lunedí, 6 luglio 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

crociere    porti    regate    finn    smeralda 888    melges 20    vendée artique    circoli velici    altura    guardia costiera    trasporti    fincantieri    garda    cambusa    roma x due   

SCUOLA VELA

La Scuola Vela Tito Nordio dello Yacht Club Hannibal di Monfalcone compie cinquant’anni

la scuola vela tito nordio dello yacht club hannibal di monfalcone compie cinquant 8217 anni
redazione

C’è un posto magico a Monfalcone, in un bacino naturale chiuso e riparato fruibile in qualsiasi condizione meteo-marina, dove il tempo si ferma, la frenesia lascia il posto al ritmo della natura ed è possibile vivere esperienze di vela, mare e crescita unici.

Questo posto è la Scuola Vela Tito Nordio dello Yacht Club Hannibal, la prima Scuola Vela riconosciuta dalla Federazione Italiana Velaormai cinquant’anni fa, che ha formato e continua a formare intere generazioni di velisti, italiani e stranieri.

 

Dove fino agli anni ’60 c’era solo un acquitrino ricoperto di canneti, il talento e la lungimiranza di Sergio Sorrentino, campione del mondo nel '58 in Svezia, europeo nel '53, nel '56 e nel ‘64, tre volte azzurro alle Olimpiadi, immaginò la prima scuola vela stanziale, che volle dedicare al suo maestro di vela, il velista triestino Tito Nordio prematuramente scomparso.

 

La Scuola Vela Tito Nordio, che da allora occupa un’area di circa 6.000 mq tra capannoni di rimessaggio, aule didattiche, uffici e alloggi (12 bungalow da 6 posti letto) è organizzata con il sistema del “college inglese” in cui allievi ed istruttori condividono spazi e attività. E’ un ambiente sicuro e protetto, dove ragazzi provenienti da tutto il mondo possono conoscersi grazie alla passione per la vela e il mare.

La giornata tipo inizia con la sveglia collettiva, la colazione nella sala mensa e poi l’alzabandiera. Quindi le uscite in mare su vari tipi di imbarcazione, giochi e nel pomeriggio momenti di svago e possibilità di praticare sport a terra nelle strutture del Marina.

I pastivengono consumati tutti insieme al self-service, gestito con amorevole piglio dalla Signora Adriana, alla terza generazione come ristoratori della scuola.

 

Dal primo corso organizzato per la squadra olimpica FIV nel luglio 1966, oltre 10.000 bambini e ragazzi hanno imparato il gioco della vela qui, innamorandosi di uno sport che per molti è diventato professione, per tantissimi altri è rimasto un appassionante passatempo.

Moltissimi i ragazzi che sono stati allievi per diverse stagioni, tornando di anno in anno per ritrovare amici ed istruttori, alcuni diventando parte dello staff a loro volta una volta cresciuti.

Ha mosso i primi passi in barca a vela qui Giovanni Soldini, sono stati prima allievi e poi istruttori Andrea Caracci, Silvia Sicouri, Gabriele Olivo tra gli altri.

Il primo istruttore è stato Sergio Sorrentino, che ha subito impostato la Scuola Vela Tito Nordio con il carattere ludico-agonistico che ancora la contraddistingue: un programma didattico che previlegia la pratica della vela, le lezioni teoriche verificate fin dal primo giorno per tutti esperti o neofiti, in mare, anche a prezzo di qualche scuffia.

A tutti gli allievi, a seconda dell’età e delle caratteristiche fisiche viene data la possibilità di provare diverse imbarcazioni: dall’Optimist (che è bene ricordarlo, è stato introdotto in Italia proprio da questa scuola!), al Laser, Laser 2, Laser Vago, L’Equipe e anche il J24 per provare le prime sensazioni da cabinato.

 

Dario Malgarise (due campagne di Coppa America su Luna Rossa nel 2000 e 2003) è l’attuale Direttore della Scuola “Sono tornato qui dopo l’ultima campagna di Coppa America e ho ritrovato un’ambiente unico, dove i ragazzi possono fare esperienze di vela e di vita in comunitàmolto formative, divertendosi in compagnia di coetanei e praticando sport all’aperto.” dice “Non è un caso che gli allievi tornino per diverse stagioni, trovarsi in mare, su una barca, è un’esperienza che difficilmente un bambino dimentica. La Tito Nordio è una scuola internazionale, i ragazzi sono seguiti costantemente da uno staff qualificato che riesce a trasmettere, oltre alla passione per la vela, anche il rispetto per il mare e l’ambiente, facendoli divertire prima di tutto.”

La Scuola non ha mai smesso di rinnovarsi e per festeggiare il cinquantesimo anno di attività ha messo in campo due importanti novità: i corsi altura ragazzi e per la prima volta, anche i corsi adulti.

I classici corsi di vela per bambini e ragazzi dagli 8 ai 18 anni si svolgeranno su base settimanale, da sabato a sabato, a partire dall’11 giugno fino al 23 luglio.

I corsialtura ragazzi invece, si svolgeranno l’ultima settimana di luglio e la prima di agosto. Questi corsi sono aperti a ragazzi tra i 16 e i 18 anni, anche alla prima esperienza, per un numero massimo di sei allievi, che avranno la possibilità di imbarcarsi su un cabinato cruiser di trenta piedi e navigare tra le splendide isole della costa istriana, per apprendere in sicurezza tutti i segreti dell’arte marinaresca.

 

I corsi adulti, grande novità della stagione 2016, sono già iniziati con le prime uscite di aprile e il trend di prenotazioni è molto positivo.

Per venire incontro alle esigenze di tempo degli adulti, si potrà scegliere tra la formula week end, dal venerdì alla domenica con possibilità di pernottare nei bungalow della scuola, o quella settimanale da lunedì a domenica, da fare magari per concedersi una vacanza attiva.

I corsisono indirizzati sia ai neofiti, sia a quanti vogliono progredire nell’abilità marinaresca e perché no, in quella agonistica.

Si parte dal corso base su imbarcazioni J24 per poi arrivare fino ai corsi avanzati regata su un Solaris One di 48 piedi.

Per gliamanti della navigazione c’è anche il corso d’altura itinerante con meta le splendide coste della Dalmazia, per provare sia la navigazione diurna che notturna.

Per tutti poi, stage di uno o due giorni di approfondimento su temi di interesse come ormeggi e navigazione con lo spinnaker o gennaker e la possibilità di partecipare ad una regata del Circuito Velico Monfalconese, a bordo di un’imbarcazione da regata del Team Altura Yacht Club Hannibal con un tutor.

 


15/04/2016 17:45:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vela Day 2020, Argentario Sailing Academy over the top!

Il Vela Day è sempre un appuntamento fondamentale per l’avvio della stagione dell’attività della scuola vela estiva. L’Argentario Sailing Academy risponde “presente” e porta a casa tre magnifici giorni di sport in mare

Partita la Vendée-Artique: in testa è già bagarre

I commenti di Giancarlo Pedote prima della partenza

Al Circolo Velico Ravennate si riparte dai raduni federali Optimist e 29er

Carlo Mazzini, consigliere del Circolo Velico Ravennate:"Siamo molto contenti di ospitare questo doppio raduno e di poter contare sulle capacità di coach navigati"

Riva di Traiano: la grande altura riparte a fine settembre con una regata "doppia"

Partiranno insieme il 20 settembre 2020 la Garmin Marine Roma per 2 e la Roma-Giraglia

Confindustria Nautica: si è svolta a Genova l'assemblea generale dei soci

Ampliati gli organi direttivi e la base sociale. Prosegue la progettazione del 60° Salone Nautico a Genova dal 1° al 6 ottobre

La Maxi Yacht Rolex Cup e la Rolex Swan Cup sono confermate

Lo YC Costa Smeralda d'accordo con il cantiere Nautor's Swan, l'Associazione Internazionale dei Maxi e con l'approvazione del partner istituzionale Rolex, conferma lo svolgimento delle regate di settembre, la Maxi Yacht Rolex Cup e Rolex Swan Cup

90 anni di Galeotto, 70 anni di Centomiglia, le leggende del Garda continuano

Come anteprima sullo scenario lacustre, gare e test del Persico69F volante. Poi il 5-6 settembre la Regata a tutto Lago. Appuntamento dal 18 luglio tra Bogliaco e il porticciolo di Tignale

Guardia Costiera: 30 anni di "Mare Sicuro"

Con l'arrivo delle vacanze estive torna anche "Mare Sicuro", l'operazione della Guardia costiera che fino al 13 settembre impegnerà circa 3.000 uomini e donne, 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei a tutela di bagnanti e diportisti

Il ritorno di Cantieri Navali Leopard

Al timone, una squadra di imprenditori italiani di grande esperienza. L’obiettivo è coniugare l’eredità di un marchio storico, già leader nel panorama nautico, con la visione e l‘entusiasmo della nuova proprietà

Cambusa: triglia con patate, lattuga romana e ravanelli

Domenico Iavarone chef una stella Michelin del José Restaurant di Torre del Greco propone un piatto in cui la sapidità marina del pesce viene sposata con prodotti poveri della terra impreziositi da maionese di zafferano e spuma di pepe bianco

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci