano semplici ma che sono diventate molto difficili perché tutti gli equipaggi regatano ad altissimo livello. È necessario stare molto attenti e mantenere la concentrazione costantemente, cosa che non siamo riusciti a fare. Abbiamo avuto troppi alti e bassi, cosa che a questo livello non ci possiamo permettere. Dal prossimo appuntamento dobbiamo ascoltare e svoltare, soprattutto da questo punto di vista, per poter lottare per le posizioni che contano in gara. La differenza è nei dettagli: la classe 49er FX è molto più coesa rispetto all'anno scorso e il livello si è alzato notevolmente. Dobbiamo essere precisi e costanti, quindi portiamo a casa questa lezione e ci rimbocchiamo le maniche per fare meglio a Hyères.”

ILCA 6

Chiara Benini Floriani: “Oggi abbiamo disputato due prove. Nella prima, sono riuscita a recuperare alcune posizioni. Tuttavia, nella seconda prova, durante la prima poppa, ho perso alcune posizioni e di conseguenza ho perso anche una posizione in classifica generale. Adesso sono solo a un punto dal podio e domani avrò l'opportunità di lottare fino alla fine. Sono felice di essere arrivata in zona Medal, che era l'obiettivo che ci eravamo prefissati per questa regata.”

Tecnico FIV Egon Vigna: “Oggi si sono concluse le finali e siamo riusciti a portare a casa un'ottima giornata per la Benini Floriani. Domani ci presentiamo con la quarta posizione, a un punto dalla terza e a due punti dalla seconda. La giornata è stata impegnativa sul campo, ma la Benini Floriani ha fatto molto bene: sebbene abbia incontrato qualche piccola difficoltà durante la seconda prova, nel complesso è stata un'ottima prestazione considerando il livello della Gold Fleet. Sono molto contento del percorso che la Benini Floriani ha fatto finora. Inoltre, ho notato alcuni segnali positivi da parte di Zennaro, mentre Albano ha mostrato degli ottimi spunti in questo evento. Anche la giovane Savelli si è distinta diverse volte in modo positivo, il che è un buon segno per il futuro. Infine, è stata un'ottima giornata per la Arseni in Silver Fleet, con un primo e un secondo posto, dimostrando il buon lavoro che stiamo facendo con le giovani.”

ILCA 7

Cesare Barabino: “Dopo una prima giornata nella quale non si è riusciti a regatare abbiamo portato a termine due giorni di qualifica molto impegnativi, disputando un totale di 5 prove con vento sui 14/18 nodi caratterizzato da oscillazioni costanti. Mi sono qualificato per la Gold fleet centrando così il primo obiettivo che mi ero posto per il Trofeo Princesa Sofia.

Ieri si sono disputate le prime tre regate di finali in condizioni di vento medio leggero, ho tenuto un buon passo e grazie ai buoni risultati della prima e della terza prova ho recuperato posizioni in classifica raggiungendo il 45° posto. Oggi ultima giornata di regate, due prove difficili nelle quali non sono riuscito a trovare una buona velocità costante nell’andatura di bolina e qualche errore nell’interpretazione del vento mi hanno costretto a regatare un po’ indietro e in costante recupero sulla flotta. Sono felicissimo di poter rappresentare lo Yacht Club Costa Smeralda che grazie al progetto Young Azzurra mi supporta nel mio percorso velico e non vedo l’ora di continuare a dare il massimo.”

Formula Kite

Lorenzo Boschetti: “La giornata di oggi è stata impegnativa fin dall'inizio, poiché mi trovavo in una situazione critica: avevo bisogno di molti punti per arrivare alla zona metal, circa 20 punti, il che non era facile da guadagnare in sole quattro prove. Dopo la prima regata, ho quasi deciso di mollare tutto, poiché sono stato centrato da due ragazzi che si sono presi l'incrocio e mi hanno costretto a finire ultimo. Tuttavia, non ho mollato e sono andato fino in fondo. Sono riuscito a ottenere dei buoni risultati, con un decimo, un ottavo e un settimo posto, abbastanza costante a parte la prima regata. Alla fine, sono riuscito a ottenere la qualificazione alla zona metal per un solo punto, il che è stato un grande successo. Ora ci aspetta il giorno di domani, in cui dobbiamo dare ancora di più.”

Tecnico FIV Simone Vannucci: "Siamo giunti all'ultimo giorno della Gold Fleet e domani ci saranno le semifinali e le finali. Voglio fare i complimenti a tutti e cinque i ragazzi e ragazze perché la prima regata dell'anno è sempre difficile, si arriva sempre un po' arrugginiti per quanto riguarda la modalità regata, e quindi c'è un po' di pressione e insicurezza. Considerando il livello che sta salendo sia negli uomini che nelle donne, è bene aver conquistato la semifinale. Anche le ragazze sono salite di livello, anche la flotta è diventata più numerosa e di maggior qualità. Domani vedremo cosa succede, il bello di questa formula è che una volta che raggiungi la semifinale ci sono tante variabili in più che possono aprire la strada per la finale. Anche il terzo e il quarto posto possono essere conquistati, mentre il primo e il secondo sono già ipotecati con i bullet. Andiamo avanti fino in fondo e vediamo cosa accade."

Nacra 17

Ugolini - Giubilei: "La giornata è stata molto positiva per noi, abbiamo fatto una prestazione solida e torniamo con la vista puntata sulla Medal Race di domani. Siamo al terzo posto con un buon margine sul quarto e un possibile attacco al secondo posto. Abbiamo avuto ottime velocità e sensazioni sulla barca, il che ci carica per domani e per la medal race. Ci sentiamo veramente veloci, costanti e performanti sulla barca."

Tecnico FIV Gabriele Bruni: “"Oggi abbiamo disputato tre prove con il vento leggermente più sostenuto rispetto a ieri, intorno agli 11 nodi, e la squadra italiana si è comportata bene. Peccato per un OCS di Tita – Banti. Al momento siamo primi con Bissaro - Frascari, terzi Ugolini - Giubilei e quarti Tita - Banti. L'Italia ha già garantite due medaglie e stiamo ancora lottando per l'oro. In ogni caso, alla fine della medal race, porteremo a casa due medaglie e sono molto contento del lavoro svolto durante l'inverno. Certo, ci sono ancora delle cose su cui dobbiamo lavorare, ma questo è il risultato del nostro duro lavoro."

 


07/04/2023 20:53:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cambusa: l’hamburger gourmet ha un nuovo Re, Daniele Barra del pub Excalibur di Revello

È giunta alla 6a edizione la sfida di Burger Battle Italia, un contest che da mesi vedeva coinvolti i migliori chef specializzati in hamburger gourmet per contendersi un posto alla finalissima, svoltasi ieri 19 Febbraio al Beer&Food Attraction di Rimini

Arkea Ultim Challenge: Banque Populaire arrivata a Rio con due timoni rotti

Armel Le Cléach ha raccontato dell'impatto con un tronco per il timone di destra del suo Ultim, e poi di un cedimento del timone centrale, cosa che ha reso impossibile continuare a navigare

Arkea Ultim Challenge: danni al timone di Banque Populaire

Secondo il team "sono in corso diverse opzioni per diagnosticare i danni e valutare come affrontare il resto della gara". Le Cléac'h sta dirigendosi verso un porto brasiliano

Arkea Ultim Challenge: Armel Le Cléac'h riparte da Rio

Dopo poco più di 48 ore di sosta Armel Le Cléac'h e Banque Populaire XI sono tornati in pista. Hanno lasciato Rio poco dopo le 16:30 UTC e ha ripreso la gara in 3a posizione. Gli skipper parlano del grande rumore a bordo (come in una discoteca)

Arkea Ultim Challenge: due forti perturbazioni preoccupano Charles Caudrelier

Charles Caudrelier (Edmond de Rothschild): "Non sacrificherò il lavoro del team solo per impazienza. Stiamo parlando di 8 metri, 8,50 metri di mare con un vento previsto da 35-40 nodi, il che significa piuttosto 45-50 nodi e 70 in raffiche"

Trieste incontra Sir Robin Knox-Johnston

Sir Robin Knox-Johnston, uno dei velisti oceanici più amati e conosciuti al mondo, arriva a Trieste con i suoi incredibili racconti di mare

La FIV indica quattro equipaggi per Parigi 2024

Sono Lorenzo Brando Chiavarini (ILCA 7), Marta Maggetti (iQFOIL F), Nicolò Renna (iQFOIL M), CAterina Banti e Ruggero Tita (Nacra 17). Le scelte FIV verranno ora sottoposte al Comitato Olimpico Nazionale Italiano per l’approvazione finale

Lavagna: tutti i vincitori del 48° Invernale del Tigullio

Diciassette prove, tre mesi e sei week end di confronti in acqua, trentadue imbarcazioni iscritte per il 48° Campionato Invernale Golfo del Tigullio

2024 ILCA senior European Championships: primo giorno di prove solo per ILCA 6

Primo giorno di prove per gli ILCA senior European Championships 2024 di Atene in Grecia. Il vento non è stato clemente e ha costretto ad annullare due prove per gli ILCA 7 mentre le ragazze sugli ILCA 6 sono riuscite a disputare almeno una prova

S&You e Wanderfun vincono l’Autunno Inverno Salodiano 2023-2024

Concluso il Campionato invernale Protagonist della Canottieri Garda, per la prima volta in gara anche la classe Fun

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci