sabato, 15 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    mini 6.50    youth america's cup    cambusa    circoli velici    rs feva    persico 69f    trasporto marittimo    fiv    porti   

YACHT CLUB COSTA SMERALDA

A Porto Cervo è il momento dei Maxi

porto cervo 232 il momento dei maxi
Roberto Imbastaro

L'edizione numero 30 della Maxi Yacht Rolex Cup è ufficialmente iniziata con il consueto skipper briefing seguito dal primo degli eventi sociali: il Welcome cocktail sulla terrazza dello YCCS. 

Organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association, la manifestazione vede radunati sulle banchine di Porto Cervo ben 53 maxi yacht di lunghezze variabili tra i 18,30 e i 42 metri, provenienti da 17 nazioni. Sei yacht sono presenti per partecipare agli eventi sociali, tra cui la cena Rolex per gli armatori il 6 settembre e il crew party organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda per la sera del 5 settembre.

La prima edizione si svolse nel 1980, quando lo YCCS e l'ICAYA, l'associazione degli armatori dei Maxi yacht oggi divenuta l'International Maxi Association (IMA), diedero vita a una regata dedicata a questo particolare ed esclusivo genere di imbarcazioni. Inizialmente con cadenza biennale, a partire dal 2000 l'evento è diventato annuale. Così come si sono evolute nel tempo le linee degli scafi, anche la regata è giunta fino a questa 30^ edizione evolvendosi con la suddivisione in 8 differenti categorie, per raggruppare al meglio il maggior numero di yacht partecipanti. Si va dalle barche concepite esclusivamente per le regate ad altre maggiormente orientate alla crociera, che non disdegnano di competere in questo evento unico nel suo genere. 

Il programma della 30^ edizione prevede 5 giorni di regate sui celeberrimi percorsi costieri tra le isole dell'Arcipelago di La Maddalena per cui le regate dello Yacht Club Costa Smeralda sono famose a livello internazionale. Per alcune classi sono inoltre previste prove più tecniche su percorsi a bastone, mentre per tutti la giornata di giovedì 5 settembre sarà di riposo oppure verrà utilizzata per l'eventuale recupero di prove non svolte.

Sono molti i concorrenti che tradizionalmente ritornano anno dopo anno a Porto Cervo, tra essi troviamo quattro dei vincitori del 2018: il J Class Topaz, il Wally Lyra, il Mini Maxi Racer SuperNikka e il Mini Maxi Cruiser H2O, tutti pronti a difendere la leadership di categoria conquistata lo scorso anno. Altrettanto interessante è notare come ogni anno si aggiungano le new entry, desiderose di regatare in Costa Smeralda e confrontarsi con altri yacht in una manifestazione interamente dedicata ai maxi. Tra i nuovi concorrenti troviamo Way of Life (ex Z86 Morning Glory) guidato dal finnista olimpico sloveno Gasper Vincec mentre dalla Lituania arriva il Volvo Open 65 Ambersail 2 (ex SCA). In classe Cruiser/Racer debutta in regata Essentia, il primo esemplare di Grand Soleil 80 dell'armatore rumeno Catalin Trandafir. Il nuovo Southern Wind RP90 All Smoke di Gunther Herz è alla sua prima Maxi Yacht Rolex Cup, dopo la partecipazione a giugno alla Loro Piana Superyacht Regatta. Una delle caratteristiche di questo evento dedicato ai maxi è la presenza in equipaggio di ottimi velisti amatoriali assieme a nomi importanti dello yacht racing, velisti con esperienze di America's Cup, Ocean Race e olimpiadi. Tra i tanti nomi presenti a Porto Cervo troviamo: Ed Baird e Warwick Fleury su Cannonball, Terry Hutchinson e Mike Sanderson su Bella Mente, Kelvin Harrap, Murray Jones e Simon Fisher su Galateia, Mitch Booth su Leopard 3, Hamish Pepper e Pedro Mas su Lyra, Brad Butterworth e Jules Salter su Rambler, Kyle Langford su Sorcha, Bouwe Bekking su Vera, Mauro Pelaschier su Viriella solo per citarne alcuni.

Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS: "Trenta edizioni sono un giro di boa significativo, ho visto crescere questa regata fin dalla sua prima edizione del 1980, come concorrente prima e nel mio ruolo di Commodoro successivamente. 53 yacht radunati a Porto Cervo per la Maxi Yacht Rolex Cup sono un risultato che parla da solo, per il quale desidero ringraziare sia gli armatori che il nostro partner Rolex, senza la cui collaborazione questa manifestazione non avrebbe raggiunto il prestigio di oggi. Assieme a loro stiamo guardando al futuro, con nuove idee che vorremmo sviluppare per renderla sempre più attrattiva".

 

Domani, 2 settembre, alle 9.30 Quantum Sails terrà il quotidiano Weather Briefing mentre le regate inizieranno con segnale di avviso alle ore 12 locali e previsioni meteo di vento da Ponente a 12 nodi in aumento sino a 18 nodi. Per la classe Mini Maxi Racer 1 sono previste due prove a bastone, mentre tutte le altre classi saranno impegnate in una regata costiera tra le isole dell'Arcipelago di La Maddalena.

PH: C. Borlenghi

 


01/09/2019 23:43:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

MINI 6.50: Mengucci e Caparrotti raccontano la 1a tappa della SAS 6.50

Les Sables - Les Açores en Baie de Morlaix - Intervista a Domenico Caparrotti e a Giovanni Mengucci che ci raccontano il loro impatto con la corsa

Garda: due sole prove per la Persico 69F Revolution

A comandare oggi sulla sponda bresciana del Lago di Garda è stato il vento: le condizioni meteo, infatti, hanno rallentato il programma della Persico 69F Revolution.

Mini 6.50, Les Sables d'Olonne: partita la 2a tappa verso Roscoff

Domenico Caparrotti: "Per me è come stare all'Università"

La vela si ferma per la scomparsa di Carlo Rolandi, presidente onorario FIV

Carlo Rolandi è stato la storia stessa di quasi un secolo di Vela sportiva italiana. Nove Olimpiadi, Otto anni Presidente FIV, protagonista in Italia e nel mondo

Optimist: sul Garda vento leggero per la "Ora Cup Ora"

Domenica la conclusione; al comando tra i più piccoli Mattia Benamati (nella foto) e tra gli juniores il romano Alessandro Cirenei. Gaia Zinali passa in testa tra le femmine

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci