lunedí, 23 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

giancarlo pedote    tp52    the ocean race    rs:x    circoli velici    dolphin    melges 24    regate    salone nautico di genova    optimist    yacht club costa smeralda    millevele    imoca 60   

REGATE

Trieste-S.Giovanni in Pelago-Trieste: Line Honours per Rield Aerospace

trieste giovanni in pelago trieste line honours per rield aerospace
Roberto Imbastaro

La cinquantasettesima edizione della Trieste – S.Giovanni in Pelago – Trieste va in archivio con il successo in tempo reale dell’Open Super Stag 40 sloveno Riedl Aerospace che conquista la line honours dominando la regata dal primo all’ultimo metro.
 
L’imbarcazione di Uros Zvan (Yacht Club Maribor) vince in scioltezza, sfruttando al meglio le condizioni di vento medio / leggero incontrate nella notte (sul percorso in acque italiane, slovene e croate) sin dalla partenza alle ore 22.30 di ieri nello spettacolare scenario del bacino S.Giusto nel cuore di Trieste.  Riedl Aerospace taglia per primo il traguardo all’entrata nella sacchetta alle ore 9.52 di stamane lasciandosi alle spalle due avversarsi di dimensioni maggiori: secondo, con un distacco di 34 minuti dal vincitore è il 54 piedi Fanatic di Alex Peresson.
Il terzo posto nell’ordine di arrivo in tempo reale è per BRAVA il Farr 49 di Francesco Pison che corre anche per la classifica in tempo compensato ORC.
 
La classifica ORC della regata offshore (che è valida quale ultima tappa di circuito del Campionato Italiano Offshore FIV 2018 e rappresenta la prima prova della Settimana Velica Internazionale 2018) premia il First 40 Rebel, del padrone di casa dello Yacht Club Adriaco Manuel Costantin che, in tempo corretto, precede di 15 minuti e 51 secondi il Farr 30 Moonshine dell’armatore olandese Patrick Baan. Al terzo posto (con un distacco di 18 primi e 31 secondi) si piazza il Dufour 34 del Northern Light Sailing Team portacolori della Società Velica Barcola Grignano.
 
La classifica IRC della prova lunga della Settimana Velica Internazionale 2018 premia ancora Rebel e vede rispettivamente al secondo e terzo posto il Millenium 40 Vola Vola Endevour di Riccardo Donò e il First 35 Olalla di Fabrizio Cazzoli.
 
Domani si torna a regatare per le prime prove tecniche a bastone nel doppio fine settimana della Settimana Velica Internazionale 2018 che proseguirà ancora sabato 29 e domenica 30 settembre sul campo di regata dello Yacht Club Adriaco sempre su prove a bastone.
 
Il commento a caldo del team di Riedl Aerospace appena tagliato il traguardo - “Abbiamo incontrato ottime condizioni, ideali per il nostro scafo e il team è stato bravo a regatare con grande concentrazione sfruttando il potenziale della nostra barca e tenendo sempre a bada le mosse dei nostri avversari; siamo partiti con aria molto leggera da terra e abbiamo scelto di spingerci verso il largo per poi puntare l’isola che abbiamo raggiunto di fatto con un unico bordo mure a sinistra con vento ruotato verso est. Al passaggio sull’isola abbiamo dato gennaker che abbiamo portato fin quasi sul traguardo dove il vento è calato e dove abbiamo manovrato senza affanni non avendo avversari in scia. Davvero una  bella edizione di questa classicissima regata che per noi è stata un successo che ci riempie di soddisfazione”.
 
Manuel Costantin di Rebel– “Regata fantastica! Grande felicità per noi di Rebel che abbiamo conquistato questa bellissima doppietta vincendo sia in ORC che in IRC senza subire, per una volta, il ritorno dei più piccoli agevolati dal crescere del vento nelle ore mattutine. Questa edizione della Trieste - S.Giovanni è un grande successo anche per lo Yacht Club Adriaco sulle cui banchine, da almeno 10 anni, non vedevo così tanto fermento e partecipazione e da appassionato velista e regatante questo segnale non può che farmi enorme piacere.”

 


22/09/2018 18:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Parte il Dèfi Azimut, con in acqua Prysmian di Pedote

Giancarlo Pedote ritorno sul suo imoca con ANtony MArchand dopo l'esperienza sui Figaro 3

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Salone Genova: visite a bordo della fregata "Alpino"

In occasione della cerimonia inaugurale e per tutta la durata del Salone, la fregata "Alpino" della Marina militare, sarà ormeggiata nel porto di Genova presso il Molo Doria di Levante

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci