giovedí, 20 giugno 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

libri    vela    convegni    vele d'epoca    windsurf    meteor    j24    argentario sailing week    tf35    wingfoil    solidarietà    ambiente    circoli velici   

TURISMO

La vela è business...parola di Palma di Maiorca!

la vela 232 business parola di palma di maiorca
Roberto Imbastaro

Ma può la vela essere un forte volano per il turismo? Ovviamente si, e ce lo spiegano i numeri (che non mentono), e che questa volta sono quelli di Palma di Maiorca, isola che senz’altro è attrattiva per i turisti in ogni stagione, ma che fa delle competizioni veliche ad alto livello un uso massiccio anche in termini di comunicazione con risultati che sono tangibili immediatamente in termini economici. 

Il 53° Trofeo Princesa Sofía Mallorca, ad esempio, ha contribuito a generare un tasso di occupazione vicino al 70% negli hotel di Playa de Palma durante il mese di marzo, secondo i dati forniti dall'Associazione degli Albergatori di Playa de Palma.

Per la sua 53ª edizione, il grande evento di vela olimpica di Maiorca ha attratto circa 2500 persone sull'isola, tra cui velisti, tecnici, giornalisti e personale organizzativo.

Anche se l'evento si è svolto dal 29 marzo al 6 aprile, un gran numero di squadre partecipanti si è recato sull'isola nelle settimane precedenti, generando un considerevole aumento dell'occupazione alberghiera durante il mese di marzo, prima dell'inizio della stagione turistica pasquale.

Secondo l'Associazione Hoteliers Playa de Palma, a marzo c'è stato un tasso di occupazione del 68% nei 85 hotel operativi nella zona in quelle date, il 75% dell'organizzazione alberghiera che comprende 114 strutture con quasi 34.000 posti letto.

Il presidente di questa organizzazione, Pedro Marín, sottolinea come il Trofeo Princesa Sofía Mallorca di Iberostar contribuisca al turismo stagionale, come dimostrano i dati sull'occupazione alberghiera per il mese di marzo, oltre a rivitalizzare le attività di ristorazione e ospitalità locali.

Gli organizzatori del Trofeo Princesa Sofía Mallorca di Iberostar stimano un impatto economico sull'isola di circa sette milioni di euro, una cifra che include il costo dell'alloggio, il sostentamento, le tasse di iscrizione e i trasferimenti per tutti i partecipanti. Non sorprende che le istituzioni baleariche sostengano il Sofía, come ha spiegato il Consigliere per il Turismo del Consiglio di Maiorca, José Marcial Rodríguez, alla presentazione ufficiale dell'evento: "Sosteniamo la capacità che questo tipo di evento ci dà di convertire l'attività turistica di quest'isola in parte della soluzione e non del problema".

Un esempio dell'impiego che questo evento genera è il team che la Federazione Spagnola di Vela (RFEV) ha mobilitato per questa 53ª edizione. Ha inviato un totale di 80 persone a Maiorca, tra cui quasi 50 atleti del team Parigi 2024 e il team che lavora per il prossimo ciclo olimpico, 14 allenatori, nove tecnici del team multidisciplinare e sei professionisti del dipartimento comunicazioni. La delegazione è rimasta a Maiorca per una media di dieci notti a persona presso l'Hotel Plaza Son Rigo, quartier generale del team nazionale per il secondo anno consecutivo, e ha generato un impatto economico di circa 100.000 euro, includendo solo alloggio e per diem.

La Direttrice dello Sviluppo Aziendale e Innovazione della RFEV, Laia Tutzó, sottolinea che "il team richiede spazi comuni che consentano di tenere riunioni e anche spazi esclusivi per l'attrezzatura e i servizi del team sanitario, oltre a una palestra, anche se le esigenze della pianificazione sportiva spesso richiedono viaggi verso sedi al di fuori dell'hotel".

Un altro dettaglio importante dell'hotel scelto dalla RFEV è il tipo di alloggio. "Gli atleti preferiscono soggiornare in appartamenti dotati di cucine, in modo da poter cucinare e gestire meglio le loro diete," aggiunge Tutzó.

Proprio l'infrastruttura alberghiera di alta qualità a prezzi competitivi è uno dei fattori che ha contribuito a consolidare la Baia di Palma come base di allenamento invernale per molte squadre internazionali di vela olimpica, insieme alle eccellenti condizioni offerte dalla baia per la pratica di questo sport e all'impeccabile servizio offerto dai tre club nautici organizzatori dell'evento: Club Marítimo San Antonio de la Playa (CMSAP), Club Nàutic S'Arenal (CNA) e Real Club Náutico de Palma (RCNP).

"Il Trofeo Princesa Sofía Mallorca di Iberostar è stato la forza trainante dietro la trasformazione della Baia di Palma in uno dei luoghi preferiti per la vela olimpica come base di allenamento invernale, il che aiuta a destagionalizzare il turismo nell'isola," afferma il direttore tecnico della regata e manager del CNA, Ferrán Muniesa.

Quasi 850 barche e più di 1100 velisti provenienti da 76 paesi hanno gareggiato nell'evento di quest'anno a Maiorca, un numero record di partecipanti in un anno olimpico e un numero assoluto record di nazioni rappresentate nelle 53 edizioni della regata.

Secondo Muniesa, "queste impressionanti cifre sono il risultato della passione e dello spirito di costante miglioramento delle squadre CMSAP, CNA e RCNP coinvolte nell'organizzazione dell'evento. Siamo molto orgogliosi di contribuire all'economia di Maiorca, e inoltre, lo facciamo con un modello di turismo sportivo e sostenibile, con un profilo di visitatori che ama la natura e protegge e cura l'ambiente marino".

 


19/04/2024 21:52:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

A Torbole seconda giornata degli Europei Windsurfer con regate Course Race e Slalom

Giornata perfetta con sole e vento sui 14 nodi: il Garda Trentino colorato con oltre 200 vele fluo

Europeo J24: il meteo di Porto Cervo dà il meglio di se

Meteo spettacolare per la prima giornata dell'Europeo J24 Range Rover

Europeo J24: si conferma campione l’irlandese Headcase

Secondo e terzo posto rispettivamente per La Superba della Marina Militare e per l’ungherese J.Bond

Argentario Sailing Week: si decide tutto domani

Grande agonismo e classifiche corte nella terza giornata dell’Argentario Saling Week

All'Argentario vincono bellezza e tradizione

Argentario Sailing Week: conclusa la 23ma edizione, la cerimonia di premiazione celebra i vincitori delle sette classi

Condizioni meteo ideali per la seconda giornata dell’Argentario Sailing Week

Oggi in particolare il sole è stato protagonista sin dalla mattina offrendo ad armatori ed equipaggi lo scenario perfetto a terra e in mare del golfo dell’Argentario

TF35: Sails of Change 8 vince l'85° Bol d'Or Mirabaud

L'equipaggio di Sails of Change 8 si è dimostrato ancora una volta fortissimo nelle regate di lunga distanza su un TF35, vincendo l'85° Bol d'Or Mirabaud in 6h22m24s dopo aver vinto il Geneve-Rolle-Geneve lo scorso fine settimana

Giraglia: Black Jack vince ma senza record

Una regata epica! Vento forte e mare molto mosso per la prova offshore. Il maxi olandese Black Jack 100 di Remon Vos che ha mancato il record del 2012 per soli 15 minuti!

Europeo J24: in testa l'irlandese Headcase

Louis Mulloy, prodiere su Headcase: “Oggi abbiamo ottenuto tre vittorie su tre prove, tuttavia è stata una giornata molto complicata"

Kon Tiki è campione italiano della Classe Meteor

Castiglione del Lago – Entusiasmo, soddisfazione ed un po' di stanchezza, si è concluso sabato il 51° Campionato Italiano di Classe ospitato dal Club Velico Castiglionese, sul Trasimeno

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci