sabato, 15 giugno 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

argentario sailing week    j24    solidarietà    ambiente    circoli velici    windsurf    giraglia    hansa    confindustria nautica    la lunga bolina    veleggiata    meteor    ilca    rs21    flying dutchman   

THE OCEAN RACE

The Ocean Race: progresso costante verso Capo Horn

the ocean race progresso costante verso capo horn
redazione

Giovedì, Team Holcim PRB conserva il suo vantaggio, mentre la flotta si compatta in meno di 100 miglia. Come previsto ieri, il battistrada sta rallentando leggermente e le barche che lo seguono stanno riducendo il distacco, ma poco è cambiato nel quadro generale nelle ultime 24 ore.

"Sapevamo che tutti si sarebbero avvicinati a noi da dietro, quindi l'unica soluzione per noi è stata quella di continuare ad avanzare il più velocemente possibile", ha dichiarato lo skipper Kevin Escoffier. "Per questo abbiamo scelto di rimanere a sud. Credo che se siamo ancora un po' più avanti rispetto alle altre barche, è perché abbiamo fatto questa scelta, quindi sono contento di quello che abbiamo realizzato".

"Domani saremo in una zona di vento leggero e poi saremo al lasco il limite della zona di esclusione dei ghiacci, ma su cosa succederà più avanti i modelli meteorologici non sono chiari."

Team Malizia continua a essere la minaccia più seria per il leader, posizionato 60 miglia a nord ma quasi in linea in termini di distanza verso est. Biotherm e 11th Hour Racing Team sono più indietro, ma allineati al primo.

Gli equipaggi si trovano a circa metà di questa lunghissima tappa 3 - la più lunga della storia della regata - con un ETA a Capo Horn di ancora 11 giorni e con circa 4.000 miglia da percorrere. Le previsioni per i prossimi tre giorni indicano condizioni più leggere che porteranno a una maggiore compressione della flotta e consentiranno di effettuare le riparazioni necessarie. 

Durante una telefonata in diretta con i media giovedì pomeriggio, 11th Hour Racing Team ha riferito di aver raggiunto una velocità di circa 22 nodi con venti intorno ai 20 nodi. Ma, se l'equipaggio guarda al futuro prossimo, la priorità sarà quella di effettuare le riparazioni. 

"Abbiamo avuto il tempo di valutare i danni subiti negli ultimi giorni", ha dichiarato Justine Mettraux, rispondendo alla domanda di un giornalista. "Sfrutteremo al massimo questo periodo di calma per riparare la randa e uno dei timoni e fare un controllo approfondito del resto della barca per essere in buona forma per il resto della tappa. Abbiamo avuto il tempo di ragionare su quello che vogliamo fare e di stilare una lista di priorità e un buon piano per gli interventi da fare".

Ha confermato che il team ha pianificato una riparazione con i suoi velai, in modo che, se tutto dovesse andare bene, sarà in grado di utilizzare la vela al 100 per cento dell'efficienza.

Nel frattempo, giovedì mattina GUYOT envrionnement - Team Europe ha compiuto un passo significativo verso il ricongiungimento con la flotta in Brasile, lasciando il V&A Waterfront di Città del Capo per iniziare la navigazione di trasferimento verso Itajai, dopo un'importante riparazione alla struttura della barca che ha messo fuori gioco il team nella terza tappa.

"Alla fine siamo stati molto fortunati nella gestione di questa crisi", ha dichiarato il co-skipper Robert Stanjek. "A Città del Capo avevamo a disposizione le cose giuste - il team di terra, i tecnici, i materiali - e il lavoro si è svolto senza problemi". 

"È stato un lavoro molto impegnativo e abbiamo dovuto fare parecchie cose per rimettere la barca in acqua", ha detto lo skipper Benjamin Dutreux. Quando abbiamo alato la barca abbiamo scoperto che una grande area era completamente delaminata...". Normalmente ci vorrebbe circa un mese per fare un lavoro del genere in un cantiere, ma noi ci siamo riusciti in una settimana... È stato un lavoro di squadra straordinario. È stato frustrante, ma alla fine tutti guardiamo avanti con lo stesso obiettivo: arrivare a Itajaí e continuare la regata”.

Intanto oggi Genova, che sarà sede del Grand Finale di The Ocean Race, ha fatto partire il conto alla rovescia dei meno 100 giorni all’arrivo della flotta nel capoluogo ligure per la prima, storica volta.

 


16/03/2023 17:31:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giraglia, primo giorno di regate a Saint Tropez

Primo giorno di regate della Loro Piana Giraglia 2024: il primo atto è iniziato oggi con le regate nel Golfo di Saint-Tropez: 2 prove per i Maxi nel Golfo di Pampelonne e una costiera di 22 miglia per tutti gli altri

Rs21: a Riva del Garda vince "Fremito d'Arja"

Dario Levi, con il suo “Fremito d’Arja” (per i colori del Circolo Velico Torbole), si è aggiudicato a Riva del Garda un combattutissimo Act 3 della RS21 Cup Yamamay di vela Fiv con numeri da record

Giraglia: Jethou a Jolt danno spettacolo tra i Maxi

Terza Giornata di Regate: condizioni spettacolari in mare e grande successo per il nuovo Crew Village. La Loro Piana Giraglia si conferma un appuntamento imperdibile!

Maddalena Spanu è Campionessa Mondiale di Marathon WingFoil Racing

Maddalena conquista il titolo affrontando una gara conclusiva di 80 km della durata di 2 ore e 40 minuti in cui ha staccato il resto delle concorrenti di 9.6 km

Saint Tropez: un bel vento per le regate della Giraglia 2024

La seconda giornata di regate della Loro Piana Giraglia 2024 ha offerto un altro grande spettacolo sportivo nelle acque cristalline di Saint-Tropez

Melges 32, Sferracavallo: nessuno come Lasse Petterson

E’ sempre la bandiera norvegese a sventolare sul gradino più alto del podio delle regate Melges 32 a Sferracavallo

Optimist: il Team Happy dagli Usa vince di nuovo il Trofeo Rizzotti

È Il Team Happy dagli Usa ad aggiudicarsi per il secondo anno consecutivo il Trofeo Marco Rizzotti - International Optimist Class Team Race Venezia, evento giunto alla 36esima edizione, organizzato dalla Compagnia della Vela e dal Diporto Velico Veneziano

Sails of Change 8 vince la 60ª edizione della Genève-Rolle-Genève

"L'intera regata è stata un costante gioco di contatto, dove fai tre buone mosse e poi una cattiva e perdi tutto di nuovo," ha detto il tattico Delpech. "Il gioco è fantastico e ci siamo divertiti un mondo in questa battaglia super tattica tra le barche."

J24, parte a Porto Cervo il Campionato Europeo

Tutto pronto allo Yacht Club Costa Smeralda per accogliere armatori ed equipaggi del monotipo J/24, il cui Campionato Europeo si svolgerà nelle acque antistanti Porto Cervo a partire dal 12 giugno, con la practice race

Al via da domani le regate 23ma edizione dell’Argentario Sailing Week

Un evento strategico, capace di generare un importante impatto economico sul territorio con 50 imbarcazioni d’epoca e classiche iscritte, provenienti da 9 nazioni

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci