sabato, 28 maggio 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

52 super series    regate    ilca7    j24    ambiente    cnrt    the ocean race    cnsm    campionati invernali    rounditaly    fiv   

EMIRATES TEAM NEW ZEALAND

Emirates Team New Zealand: molto positivi i test di "Chase Zero"

emirates team new zealand molto positivi test di quot chase zero quot
redazione

Emirates Team New Zealand ha testato in acqua la sua nuovissima barca appoggio ad idrogeno e con i foil progettata per il supporto in acqua nella prossima America’s Cup. Il team ha fatto funzionare Chase Zero finora per 36 ore di navigazione con oltre 1042 km (562,6 miglia nautiche) percorsi sull'acqua, con nessun inquinamento e la sola emissione di acqua pura.

 

Il coordinatore delle operazioni di Chase Zero, Nick Burridge, che ha supervisionato il programma di operazioni in acqua, si è dichiarato impressionato dalle prestazioni di Chase Zero. "Il nostro chase boat alimentato a idrogeno è una tecnologia all'avanguardia, quindi, come facciamo con le nostre barche da regata, abbiamo proceduto con cautela nel processo di messa in servizio. Ma nel dire questo, abbiamo progredito abbastanza bene e abbiamo davvero raggiunto alcune tappe fondamentali, alcune delle quali hanno davvero superato le nostre aspettative".

 

La velocità massima del Chase Zero fino ad oggi è stata registrata a 50,3 nodi (93,16km/h) nel suo nono giorno di test, che è sempre stata l'aspettativa del progetto della barca foiling.

 

Insieme al test di velocità, l'autonomia del Chase Zero con i serbatoi pieni doveva essere testata e verificata. Si è rivelata una lunga giornata per lo skipper Chris 'Curly' Salthouse. "Abbiamo riempito i serbatoi fino al 96%, perché volevamo portare Chase Zero fuori per testare la sua autonomia di crociera e l'affidabilità allo stesso tempo. Così abbiamo deciso di circumnavigare alcune isole intorno al Golfo di Hauraki, ma non ci aspettavamo di navigare così a lungo come abbiamo fatto. Alla fine abbiamo navigato per quasi 6 ore e percorso 280 km (o 151,2 miglia nautiche) a una velocità media di 28,3 nodi e avevamo ancora circa il 10% di gas nei serbatoi". 

Per fare un semplice confronto, se Emirates Team New Zealand avesse fatto lo stesso con una normale barca appoggio di 11m con due fuoribordo da 250hp, sarebbero stati bruciati 140 litri di benzina all'ora a 28 nodi, che sarebbe equivalso a 825 litri totali. Ma una normale barca appoggio veloce di 11 metri ha solo un serbatoio di 800 litri, quindi non sarebbe nemmeno riuscita a tornare indietro o ad eguagliare l'autonomia di Chase Zero senza finire la benzina.

 

Il test di autonomia ha fornito agli ingegneri dati preziosi che sono stati analizzati e ora il team può assumere con precisione che l'autonomia di Chase Zero con quattro serbatoi pieni di 8,4 kg di idrogeno è di 330 km (o 178,19 miglia nautiche) alla velocità di crociera di 28-30 nodi di velocità della barca.

 

"Come squadra siamo molto orgogliosi di Chase Zero e sappiamo che stiamo aprendo la strada verso un futuro più pulito e privo di emissioni per la navigazione a motore nell'industria marina - ha detto Sir Stephen Tindall, Emirates Team New Zealand Sustainability Ambassador e sostenitore del progetto idrogeno – e la squadra ha fatto un lavoro incredibile accelerando su questa tecnologia in un periodo di tempo molto breve, e superando anche le loro stesse alte aspettative. Quindi c'è un futuro emozionante e più pulito davanti a noi che include diversi altri potenziali progetti NZ Hydrogen Marine in considerazione in modo che la NZ potrebbe continuare a guidare il gruppo".

 

I partner sono una componente importantissima nello sviluppo di Chase Zero, come Toyota che ha fornito le unità di pre-produzione di celle a combustibile a idrogeno  con l’esperienza maturata in 20 anni di test e sviluppo o Hiringa, che sta fornendo idrogeno verde, sviluppando infrastrutture per l'idrogeno e facilitando l'uso dell'idrogeno sul mercato.

 

Global Bus ha invece progettato e installato il treno di alimentazione a celle a combustibile a idrogeno insieme agli ingegneri meccatronici di Emirates Team New Zealand e Gurit ha lavorato con il team di progettazione di Emirates Team New Zealand per progettare strutturalmente Chase Zero.


11/05/2022 08:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Trofeo SIAD Bombola d’Oro 2022: l’edizione numero 25 è di Francesco Rebaudi

Si chiude la venticinquesima edizione della regata dedicata ai Dinghy 12’ con la vittoria di Francesco Rebaudi che, per la terza volta, si porta a casa il prezioso trofeo

Europei iQFoil, Torbole: in Medal Race per l'Italia Marta Maggetti e Nicolò Renna

Le quattro prove di oggi delineano la classifica definitiva che purtroppo penalizza per una manciata di punti Luca di Tomassi, autore di un ottimo Campionato Europeo ma fuori dalle Madal Series

Garda: l'Italiano di Minialtura va a Ecoracer769

I primi 5 della generale Mini Altura 2022 sono Ecoracer 769 di Larcher, il Melges 24 Adriatica, l'Etchells 22 del Tigullio, Baraimbo (Fraglia Desenzano), 10 e Lode del comasco Massimo Canali, l'Ufetto 22 di Giacomo Rodolfo Giambarda

1000 Vele per Garibaldi: partenza il 28/5 con la novità dei "X2"

Dopo la rinuncia forzata alle ultime due edizioni riparte la regata del CNRT diretta in Sardegna, a La Maddalena, per regatare nell'Arcipelago durante le celebrazioni in memoria di Giuseppe Garibaldi

52 Super Series: a Baiona si gioca tutto in famiglia. Phoenix e Vaiu, ma che bell’inizio

L’ABANCA 52 SUPER SERIES Baiona Sailing Week apre le danze con due belle sorprese. Phoenix della famiglia Plattner e VAYU della Whitworth family sono al vertice della classifica di questa prima tappa della 52 SUPER SERIES 2022

The Ocean Race Summit Stoccolma per la protezione dell’Antartide e dell’Oceano Meridionale

Tra i relatori la presidente dell'Istituto per l'Ambiente di Stoccolma Isabella Lövin, il presidente della CCAMLR Jakob Granit, l'esploratore Sebastian Copeland e il velista della Whitbread Round the World Race/Volvo Ocean Race Gunnar Krantz

Fiumicino-Giannutri-Fiumicino, Libertine e Adelante sul podio

Line honor per il Comet 45S di Marco Paolucci, primo nella categoria x2. Il Next 37 di Roberto Rosa si aggiudica la vittoria "in equipaggio"

Riva di Traiano: il 12 giugno "La Veleggiata per il Pianeta" con AMI, CNRT e Granlasco

Ai partecipanti verrà consegnato un retino per la raccolta dei rifiuti in mare oltre a una T-Shirt, un cappellino e una bandiera da paterazzo di AMI Ambiente Mare Italia 

RoundItaly: la 2a edizione parte il 22 settembre

Torna la RoundItaly, la regata che unisce Genova a Trieste, il Salone Nautico e la Millevele alla Barcolana, lo Yacht Club Italiano alla Società Velica di Barcola e Grignano, un giro d’Italia tutto d’un fiato a fine settembre

Europei iQFoil 2022: Nicolò Renna argento dietro al francese Goyard

Tra le donne la spunta la francese Noesmoen, che bissa il titolo; scende al secondo posto la britannica Wilson e si conferma terza la polacca Dziarnowska. L’italiana Maggetti si ferma alla semifinale e chiude ad un comunque ottimo sesto posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci