lunedí, 26 settembre 2022

EMIRATES TEAM NEW ZEALAND

ETNZ: sfida al record di velocità terrestre a vela

etnz sfida al record di velocit 224 terrestre vela
redazione

Alcuni sogni d'infanzia possono diventare realtà, altri rimangono solo sogni. Per un bambino di 10 anni cresciuto a Bendigo, in Australia, il sogno d'infanzia era di andare più veloce di chiunque altro, alimentato dal vento. La velocità è sempre stata al centro dell'esistenza di Glenn Ashby, su qualsiasi mezzo, marino o terrestre. La ricerca della velocità gli ha fatto vincere 3 America's Cup, una medaglia d'argento olimpica e 17 campionati mondiali in 4 diverse classi.  

Dopo la vittoria della 36a America's Cup nel 2021, le stelle si sono allineate sia per Ashby sia per Emirates Team New Zealand, di cui è stato parte integrante per oltre 10 anni, unendo la sua ambizione di sempre con la profondità del design, la tecnologia e l'innovazione di Emirates Team New Zealand. Il tutto sfruttando la finestra di opportunità che esisteva con la solita pausa nelle attività di AC durante la transizione dalla 36esima alla 37esima America's Cup.

 

Emirates Team New Zealand ha sempre commissionato contratti esterni per mantenere il team di progettazione lucido e impegnato durante questi periodi. Così, quando è emerso il progetto, finanziato in modo indipendente, di tentare di battere il record mondiale di velocità a terra alimentato dal vento, non è stato difficile trovare progettisti, ingegneri e personale di terra disposti a mettere alla prova il loro talento per passare dall'essere i più veloci sull'acqua dell'America's Cup all'essere i più veloci a terra di sempre. 

Il tentativo di record di velocità è stato un punto comune di discussione per un certo numero di anni tra Ashby e il CEO di ETNZ Grant Dalton, che ha avuto egli stesso un interesse di lunga data per questo  tipo di record.  

 

"Il record di velocità terrestre alimentato dal vento è qualcosa che mi ha sempre interessato, quindi quando ho portato una sfida di progettazione come questa in ETNZ sapevo che sarebbe stato utile su diversi fronti per mantenere i tecnici e gli “innovatori” dell'organizzazione impegnati durante un periodo di inattività con nuovi, complessi problemi tecnici da risolvere con un progetto fresco", ha detto Dalton. 

 

Glenn Ashby è stato pressante come non mai, soprattutto via Zoom , non potendo rientrare in Nuova Zelanda negli ultimi 10 mesi. 

"Non ho mai passato così tanto tempo al computer come in quest'ultimo anno", ha spiegato Ashby. "Fondamentalmente, dal momento in cui Dalts ha detto 'diamo un'occhiata' dopo la fine di AC36, siamo stati tutti in movimento. Il primo lavoro è stato uno studio di fattibilità approfondito di due settimane per garantire una comprensione globale sufficiente che questo fosse qualcosa che poteva essere fatto in modo positivo per ETNZ e non avrebbe avuto un impatto sul team e i suoi obiettivi di America's Cup finanziariamente o in termini di risorse".

 

Da allora, il gruppo di Guillaume Verdier, Romaric Neyhousser, Benjamin Muyul, Jeremy Palmer, Romain Gard, Tim Meldrum, Sean Regan, Adrian Robb, Jarrod Hammond e Dave French hanno lavorato attraverso le nuove sfide progettuali e ingegneristiche interamente focalizzate a battere l'attuale record mondiale di velocità terrestre alimentato dal vento di 202.9km/h (126.1m/h), stabilito nel 2009 da Richard Jenkins su Greenbird.

 

Ashby ha reso omaggio a Richard Jenkins di cui sta cercando di conquistare il record. "Facendo la nostra ricerca e scavando sempre più a fondo nella complessità delle sfide di progettazione, è diventato molto evidente che Richard ha davvero fatto un lavoro incredibile con il suo progetto di record mondiale", ha detto Ashby.

 

"Come team abbiamo esplorato alcune idee concettuali piuttosto creative e innovative nella ricerca di una maggiore velocità, tuttavia alla fine i nostri principi di progettazione e prestazioni si sono evoluti in un concetto ragionevolmente simile nel layout di base al detentore del record esistente, il che ci ha davvero sottolineato quale enorme sfida sarà".


19/02/2022 21:01:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

ASD Liberi nel Vento: fantastica giornata di vela per il Trofeo Sollini

Sole e venti deboli da sud-ovest hanno fatto da cornice ad un'altra splendida giornata organizzata dalla Liberi nel Vento

Inaugurato il 62° Salone Nautico Internazionale di Genova

Si è aperto ufficialmente oggi 22 settembre il 62° Salone Nautico Internazionale di Genova, organizzato da Confindustria Nautica, salutato da una importantissima rappresentanza di autorità del Governo, del Parlamento e dei territori

Salone Nautico: presentati gli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Si è svolta oggi presso la Sala stampa del 62°Salone Nautico Internazionale di Genova la presentazione degli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Mondiale Melges: Brontolo (20) e Pippa (32) i leader prima dell'ultima giornata

Solo una prova separa i leader delle rispettive flotte Melges 20 e Melges 32 dal titolo di Campione del Mondo ma i verdetti sono ancora tutti da scrivere con una sola prova ancora da disputare domani

Genova: parte domani 22/9 il 62° Salone Nautico Internazionale

Il convegno inaugurale "Industria Nautica: crescere in Italia, conquistare il mondo" traccia la rotta dell'eccellenza

Cambusa: Ricetta (stellata) del Risotto “Fra Boullabaisse e una zuppa di cozze”

Il risotto stellato dello chef Paolo Barrale: la ricetta che sposa sapori e profumi di Provenza e Campania

Dai Team - SELENE ALIFAX ottima chiusura di stagione nelle acque di Porto Cervo

Lo Swan 42 di Massimo De Campo chiude secondo alla prestigiosa Rolex Swan Cup e si laurea vice-campione nel circuito The Nations League

Le vele d’epoca tornano in Versilia per il XVII Raduno Vele Storiche Viareggio

Sono oltre 40 le imbarcazioni d’epoca e storiche già iscritte al XVII Raduno Vele Storiche Viareggio, organizzato dal 13 al 16 ottobre 2022 dall’omonima associazione e dal Club Nautico Versilia

Puntaldia, Mondiale Melges: i campioni sono Brontolo (20) e Pippa (32)

Il norvegese Lasse Petterson con Gabriele Benussi alla tattica nella classe Melges 32 e l’italiano Brontolo di Filippo Pacinotti (affiancato dallo statunitense Taylor Canfield) nella classe Melges 20 sono i nuovi Campioni del Mondo 2022

Norwegian Cruise presenta "The Great Cruise Cookoff", l'appassionante sfida culinaria in mare

Nel prossimo episodio di "EMBARK with NCL" gli chef NCL si sfidano per avere la possibilità di presentare il loro piatto a bordo della Norwegian Prima, la nuova e innovativa nave di NCL.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci