martedí, 26 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cultura    press    the ocean race europe    vendée globe    giancarlo pedote    cambusa    vendee globe    laser    america's cup    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente   

MELGES 32

Melges 32 World League: la prima giornata del 2020 è un gioco di equilibri

melges 32 world league la prima giornata del 2020 232 un gioco di equilibri
redazione

Secondo weekend italiano di regate e stavolta i protagonisti sono gli equipaggi della Classe Melges 32 che, da ieri fino a sabato, sono impegnati nella prima frazione delle Melges World League 2020 a Malcesine.

Sul campo di regate gardesano ieri si sono completate tre prove, tutte con Ora da Sud di intensità tra i 10 e i 14/15 nodi. A dettare il ritmo della prima giornata è G-Spot di Giangiacomo Serena di Lapigio, volto storico della Classe Melges 32, che subito mette il sigillo sulle prime due regate della giornata e sfiora la vittoria anche nella terza prova, salvo poi scivolare in quinta posizione a pochi metri dalla linea d’arrivo a causa di una penalità. 

A combattere con G-Spot, nelle prime file della flotta, i Campioni del Mondo in carica a bordo di La Pericolosa di Christian Schwoerer (oggi 2-3-2), al termine della giornata secondi a pari punti con la barca dell’armatore Monegasco, e i vincitori delle Melges World League 2020 su Caipirinha di Martin Reintjes (5-2-1), terzi con un solo punto di ritardo. 

Il giovanissimo equipaggio di Homanit (3-7-6), che inizia a vantare diversi anni di esperienza nella Classe Melges 32, guida la classifica Corinthian di fronte alla Svizzera Skadi (8-6-9).

Inizia a prendere le misure con la flotta anche la new entry ungherese Farfallina (9-UFD-7) e si prepara ad affrontare i nuovi equipaggi nelle prossime frazioni delle Melges World League. 

Le regate riprenderanno oggi venerdì 10 luglio, quando il Comitato di Regata presieduto da Gabriella Gabrielli darà il primo segnale di avviso alle 13.00.

ph. Max Ranchi

 


10/07/2020 10:07:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

L'Europeo Laser Masters 2021 entra nel calendario del Circolo Vela Gargnano

In gara ci saranno gli Over 35 di tutto il Vecchio continente con un bel gruppo di ex velisti olimpici, con ancora tanta voglia di gareggiare con questo singolo, nella versione Radial anche categoria Femminile

Vendée Globe: un vincitore c'è già ed è Jean le Cam

Jean Le Cam e Damien Seguin sono i primi tra i no-foil ed entrambi autori di una corsa eccezionele - Video dei piccoli fan di Jean le Cam

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Volando sull'acqua da Ventimiglia a Montecarlo

Varato Monaco One, il catamarano di Monaco Ports per lo shuttle service con Cala del Forte – Ventimiglia.

Vendée Globe: una poltrona per tre

Mancano solo cinque giorni, o meno di 2000 miglia, al termine della nona edizione del Vendée Globe e per i primi skipper il finale è ancora aperto

Itama, grandi emozioni

Contatto diretto con il mare, look mediterraneo e nuove motorizzazioni rafforzano il rinnovamento della gamma Itama

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci