sabato, 28 maggio 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

52 super series    regate    ilca7    j24    ambiente    cnrt    the ocean race    cnsm    campionati invernali    rounditaly    fiv   

EMIRATES TEAM NEW ZEALAND

ETNZ: sfida al record di velocità terrestre a vela

etnz sfida al record di velocit 224 terrestre vela
redazione

Alcuni sogni d'infanzia possono diventare realtà, altri rimangono solo sogni. Per un bambino di 10 anni cresciuto a Bendigo, in Australia, il sogno d'infanzia era di andare più veloce di chiunque altro, alimentato dal vento. La velocità è sempre stata al centro dell'esistenza di Glenn Ashby, su qualsiasi mezzo, marino o terrestre. La ricerca della velocità gli ha fatto vincere 3 America's Cup, una medaglia d'argento olimpica e 17 campionati mondiali in 4 diverse classi.  

Dopo la vittoria della 36a America's Cup nel 2021, le stelle si sono allineate sia per Ashby sia per Emirates Team New Zealand, di cui è stato parte integrante per oltre 10 anni, unendo la sua ambizione di sempre con la profondità del design, la tecnologia e l'innovazione di Emirates Team New Zealand. Il tutto sfruttando la finestra di opportunità che esisteva con la solita pausa nelle attività di AC durante la transizione dalla 36esima alla 37esima America's Cup.

 

Emirates Team New Zealand ha sempre commissionato contratti esterni per mantenere il team di progettazione lucido e impegnato durante questi periodi. Così, quando è emerso il progetto, finanziato in modo indipendente, di tentare di battere il record mondiale di velocità a terra alimentato dal vento, non è stato difficile trovare progettisti, ingegneri e personale di terra disposti a mettere alla prova il loro talento per passare dall'essere i più veloci sull'acqua dell'America's Cup all'essere i più veloci a terra di sempre. 

Il tentativo di record di velocità è stato un punto comune di discussione per un certo numero di anni tra Ashby e il CEO di ETNZ Grant Dalton, che ha avuto egli stesso un interesse di lunga data per questo  tipo di record.  

 

"Il record di velocità terrestre alimentato dal vento è qualcosa che mi ha sempre interessato, quindi quando ho portato una sfida di progettazione come questa in ETNZ sapevo che sarebbe stato utile su diversi fronti per mantenere i tecnici e gli “innovatori” dell'organizzazione impegnati durante un periodo di inattività con nuovi, complessi problemi tecnici da risolvere con un progetto fresco", ha detto Dalton. 

 

Glenn Ashby è stato pressante come non mai, soprattutto via Zoom , non potendo rientrare in Nuova Zelanda negli ultimi 10 mesi. 

"Non ho mai passato così tanto tempo al computer come in quest'ultimo anno", ha spiegato Ashby. "Fondamentalmente, dal momento in cui Dalts ha detto 'diamo un'occhiata' dopo la fine di AC36, siamo stati tutti in movimento. Il primo lavoro è stato uno studio di fattibilità approfondito di due settimane per garantire una comprensione globale sufficiente che questo fosse qualcosa che poteva essere fatto in modo positivo per ETNZ e non avrebbe avuto un impatto sul team e i suoi obiettivi di America's Cup finanziariamente o in termini di risorse".

 

Da allora, il gruppo di Guillaume Verdier, Romaric Neyhousser, Benjamin Muyul, Jeremy Palmer, Romain Gard, Tim Meldrum, Sean Regan, Adrian Robb, Jarrod Hammond e Dave French hanno lavorato attraverso le nuove sfide progettuali e ingegneristiche interamente focalizzate a battere l'attuale record mondiale di velocità terrestre alimentato dal vento di 202.9km/h (126.1m/h), stabilito nel 2009 da Richard Jenkins su Greenbird.

 

Ashby ha reso omaggio a Richard Jenkins di cui sta cercando di conquistare il record. "Facendo la nostra ricerca e scavando sempre più a fondo nella complessità delle sfide di progettazione, è diventato molto evidente che Richard ha davvero fatto un lavoro incredibile con il suo progetto di record mondiale", ha detto Ashby.

 

"Come team abbiamo esplorato alcune idee concettuali piuttosto creative e innovative nella ricerca di una maggiore velocità, tuttavia alla fine i nostri principi di progettazione e prestazioni si sono evoluti in un concetto ragionevolmente simile nel layout di base al detentore del record esistente, il che ci ha davvero sottolineato quale enorme sfida sarà".


19/02/2022 21:01:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Trofeo SIAD Bombola d’Oro 2022: l’edizione numero 25 è di Francesco Rebaudi

Si chiude la venticinquesima edizione della regata dedicata ai Dinghy 12’ con la vittoria di Francesco Rebaudi che, per la terza volta, si porta a casa il prezioso trofeo

Europei iQFoil, Torbole: in Medal Race per l'Italia Marta Maggetti e Nicolò Renna

Le quattro prove di oggi delineano la classifica definitiva che purtroppo penalizza per una manciata di punti Luca di Tomassi, autore di un ottimo Campionato Europeo ma fuori dalle Madal Series

Garda: l'Italiano di Minialtura va a Ecoracer769

I primi 5 della generale Mini Altura 2022 sono Ecoracer 769 di Larcher, il Melges 24 Adriatica, l'Etchells 22 del Tigullio, Baraimbo (Fraglia Desenzano), 10 e Lode del comasco Massimo Canali, l'Ufetto 22 di Giacomo Rodolfo Giambarda

1000 Vele per Garibaldi: partenza il 28/5 con la novità dei "X2"

Dopo la rinuncia forzata alle ultime due edizioni riparte la regata del CNRT diretta in Sardegna, a La Maddalena, per regatare nell'Arcipelago durante le celebrazioni in memoria di Giuseppe Garibaldi

The Ocean Race Summit Stoccolma per la protezione dell’Antartide e dell’Oceano Meridionale

Tra i relatori la presidente dell'Istituto per l'Ambiente di Stoccolma Isabella Lövin, il presidente della CCAMLR Jakob Granit, l'esploratore Sebastian Copeland e il velista della Whitbread Round the World Race/Volvo Ocean Race Gunnar Krantz

52 Super Series: a Baiona si gioca tutto in famiglia. Phoenix e Vaiu, ma che bell’inizio

L’ABANCA 52 SUPER SERIES Baiona Sailing Week apre le danze con due belle sorprese. Phoenix della famiglia Plattner e VAYU della Whitworth family sono al vertice della classifica di questa prima tappa della 52 SUPER SERIES 2022

Fiumicino-Giannutri-Fiumicino, Libertine e Adelante sul podio

Line honor per il Comet 45S di Marco Paolucci, primo nella categoria x2. Il Next 37 di Roberto Rosa si aggiudica la vittoria "in equipaggio"

Riva di Traiano: il 12 giugno "La Veleggiata per il Pianeta" con AMI, CNRT e Granlasco

Ai partecipanti verrà consegnato un retino per la raccolta dei rifiuti in mare oltre a una T-Shirt, un cappellino e una bandiera da paterazzo di AMI Ambiente Mare Italia 

RoundItaly: la 2a edizione parte il 22 settembre

Torna la RoundItaly, la regata che unisce Genova a Trieste, il Salone Nautico e la Millevele alla Barcolana, lo Yacht Club Italiano alla Società Velica di Barcola e Grignano, un giro d’Italia tutto d’un fiato a fine settembre

Europei iQFoil 2022: Nicolò Renna argento dietro al francese Goyard

Tra le donne la spunta la francese Noesmoen, che bissa il titolo; scende al secondo posto la britannica Wilson e si conferma terza la polacca Dziarnowska. L’italiana Maggetti si ferma alla semifinale e chiude ad un comunque ottimo sesto posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci