martedí, 29 novembre 2022

SWAN

Valencia, mondiali Swan: vincono Cuordileone, Nadir e Mamao

valencia mondiali swan vincono cuordileone nadir mamao
Roberto Imbastaro

E' stata un'avvincente giornata finale ai Mondiali Swan One Design, ospitati dal Real Club Náutico de Valencia, che si è conclusa non senza qualche momento di eccitazione. Ma come ha ricordato uno dei concorrenti, riferendosi al detto hollywoodiano, senza un po' di dramma non c'è mai un buon finale.

Venti più leggeri hanno accolto i concorrenti del Campionato del Mondo nelle flotte ClubSwan 36, ClubSwan 42 e ClubSwan 50 in queste due ultime regate decisive. 

 

ClubSwan 50: Cuordileone mantiene il sangue freddo e sigilla la vittoria

Dopo aver affrontato l'ultima giornata con un solo punto di vantaggio su gli avversari, l'equipaggio di Cuordileone, timonato da Leonardo Ferragamo, avrebbe potuto accusare un po' di nervosismo., che invece non si manifestato affatto. L'aver fatto centro nella prima regata ha chiuso le porte al tenace sfidante Earlybird di Hendrik Brandis e un terzo posto nella seconda e ultima prova ha sancito la vittoria nella classe ClubSwan 50.

Un Leonardo Ferragamo chiaramente felice ha dichiarato: "Essere Campione del Mondo è molto emozionante, ed è stato combattuto duramente fino all'ultimo minuto. È per questo che le regate in monotipo sono così incredibili, con le barche così vicine fino alla fine. Questo è il mio primo Campionato del Mondo e sono molto felice".

Federico Michetti, responsabile delle attività sportive del ClubSwan Racing, ha aggiunto: "È una sensazione incredibile essere Campione del Mondo. È stata una settimana incredibile, con condizioni di navigazione da champagne, e concludere con la vittoria del titolo mondiale è qualcosa di unico. Sono molto orgoglioso del team".

Balthasar di Louis Balcaen ha ottenuto un identico punteggio di 3-1 ed è riuscito a portarsi a un solo punto dal secondo classificato Earlybird nella lotta per il podio.

Il team del campione del mondo in carica Marcus Brennecke su Hatari ha ottenuto un secondo posto in ogni regata, ma non è riuscito a colmare il divario e ha concluso al quarto posto in classifica generale.

 

ClubSwan 36: Mamao cade e si rialza

Nella flotta ClubSwan 36, la vittoria nella penultima regata di Farstar di Lorenzo Mondo e l'altrettanto pessimo settimo posto di Mamao, da sempre leader della classe, hanno fatto sì che le prime quattro barche arrivassero all'ultima regata separate da un solo punto, con Farstar in pole position.

Ma in una situazione che sembrava destinata a volgere al peggio, Mamao di Haakon Lorentzen, battente bandiera brasiliana, si è ripreso e ha conquistato la sua seconda vittoria della regata, chiudendo a pari punti con Farstar, ma primo per i migliori risultati complessivi.

Un entusiasta Lorentzen ha dichiarato: "Sì, siamo campioni del mondo, per la prima volta nella mia vita! È una bella sensazione. Volevo vincere, ma è una classe difficile e dovevamo vincere l'ultima gara. Ci siamo riusciti ed è incredibile! Le condizioni sono state fantastiche, abbiamo amato questo evento e ora lo ameremo per sempre! Non vediamo l'ora di partecipare alla prossima edizione".

Il tattico Ross MacDonald ha aggiunto: "La prima regata è stata difficile per noi, probabilmente siamo stati un po' troppo conservativi e alla fine abbiamo fatto troppe virate e siamo finiti al settimo posto, quindi questo ci ha dato un po' di emozione per l'ultima regata - ma come si dice a Hollywood, senza il dramma non c'è mai un buon finale".

Cuordileone di Edoardo Ferragamo ha conquistato l'ultimo gradino del podio, mentre G Spot di Giangiacomo Serena di Lapigio è rimasto fuori dalla lotta per il terzo posto.

ClubSwan 42: la vittoria va alla spagnola Nadir

Dopo essersi dato un po' da fare nell'ultima giornata per confermare la sua posizione di leader, Nadir di Pedro Vaquer si è comportato in grande stile, ottenendo un punteggio di 1-2 e conquistando la classe ClubSwan 42 con un netto vantaggio di 12 punti, dando ai fan spagnoli molto da esultare.

Tornando a terra, Vaquer ha dichiarato: "Siamo molto contenti. Ci eravamo preparati per i Mondiali, ci eravamo allenati e tutto ha funzionato molto bene per noi, anche se i numeri forse non mostrano quanto sia stato vicino in acqua!". E ha aggiunto: "Le condizioni sono state ottime e Valencia è stato un ottimo posto per gareggiare".

Selene-Alifax di Massimo De Campo ha ottenuto il secondo posto, mentre un'altra barca che rappresentava la Spagna alla regata, Pez De Abril di Jose Maria Meseguer, ha ottenuto un risultato di 2-3 per salire sul podio, scalzando Dralion di Pit Finis, che aveva iniziato l'ultima giornata con un netto terzo posto. 

Nella classifica delle nazioni meglio piazzate agli Swan One Design Worlds, Italia e Germania sono a pari merito con 28 punti ciascuna grazie alle performance di Cuordileone e Drifter Sail, e di Earlybird e Hatari, per i rispettivi Paesi. Nadir e il ClubSwan 42 Pez De Abril hanno aiutato la Spagna a raggiungere il terzo posto.

Al termine delle regate, il Real Club Náutico de Valencia ha ospitato la premiazione finale degli Swan One Design Worlds.


09/07/2022 22:08:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Campionato invernale di Roma, giornata spettacolare per l'altura

Battaglia serrata nel raggruppamento ORC Regata 2 fra Jolie Brise e Pestifera. In IRC mantengono la vetta della classifica Maia e Lysithea rispettivamente nei Crociera 1 e Crociera 2. Fra i minialtura è "Se po fa'" a tagliare prima il traguardo

Route du Rhum: penalizzato Roland Jourdain, la vittoria nella categoria Rhum Multi va a Loïc Escoffier

Nella barca di Jourdain la piombatura è risultata rotta ai controlli post regata e la conseguente penalità di 90' ha regalato la vittoria a Loïc Escoffier

Roma: Genova The Grand Finale presentato al ministro Abodi

Alla presentazione presso il Salone d’Onore del Coni hanno partecipato le più importanti autorità istituzionali e sportive

Ambrogio Beccaria ci racconta la sua Route du Rhum

Impresa straordinaria di Beccaria che al suo esordio alla Route du Rhum e alla sua prima regata su “Alla Grande – Pirelli” ha conquistato il 2° posto in Class40 attraversando l’Atlantico in 14 giorni 7 ore 23 minuti

Buona la seconda al Campionato Autunnale della Laguna di Lignano Sabbiadoro

Dopo l'annullamento del primo appuntamento del 33° Campionato Autunnale della Laguna per condizioni meteo-marine avverse, la seconda domenica in programma non ha deluso le aspettative

Hyères, Europeo ILCA 6/7: Chiavarini sesto e Benini Floriani quindicesima

ILCA 6 e ILCA 7 salutano la rassegna continentale transalpina con tanti spunti positivi e un appuntamento in territorio italiano per la prossima stagione dove il campionato si disputerà ad Andora

Come liberare in sicurezza una tartaruga

Animali marini catturati nella rete: da oggi esiste un protocollo operativo su come trattarli per liberarli limitando i danni

Giancarlo Pedote analizza la sua Route du Rhum

"Sono soddisfatto della seconda parte della regata, durante la navigazione di bolina. Avevo una buona velocità e nonostante il ritardo sono riuscito a raggiungere il gruppo"

Ma che bel Giro d'Italia hanno fatto Cecilia Zorzi e Aina Bauza!

Unico team completamente femminile in regata, Cecilia e Aina hanno lasciato il passo solo al mostro sacro Pietro D'Alì, che di Giri d'Italia ne ha macinati parecchi ai suoi tempi

Route du Rhum... e anche Alberto Bona porta a casa un bel risultato!

Giovedì 24 novembre, alle ore 15 e 34 minuti e 50 secondi ora locale (20:34:50 ora di Roma), Alberto Bona sul Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di Pointe-à-Pitre della dodicesima edizione della Route du Rhum all'ottavo posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci