lunedí, 10 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    trasporto marittimo    mini 6.50    fiv    porti    benetti    press    persico 69f    salone nautico di genova    altura    laser    rs feva   

GC32

I GC32 tornano sul Garda

gc32 tornano sul garda
redazione

Il GC32 Racing Tour riprende il suo cammino domani in una delle località più amate al mondo dai velisti, specialmente delle classi veloci e foiling: Riva del Garda, dove i catamarani volanti si sfideranno da giovedì fino a domenica. 

Le regate della GC32 Riva Cup, organizzate con il supporto della Fraglia Vela Riva, vedranno la partecipazione di sette team e ci si aspetta battaglia, soprattutto per le posizioni di vertice dove continuerà il duello fra Oman Air dello skipper Adam Minoprio-e Alinghi di Ernesto Bertarelli, per l’occasione timonato dall’asso svizzero Arnaud Psarofaghis.

Se è ormai praticamente certo che sarà uno di questi due team a conquistare il titolo di campione del GC32 Racing Tour 2019 nel gran finale di Mascate, in Oman, la lotta per il terzo gradino del podio è ancora apertissima. Attualmente la piazza è occupata dai due volte medaglia d’oro olimpica austriaci Roman Hagara e Hans-Peter Steinacher su Red Bull Sailing Team.

“Conosciamo il Lago di Garda per avervi corso molto nelle classi olimpiche.” Ha dichiarato Hagara, che ha regatato a Riva anche con il GC32, ma con un equipaggio differente e spera nella famosa combinazione di vento e acqua piatta tipica del Garda. “A Palma abbiamo visto che con vento teso andiamo bene, quindi speriamo che ci sia tanta aria.” Un’ottima opportunità anche per i molti ospiti del suo sponsor Red Bull, che ha sede nella vicina Austria, che potranno approfittare dei programmi di ospitalità del GC32 Racing Tour.

Il team Argo, dello statunitense Jason Carroll, ritorna al GC32 Racing Tour dopo aver perso la Copa del Rey MAPFRE, per partecipare e vincere la Transpac da Los Angeles alle Hawaii. Carroll si dice felice di ritornare a regatare nelle acque dell’alto Lago di Garda, con il loro scenario mozzafiato.“Riva è una costante nel calendario della classe. Ogni anno ci torniamo, e ogni volta è un evento magnifico. Il luogo è bellissimo ed è quasi certo avere 10/15 nodi di vento, con acqua piatta, delle condizioni ideali.”

Per l’evento gardesano Argo dovrà fare a meno di Nick Hutton, impegnato in Coppa America, che sarà sostituito dall’esperto di multiscafi francese Hervé Cunningham. Contando anche il tattico Seb Col, ora il team di Argo è composto per due quinti da francesi.

Cambio di equipaggio anche a bordo di Black Star Sailing Team dello svizzero Christian Zuerrer a cui si aggiungerà il campione di match-racing neozelandese Will Tiller, oltre all’australiano Keith Swinton che ha timonato la barca svizzera lo scorso mese a Palma di Maiorca. 

Black Star Sailing Team ha debuttato nel GC32 Racing Tour quest’anno ma sta guadagnando fiducia sulle manovre e sulle regolazioni. Zuerrer si è detto impressionato da Riva del Garda: “E’ un posto incredibile, la scorsa settimana faceva freddo e pioveva, ma le condizioni di vento erano comunque buone. Speriamo di avere condizioni ideali e di regatare bene, lottando contro i team più forti come abbiamo fatto a Lagos.”

Zoulou di Erik Maris, un team sempre molto continuo, guida la classifica provvisoria degli owner-driver del GC32 Racing Tour 2019 ai danni di Argo. “Riva del Garda è uno dei miei campi di regata preferiti.” Ha spiegato il randista Thierry Fouchier. “Le persone del posto sono molto accoglienti e c’è molto spazio. Sanno come organizzare degli eventi velici e le condizioni meteo sono sempre buone, con un bel vento il pomeriggio. Poi con queste montagne, il panorama è incredibile. Gran posto.”

Il Garda è stato protagonista di alcuni record di velocità fatti registrare dai GC32, intorno ai 40 nodi. Per ora non è successo di nuovo ma Fouchier è ottimista. “Con 18 nodi d’aria potremmo farne 35 di velocità.”

Inoltre Zoulou tiene nel mirino Red Bull peer la conquista del terzo gradino del podio del GC32 Racing Tour 2019. “Non è certo un segreto, bisogna fare delle belle partenze, navigare veloci e fare meno errori degli altri.” Dice Fouchier. 

 


11/09/2019 17:49:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 6.50, Les Sables: Cuciuc e Mengucci nel gruppo di testa

Al momento hanno iniziato bene questa prima tappa della Les Sables –Les Açores i due romani Federico Cuciuc e Giovanni Mengucci, rispettivamente quinti nei Proto e nei Serie

Mini 6.50, partita la Les Sables - Les Açores

Al via quattro italiani: Federico Cuciuc, Luca Del Zozzo, Domenico Caparrotti e Giovanni Mengucci

E’ nato il Campionato Offshore Alto Adriatico 2020

Tre circoli, quattro regate, un nuovo Campionato. In un periodo complicato la voglia di vela ha unito il Circolo Velico Riminese, il Circolo Nautico Santa Margherita e lo Yacht Club Adriaco per un programma dal sapore tutto Adriatico

Tre settimane all'Italiano d'Altura di Gaeta

YC Gaeta e Base Nautica Flavio Gioia con grande determinazione hanno affrontato le problematiche legate all’emergenza Covid 19 per onorare gli accordi presi con la FIV e con l’UVAI

RS Feva/RS 500: sul Garda vincono i ragazzi del Savio-Ravenna e del lago di Viverone

Tre giornate di sfide, qualche problema (superato) con le bizzarrie del tempo, alla fine sette prove corse con arie medio leggere, anche se non è mancata qualche raffica del mitico "Pelèr" gardesano

Mini 6.50: Tanguy Bouroullec vince la prima tappa a Les Sables d'Olonne

Il migliore degli italiani è stato Federico Cuciuc, che solo in un finale al rallentatore ha perso posizioni finendo 7° tra i Proto e 15°assoluto. Giovanni Mengucci ha tagliato il traguardo al 25° posto (18° tra i Serie)

Ferretti Group sempre più leader in Asia Pacific

Nonostante l'emergenza COVID-19, il Gruppo ha registrato il maggior numero di ordini dal suo debutto sul fronte Asia Pacific nel 2012, consolidando la propria posizione al vertice del mercato nautico della regione

La Fraglia Vela Riva vince l'Italiano a squadre Optimist

La prestazione della squadra benacense, nelle acque di Follinica, è stata impeccabile, con una scia ininterrotta di successi nel Round Robin e poi 2 vittorie secche per 2-0, in semifinale con il CV Muggia, e poi in finale con il Tognazzi Marine Village

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Benetti: ecco il Giga Yacht “Luminosity”, un ibrido di 107 metri

Ma questo Giga yacht non è solo eleganza e design: a bordo si ritrova tutta l’esperienza e il know-how costruttivo di Benetti. “Luminosity”, il più grande ibrido mai costruito ad oggi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci