lunedí, 28 settembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

barcolana    salone nautico di genova    garda    regate    vela olimpica    vela    29er    fincantieri    dolphin    j70    roma giraglia    roma per 2    melges 32    coppa italia    press   

LASER RADIAL

Tre prove al mondiale femminile Laser Radial

tre prove al mondiale femminile laser radial
redazione

Quinto e penultimo giorno di regate al Mondiale del singolo olimpico femminile Laser Radial a Melbourne: altre tre prove e programma ormai quasi del tutto recuperato, alla vigilia della giornata conclusiva venerdi 28. Condizioni meteo sempre impegnative per le timoniere, anche se l'intensità del vento si è attenuata: si è corso con 10-12 nodi nella prima prova, aumentato poi a 15-18 nelle successive, ma con una forte oscillazione che ha reso difficili le scelte tattiche.
 
In testa c'è l'accelerazione decisiva della supercampionessa in carica e oro olimpico di Rio 2016, l'olandese Marit Bouwemeester (1-24-10) che ha accumulato ben 24 punti di vantaggio sulle inseguitrici, che si sono avvicendate in una classifica rivoluzionata: al secondo posto c'è adesso la norvegese Line Flem Host (6-5-3 di giornata), al terzo la danese Anne Marie Rindom (bronzo di Rio 2016) (20-15-4) e al quarto la polacca Magdalena Kwasna che supera la belga Emma Plasschaert. 
 
Fuori dalla zona podio due favorite d'obbligo come l'irlandese Annalise Murphy (argento di Rio 2016) ottava anche per una partenza anticipata (UFD-2-2 di giornata), e l'inglese Alison Young decima con tre prove negative (19-33-22). Questo alternarsi di piazzamenti è indicativo della difficoltà del campo di regata, che poche veliste possono dire di aver compreso del tutto.
 
Tra le timoniere più in evidenza in questa giornata c'è l'azzurra Silvia Zennaro (Fiamme Gialle, ex olimpica a Rio 2016) che fa un balzo in classifica dal 38° al 23° posto (17° per nazione escludendo le atlete con la stessa bandiera), grazie a tre manche di vertice (12-10-6), Con altre tre prove a disposizione nel giorno conclusivo, l'atleta veneta può tentare di scalare ancora posizioni per chiudere al meglio questo Mondiale. Non brillante invece la giornata per la giovane livornese Matilda Talluri (CN Livorno) che scende al 51° posto delle flotta Gold (50-42-36 di giornata).
 
Le altre azzurre nella flotta Silver, come era prevedibile si battono per i primi posti del raggruppamento: Carolina Albano (Fiamme Gialle) è prima con 1 punto di vantaggio sulla canadese Clara Gravely, grazie a tre belle manche (5-1-10), mentre Joyce Floridia (Fiamme Gialle) è quarta a 10 punti da lei con risultati simili (1-5-15). La genovese Valentina Balbi (Yacht Club Italiano) è settima sempre della flotta Silver con risultati in crescita (22-14-5) e Francesca Frazza (FV Peschiera) è al 15° Silver (17-16-8).
 
Il campionato si chiude domani con previsioni variabili e l'intenzione di correre due o tre prove. In palio il titolo iridato nell'anno olimpico, il podio e parecchie selezioni di varie nazioni per Tokyo 2020. 

 

CAROLINA ALBANO (Timoniera Laser Radial)
"Prime due prove con vento molto instabile e oscillante, per cui era molto importante capire da dove arrivavano le raffiche per agganciarle. Nella prima regata ero in testa ma ho fatto un errore che mi è costato quattro barche chiudendo quinta. Invece la seconda l'ho vinta, riuscendo a prendere prima delle altre le pressioni distanziandosi dalla flotta. Nella terza invece ho interpretato un po' male il campo. Giornata difficile perchè qua il vento è sempre forte, campo complicato, serve sempre essere concentrati su ogni raffica."
 
JOYCE FLORIDIA (Timoniera Laser Radial)
"Prima giornata in Silver, nelle prime due regate ho fatto delle buone prime boline, ho vinto la prima prova sfruttando qualche errore di chi era davanti, mentre nell'ultima ho impostato male la chiusura della prima bolina, girando molto in ritardo e riuscendo pian piano a recuperare fino alla quindicesima posizione. Sono comunque contenta della giornata, perchè anche in Silver Fleet è sempre difficile portare a casa buone prove."

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Roma-Giraglia: la notte porta “scompiglio”… e vince Globulo Rosso

Per la classifica finale si dovrà però attendere. In corso proteste presentate dal Comitato di Regata per passaggi nelle zone interdette alla navigazione

Roma per 2: meteo in forte peggioramento, regata ridotta a Lipari

Il Comitato di Regata della Roma per 2 comunica che la regata è stata ridotta e che il passaggio a Lipari verrà considerato come traguardo definitivo per determinare la classifica finale

FLASH - Roma-Giraglia, Line Honours per Globulo Rosso

L’Este 31 di Alessandro Burzi ha tagliato il traguardo alle 10:46:13

Garmin Roma per 2: Libertine riconquista la Coppa dell'Ammiraglio - Roma/Giraglia: magico Globulo Rosso

Alla Roma per 2 Line Honours e Coppa dell'Ammiraglio a Libertine. La Coppa Don Carlo a Dream Away. Alla Giraglia Globulo Rosso vince in IRC e ORC. Il GiragliOne va a Oscar Campagnola

RAN630: è stata una splendida cavalcata

La RAN630 si conferma una regata in piena forma. In formato “Covid edition” ha tenuto e scommesso sulla sua riuscita, seguendo l’andamento della delicata situazione emergenziale.

Roma per 2: match race verso Lipari tra Libertine e Nuova. Roma-Giraglia a 60 miglia da Riva guida Palinuro

Un lungo match race tra Libertine e Nuova sta caratterizzando l'avvicinamento a Lipari. Loli Fast passa per prima la Giraglia ma poi cede il passo a Palinuro e Guardamago

Young Azzurra, che esordio nella Persico 69F Cup!!!

Sotto lo sguardo vigile di un entusiasta Commodoro Michael Illbruck, l’equipaggio armato dallo YCCS vince e convince, con un esordio a cento all’ora con 4 prove su 8 vinte

Roma-Giraglia, Palinuro in testa tra i temporali. Alla Roma X2 c'è Nuova al comando

Alla Roma Giraglia ritirate Excalibur e Costellation. Un ferito sbarcato a Porto Santo Stefano. Palinuro guida la flotta. Alla "Roma" una rete irregolare frena Uma Fast. In testa c'è Nuova, ma i campioni in carica di Libertine sono nella loro scia

Vittorio d’Albertas vince l’85° Campionato Italiano Dinghy 12’

Numeri record con 74 partecipanti all’85° Campionato Italiano Dinghy 12’ organizzato Yacht Club Como

J/70 Cup, il Peler conduce le prime quattro regate della serie: Notaro al top del ranking

Dopo il no race imposto ieri dal maltempo, prende il via a Malcesine la seconda tappa della J/70 Cup, circuito organizzato da J/70 Italian Class e che per l’occasione ha richiamato sulla linea di partenza gardesana oltre trenta equipaggi da sette Nazioni

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci